Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Selenopidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Selenopidae
lang=it
Selenops sp.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Superfamiglia Selenopoidea
Famiglia Selenopidae
Simon, 1897
Generi

Selenopidae Simon, 1897 è una famiglia di ragni appartenente all'infraordine Araneomorphae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco σελήνη, selène, cioè luna e ὄψ, òps, cioè vista, aspetto, per la disposizione degli occhi in vista frontale simile ad una mezzaluna, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Detti anche ragni-granchio, (in inglese crab-spiders), in quanto nel fronteggiare la preda o un nemico si muovono lateralmente proprio come fanno i granchi. Grazie ad una certa robustezza riescono a trasportare anche notevoli pesi. Come tutti gli appartenenti alla sezione Entelegynae, hanno otto occhi disposti in due file di quattro.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Sono ragni abbastanza piatti e si trovano comunemente sui muri, nelle fessure e sotto le pietre. Sono anche piuttosto agili e difficili da catturare; ciò è agevolato anche da un colore fortemente mimetico.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia è primariamente tropicale col genere Anyphops distribuito nell'Africa sub-sahariana ed il genere Hovops confinato nel Madagascar. Il genere Selenops, più comune si trova nell'America centro-meridionale, in Australia, Cina e Giappone[1].

Selenopidae, distribuzione

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a luglio 2017, si compone di 10 generi e 257 specie[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi