Pholcochyroceridae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pholcochyroceridae
Immagine di Pholcochyroceridae mancante
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Famiglia Pholcochyroceridae
Wunderlich, 2008
Generi

Pholcochyroceridae Wunderlich, 2008 è una famiglia di ragni fossili del sottordine Araneomorphae.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia ricorda i ragni appartenenti a quella, tuttora esistente, dei Leptonetidae e degli Ochyroceratidae.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una famiglia estinta di ragni le cui specie ad oggi note sono state scoperte nell'ambra in Birmania. Esse risalgono al Cretaceo.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Questi esemplari sono assurti al rango di famiglia a sé a seguito di un lavoro dell'aracnologo Wunderlich (2012d)[1]

A febbraio 2015, di questa famiglia fossile è noto un solo genere:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Wunderlich, J., 2008d - The dominance of ancient spider families of the Araneae: Haplogyne in the Cretaceous and the late diversification of advanced ecribellate spiders of the Entelegynae after the Cretaceous–Tertiary boundary extinction events, with descriptions of new families. In Wunderlich, J. (ed.) Beiträge zur Araneologie, vol.5, pp. 524–675
  • Wunderlich, J., 2012d - On the fossil spider (Araneae) fauna in Cretaceous ambers, with descriptions of new taxa from Myanmar (Burma) and Jordan, and on the relationships of the superfamily Leptonetoidea. In Wunderlich, J. (ed.) Beiträge zur Araneologie, vol.7, pp. 157–232
  • Jason Dunlop, David Penney, Denise Jekel, A summary list of fossil spiders and their relatives (PDF), version 15.5, American Museum of Natural History, 2015, p. 134.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi