Diguetidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Diguetidae
Diguetia canities.jpg
Diguetia canities
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Pholcoidea
Famiglia Diguetidae
F.O.P.-Cambridge, 1899
Generi

Diguetidae F.O.P.-Cambridge, 1899 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Da alcuni aracnologi è considerata una sottofamiglia della famiglia Plectreuridae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal collezionista e raccoglitore Diguet, i cui esemplari furono esaminati dall'aracnologo Eugène Simon che da questo studio trasse un articolo scientifico pubblicato sul Bulletin du Muséum National d'Histoire Naturelle del 1895[1].

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono ragni piuttosto primitivi, hanno sei occhi, le femmine sono aplogine, prive cioè di genitali veri e propri e le loro ragnatele sono irregolari e aggrovigliate, nelle quali costruiscono un rifugio a guisa di cono (da cui il nome inglese coneweb spiders), dove all'occorrenza si nascondono e depongono le uova.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È una piccola famiglia composta di soli due generi; prediligono l'ambiente desertico degli stati occidentali degli USA, del Messico e di alcuni stati dall'America Meridionale (Cile, Brasile e Perù)[2]</ref>.

Diguetidae - distribuzione

Etologia[modifica | modifica wikitesto]

I membri del genere Diguetia costruiscono le loro ragnatele fra arbusti o tra fusti di cactus. Hanno la stessa conformazione degli occhi della famiglia Sicariidae, ragni velenosi, ma non si ha notizia che il loro morso sia pericoloso per gli esseri umani. Comunque alcune specie del genere Diguetia hanno ghiandole velenifere molto sviluppate e altri caratteri che, secondo l'aracnologo Gertsch, li avvicinerebbe tassonomicamente alla famiglia Plectreuridae.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a febbraio 2015, si compone di due generi, 15 specie e due sottospecie[2]:

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista delle specie di Diguetidae e Famiglie di Araneae.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalogo de Autoridades Taxonómicas de Arachnida
  2. ^ a b World Spider Catalogue, versione 16, Famiglie di ragni, con numero di generi e specie - URL consultato il 28 febbraio 2015

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi