Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ammoxenidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ammoxenidae
Immagine di Ammoxenidae mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Gnaphosoidea
Famiglia Ammoxenidae
Simon, 1893
Generi

Ammoxenidae Simon, 1893 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco ᾶμμος, àmmos, cioè sabbia, arena e ξένος, xènos, cioè ospite, forestiero, straniero, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

I generi Ammoxenus e Rastellus sono africani, originari della Namibia, del Botswana e del Sudafrica. Invece i generi Austrammo e Barrowammo sono tipici dell'Australia, il primo in tutta l'Australia, il secondo nella sua parte occidentale[1].

Ammoxenidae, distribuzione

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a maggio 2017, si compone di quattro generi e 18 specie[1]:

  • Ammoxenus Simon, 1893 - Sudafrica, Namibia, Botswana
  • Austrammo Platnick, 2002 - Australia, occidentale, meridionale, orientale, Territorio del Nord, Tasmania
  • Barrowammo Platnick, 2002 - Australia occidentale
  • Rastellus Platnick & Griffin, 1990 - Sudafrica, Namibia, Zimbabwe e Botswana

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi