Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Dictynidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Dictynidae
Nigma walckenaeri 1.jpg
Nigma walckenaeri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Dictynoidea
Famiglia Dictynidae
O.P.-Cambridge, 1871
Generi
vedi testo

Dictynidae O.P.-Cambridge, 1871 è una famiglia di ragni appartenente all'ordine Araneae.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome deriva dal greco δὶκτυον, dìktyon, cioè rete da caccia, ragnatela per cacciare, ed il suffisso -idae, che designa l'appartenenza ad una famiglia.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Sono ragni provvisti di cribellum e di un calamistro sul metatarso della IV zampa per pettinare la seta man mano che la formano. Sono piccoli, di dimensioni comprese fra 2 e 3 millimetri; gli esemplari più grandi non superano i 5 millimetri.

Dictynidae, distribuzione
Lathys insulana, maschio

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Costruiscono ragnatele di dimensioni irregolari nei pressi o direttamente sul terreno, spesso fra i rami e i gambi delle piante.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Sono pressoché cosmopoliti, ad eccezione di alcune zone dell'Africa orientale e della penisola dell'Indocina[1].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente, a giugno 2017, si compone di 55 generi e 615 specie viventi e ben 21 generi fossili[1]:

  1. Adenodictyna Ono, 2008 - Giappone
  2. Aebutina Simon, 1892 - Ecuador, Brasile
  3. Ajmonia Caporiacco, 1934 - India, Cina, Mongolia, Algeria, Portogallo
  4. Altella Simon, 1884 - Italia, Ungheria, Algeria, Isole Canarie
  5. Anaxibia Thorell, 1898 - Myanmar, Giava, Angola, India
  6. Arangina Lehtinen, 1967 - Nuova Zelanda
  7. Archaeodictyna Caporiacco, 1928 - Europa, Asia, Africa
  8. Arctella Holm, 1945 - Scandinavia, Russia
  9. Argenna Thorell, 1870 - Canada, Messico, Europa, USA
  10. Argennina Gertsch & Mulaik, 1936 - USA
  11. Atelolathys Simon, 1892 - Sri Lanka
  12. Banaidja Lehtinen, 1967 - Isole Samoa
  13. Bannaella Zhang & Li, 2011 - Cina
  14. Blabomma Chamberlin & Ivie, 1937 - USA
  15. Brigittea Lehtinen, 1967 - Regione paleartica
  16. Brommella Tullgren, 1948 - USA, Grecia, Giappone
  17. Callevophthalmus Simon, 1906 - Australia, isola Lord Howe
  18. Chaerea Simon, 1884 - Algeria
  19. Chorizomma Simon, 1872 - Francia, Spagna
  20. Cicurina Menge, 1871 - USA, Canada
  21. Devade Simon, 1884 - Mongolia, Ucraina, Libano, Algeria
  22. Dictyna Sundevall, 1833 - Americhe, Europa, Russia
  23. Dictynomorpha Spassky, 1939 - India, Sri Lanka
  24. Emblyna Chamberlin, 1948 - USA, Russia, Canada, Messico
  25. Hackmania Lehtinen, 1967 - USA
  26. Helenactyna Benoit, 1977 - Isola di Sant'Elena
  27. Hoplolathys Caporiacco, 1947 - Etiopia
  28. Iviella Lehtinen, 1967 - USA
  29. Kharitonovia Esyunin, Zamani & Tuneva, 2017 - Iran, Uzbekistan
  30. Lathys Simon, 1884 - USA, Corea, Cina, Europa
  31. Mallos O. P.-Cambridge, 1902 - USA, Messico, Costarica
  32. Marilynia Lehtinen, 1967 - Eurasia
  33. Mashimo Lehtinen, 1967 - Zambia
  34. Mastigusa Menge, 1854 - Francia, Ungheria, Russia
  35. Mexitlia Lehtinen, 1967 - Messico, USA
  36. Mizaga Simon, 1898 - Senegal, Mediterraneo
  37. Myanmardictyna Wunderlich, 2017 - Birmania
  38. Nigma Lehtinen, 1967 - Europa, Africa, Asia centrale
  39. Paradictyna Forster, 1970 - Nuova Zelanda
  40. Paratheuma Bryant, 1940[2] - USA, Oceania, Corea, Giappone
  41. Penangodyna Wunderlich, 1995 - Malaysia
  42. Phantyna Chamberlin, 1948 - USA, Messico, Venezuela, Brasile
  43. Qiyunia Song & Xu, 1989 - Cina
  44. Rhion O. P.-Cambridge, 1870 - Sri Lanka
  45. Saltonia Chamberlin & Ivie, 1942 - USA
  46. Scotolathys Simon, 1884 - Algeria, Spagna, Grecia, Ucraina[3]
  47. Shango Lehtinen, 1967 - Sudafrica
  48. Sudesna Lehtinen, 1967 - Filippine, India, Cina
  49. Tahuantina Lehtinen, 1967 - Cile
  50. Tandil Mello-Leitão, 1940 - Argentina
  51. Thallumetus Simon, 1893 - Cile, Panamá, Brasile, Messico
  52. Tivyna Chamberlin, 1948 - USA, Messico, Cuba
  53. Tricholathys Chamberlin & Ivie, 1935 - USA
  54. Viridictyna Forster, 1970 - Nuova Zelanda
  55. Yorima Chamberlin & Ivie, 1942 - USA, Cuba

Generi fossili[modifica | modifica wikitesto]

  1. Arthrodictyna Petrunkevitch, 1942 - fossile, Paleogene[4]
  2. Balticocryphoeca Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  3. Brommellina Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  4. Burmadictyna Wunderlich, 2008 - fossile, Cretaceo
  5. Chelicirrum Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  6. Cryphoezaga Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  7. Eobrommella Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  8. Eocryphoeca Petrunkevitch, 1946 - fossile, Paleogene
  9. Eocryphoecara Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  10. Eodictyna Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  11. Eolathys Petrunkevitch, 1950 - fossile, Paleogene
  12. Flagelldictyna Wunderlich, 2012 - fossile, Quaternario
  13. Gibbermastigusa Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  14. Hispaniolyna Wunderlich, 1988 - fossile, Neogene
  15. Mastigusa Menge in C. L. Koch & Berendt, 1854 - fossile, Paleogene
  16. Mizagalla Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  17. Palaeodictyna Wunderlich, 1988 - fossile, Neogene
  18. Palaeolathys Wunderlich, 1986 - fossile, Neogene
  19. Protomastigusa Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  20. Scopulyna Wunderlich, 2004 - fossile, Paleogene
  21. Succinya Wunderlich, 1988 - fossile, Neogene

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b World Spider Catalogue, versione 18.0, Famiglie di ragni, con numero di generi e specie - URL consultato il 4 giugno 2017
  2. ^ Genere trasferito dalla famiglia Desidae a seguito di un lavoro degli aracnologi Zamani, Marusik & Berry del 2016
  3. ^ rimosso dalla sinonimia con il genere Lathys da uno studio degli aracnologi Marusik, Kovblyuk e Nadolny del 2009 e costituito a sé
  4. ^ A summary list of fossil spiders and their relatives URL consultato il 24 febbraio 2013 (PDF), research.amnh.org.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi