Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Nidoking

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nidoking
Nidoking
Nidoking

Nomi registrati in altre lingue
Giapponese ニドキング Nidokingu
Tedesco Nidoking
Francese Nidoking
Pokédex
Colore Viola
Classico 034
Johto 100
Hoenn 232
Caratteristiche
Categoria Pokémon Trapano
Altezza 140 cm
Peso 62 kg
Generazione Prima
Evoluzione di Nidorino
Stato Secondo Stadio
Tipi Veleno
Terra
Abilità Velenopunto
Antagonismo
Forzabruta
Legenda · progetto Pokémon

Nidoking (in giapponese ニドキング Nidokingu, in tedesco e francese Nidoking) è un Pokémon della Prima generazione di tipo Veleno/Terra. Il suo numero identificativo Pokédex è 34.

Controparte maschile di Nidoqueen. Al contrario di Nidoqueen può produrre uova tramite allevamento.

Nell'anime sia Gary Oak che Paul possiedono un esemplare del Pokémon. In Pokémon Adventures Red cattura alcuni Nidoking all'interno della Zona Safari di Kanto. È inoltre uno dei Pokémon utilizzati da Giovanni del Team Rocket sia nei videogiochi che nei manga.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome potrebbe derivare dall'unione delle parole inglesi needle (ago) e king (re) o dalla parola giapponese 二度 nido (due volte).

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Nidoking è basato sul rinoceronte. Il suo aspetto ricorda quello del Kaiju Baragon.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si evolve da Nidorino, evoluto da Nidoran♂ a livello 16, usando la Pietralunare.

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosso/Blu: In lotta usa la potente coda per colpire e stritolare la preda, poi le rompe le ossa.
  • Giallo: Il suo corpo è ricoperto da una pelle dura come l'acciaio. Con le corna può spaccare anche i diamanti.
  • Oro: In battaglia fa girare la coda. Se il nemico tentenna, lo carica con il suo fisico possente.
  • Argento: Ha una coda spessa e potente. Se avvolge un nemico, può facilmente spezzargli la spina dorsale.
  • Cristallo: Colpisce violentemente con la forte coda e gli arti possenti. La sua specialità sono le mischie.
  • RossoFuoco/X: Lo si riconosce dalla pelle durissima e dal corno particolarmente allungato, che contiene sostanze velenose.
  • VerdeFoglia: In lotta usa la potente coda per colpire e stritolare la preda, poi le rompe le ossa.
  • Rubino/Zaffiro: La possente coda di Nidoking è dotata di un enorme potere distruttivo. Con un solo colpo riesce ad abbattere un pilone metallico. Quando si scatena non c'è modo di fermare la sua furia.
  • Smeraldo: La possente coda di Nidoking ha un potere tale da abbattere un pilone metallico con un solo colpo. Quando si scatena non c'è modo di fermare la sua furia.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2/Y: Con un solo colpo della potente coda può abbattere un palo del telefono come se fosse un fiammifero.
  • HeartGold: In lotta fa girare la coda. Se il nemico tentenna, lo carica con il suo fisico possente.
  • SoulSilver: Ha una coda spessa e potente. Se avvolge un nemico, può facilmente sopraffarlo senza via di scampo.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi Pokémon Rosso e Blu, Pokémon Giallo, Pokémon Oro e Argento, Pokémon Cristallo, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia, Pokémon Diamante e Perla, Pokémon Platino, Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver, Pokémon Versione Bianca, Pokémon Nero 2 e Bianco 2 e Pokémon X e Y Nidoking è ottenibile in seguito all'evoluzione di Nidorino.

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Essendosi evoluto tramite Pietralunare, Nidoking può apprendere naturalmente solo le mosse Insidia, Colpo, Geoforza e Megacorno.

Oltre alle mosse MN Taglio, Surf, Forza, Mulinello, Spaccaroccia e Scalaroccia, Nidoking può imparare gli attacchi di tipo Terra come Terremoto (MT 26) e Battiterra (MT 78) e di Fuoco come Lanciafiamme, Fuocobomba e Bruciatutto (contenute rispettivamente nelle MT 35, 38 e 59). Può inoltre apprende Breccia (MT 31), Fangonda (MT 34) e Codadrago (MT 82).

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Nidoking appare per la prima volta nel corso dell'episodio L'ottava Medaglia (The Battle of the Badge) in cui il Pokémon di Gary Oak mette knock-out il Golem di Giovanni per poi essere sconfitto da Mewtwo.[1] La scena è anche presente nel lungometraggio Pokémon il film - Mewtwo contro Mew.[2]

Anche l'allenatore Paul possiede un esemplare di Nidoking con cui sfida l'Asso Baldo e il suo Registeel nel corso di Scontro nella Piramide Lotta (A Pyramiding Rage!).[3]

In L'isola dei Pokémon rosa (In the Pink) il Team Rocket viene attaccato da un Nidoking rosa.[4]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Nidoking appare in 10 carte, prevalentemente di tipo Erba o Combattimento, appartenenti a 9 set:[5][6]

  • Set Base (Olografica)
  • Gym Challenge (Pokémon del capopalestra Giovanni)
  • Aquapolis (due carte Olografiche, una delle quali di tipo Incolore)
  • EX RossoFuoco e VerdeFoglia (Olografica)
  • EX L'Isola dei Draghi (come Nidoking δ, Olografica di tipo Oscurità)
  • Prodigi Segreti (carta di tipo Psiche)
  • L'Ascesa dei Rivali
  • Battaglie Trionfali (Olografica)
  • Glaciazione Plasma

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Episode 63 - The Battle of the Badge da Serebii.net
  2. ^ (EN) Mewtwo Strikes Back da Serebii.net
  3. ^ (EN) Episode 596 - A Pyramiding Rage da Serebii.net
  4. ^ (EN) Episode 88 - In the Pink da Serebii.net
  5. ^ (EN) Nidoking (TCG) da Bulbapedia
  6. ^ (EN) #034 Nidoking - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul J. Shinoda, Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, p. 74, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, p. 79, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 39, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 101, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 99, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 30, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 402, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 264, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 215, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon