Questa è una voce di qualità. Clicca qui per maggiori informazioni
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Zona Safari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Zona Safari

La Zona Safari (in inglese Safari Zone) è un'area speciale dell'universo immaginario in cui è ambientata la serie Pokémon. Oltre ad essere accessibile nei videogiochi dedicati alla serie, la Zona compare anche in uno degli episodi dell'anime Pokémon.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Introdotta per la prima volta nei videogiochi Pokémon Verde, Pokémon Rosso e Blu e Pokémon Giallo, la Zona Safari offre la possibilità di catturare dei Pokémon rari, come se si partecipasse ad un vero e proprio safari. Alcune di queste rarità sono presenti esclusivamente in questa zona.[1] Nei videogiochi appartenenti alla seconda generazione, Pokémon Oro e Argento e Pokémon Cristallo, la Zona Safari non è accessibile: i programmatori del videogioco avevano progettato di inserirla, e tuttavia essa venne successivamente rimossa a causa di alcuni bug.[2] L'entrata della Zona in queste edizioni si trova a nord della città immaginaria di Fucsiapoli; nel caso delle versioni Oro, Argento e Cristallo, l'entrata della Zona è chiusa per i motivi sopraccitati.

La Zona Safari ritorna a far parte dell'universo dei Pokémon in occasione dell'uscita dei videogiochi della terza generazione Pokémon Rubino e Zaffiro. Nella regione di Hoenn viene posta lungo il Percorso 121, nelle vicinanze di Porto Alghepoli.[3] La Zona Safari è presente anche in Pokémon Smeraldo ed è composta da una parte di Zona Safari molto simile a quella dei titoli precedenti e da altre due zone. Queste ultime si possono sbloccare solo dopo aver sconfitto i Superquattro e contengono Pokémon della seconda generazione, ovvero quelli introdotti in Pokémon Oro e Argento.[1][4] Anche in Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia è presente la Zona Safari di Kanto, senza i bug presenti nella prima versione.

È inoltre presente in Pokémon Diamante e Perla e Pokémon Platino, nelle vicinanze di Pratopoli, una città della regione di Sinnoh. Nei titoli della quarta generazione è stato aggiunto un treno che permette di passare da un'area all'altra del parco.[5][6]

Sebbene non sia presente in Oro, Argento e Cristallo, in Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver la Zona Safari viene inserita nella regione di Johto, nei pressi di Fiorlisopoli.[7][8] Negli stessi titoli l'area omonima presente a Kanto è stata trasformata in un Parco Amici (Pal Park).

In Pokémon Versione Nera e Versione Bianca e Pokémon Versione Nera 2 e Versione Bianca 2 non è presente la Zona Safari. Tuttavia nelle versioni Bianca e Bianca 2 è possibile catturare Pokémon appartenenti alle generazioni precedenti all'interno della Foresta Bianca.

Nei videogiochi Pokémon X e Y viene introdotto il Safari Amici accessibile da Batikopoli. In Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha viene reintrodotta la Zona Safari di Hoenn.

In Pokémon Link: Battle! è presente la Giungla Safari che ha scopo simile alla Zona Safari. La Zona Safari è inoltre presente nel videogioco Pokémon Shuffle.

Struttura e regole[modifica | modifica wikitesto]

Zona Safari in Pokémon Verde Foglia

Essendo un'area speciale del gioco, in tutti i videogiochi sono state introdotte limitazioni per rendere più difficile la cattura dei Pokémon[3][6][7][9]:

  1. È necessario possedere almeno 500 Poké-dollari per poter entrare nell'area.
  2. Si possono effettuare al massimo 500 passi al suo interno (600 in Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia[10]).
  3. Per catturare i Pokémon si possono usare esclusivamente le Safari Ball fornite all'ingresso.

Nella Zona Safari non si possono utilizzare i propri Pokémon per catturare quelli selvatici, come avviene di solito durante il videogioco. È invece possibile adottare per la cattura particolari strategie, effettuando azioni quali il lancio di oggetti od esche.[10] Nella prima generazione, le azioni si limitavano al lancio di sassi (che facevano aumentare tanto le possibilità di catturare il Pokémon quanto quelle di farlo fuggire) o di esche (che diminuiscono la possibilità che fugga).[11] Nella terza generazione è possibile nutrire i Pokémon selvatici utilizzando le Pokémelle o avvicinarsi al Pokémon.[1][3] In tutti i titoli è possibile in qualunque momento lanciare le Safari Ball o, selezionando l'opzione "Fuga", evitare lo scontro con il Pokémon.

Nei videogiochi della prima generazione era possibile incontrare i Pokémon nell'intera area percorribile a piedi, oltre che negli specchi d'acqua.[11] Successivamente è stata ristretta la possibilità di catturarli solamente in particolari zone ricoperte da erba, attraversando piccoli laghi a bordo di Pokémon in grado di utilizzare Surf o pescando tramite gli strumenti quali l'Amo Buono ed il Super Amo.

Zona Safari di Kanto[modifica | modifica wikitesto]

Zona Safari
Nome originale サファリゾーン
Tipo Zona Safari
Creazione
Saga Pokémon
Ideatore Satoshi Tajiri
Appare in Pokémon Rosso e Blu, Pokémon Giallo, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia
Caratteristiche immaginarie
Regione Kanto
Città Fucsiapoli

Nei videogiochi della prima generazione (Rosso, Blu e Giallo) e nella terza generazione (Rosso Fuoco e Verde Foglia) la Zona Safari di Kanto si trova a nord di Fucsiapoli.

Nel parco sono presenti, in tutti i titoli, tre MT e l'MN 03 (Surf). Inoltre nel parco è possibile trovare la dentiera del guardiano (il cui soprannome è Slowpoke) che, se restituita a quest'ultimo, permette di ottenere la MN 04 (Forza).[9][11]

Pokémon disponibili[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti Pokémon sono presenti in tutti i titoli:

Alcuni Pokémon sono presenti nella Zona Safari esclusivamente in particolari titoli. Si ricordano Slowpoke e Krabby (nelle versioni Rosso e Blu), Cubone, Marowak e Tangela (in Pokémon Giallo), Oddish, Gloom e Golduck (in Pokémon Rosso Fuoco), Goldeen e Seaking (nelle versioni Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia). Inoltre Venonat, Venomoth e Doduo sono assenti in Pokémon Giallo.

È possibile, inoltre, incontrare altri Pokémon che appaiono a seconda della versione usata. Questi Pokémon sono: Psyduck, Scyther, Pinsir e Magikarp. Infine, dalla versione Gialla in poi, nella Zona Safari è possibile catturare un Dragonair selvatico.

Bug[modifica | modifica wikitesto]

Safari Ball

Spesso la Zona Safari di Pokémon Rosso, Blu e Giallo è abbinata ad una serie di bug, il più famoso dei quali è quello comunemente chiamato "Glitch City" (letteralmente "Città delle Anomalie") o "Città dei numeri". Il primo nome sembra essere una parodia dei nomi inglesi della maggior parte delle città di Kanto, che sono seguite dalla parola City, ad esempio Fuchsia City (Fucsiapoli) o Celadon City (Azzurropoli). Il secondo si riferisce al fatto che a causa dei bug possono apparire dei numeri per sostituire elementi di sfondo.[17]

"Glitch City"

Il bug si basa sulla possibilità di salvare all'interno della Zona Safari. Salvando e uscendo dalla zona Safari si hanno ancora 500 passi prima che un annuncio avvisi che il tempo è scaduto, dopo la quale si verrà automaticamente teletrasportati all'entrata del safari. Uscendo dalla Zona Safari, a seconda di dove si saranno effettuati i passi, il giocatore si troverà a camminare in una città composta da vari elementi di gioco, probabilmente generata casualmente dal software. In alcuni casi il giocatore comparirà in prossimità di uno dei palazzi nelle vicinanze (ad esempio all'uscita di un Pokémon Market o della stessa Zona Safari).[18] Questo bug è documentato da numerosi screenshot.[19]

Per evitare che i giocatori incappassero in questo bug, in Rubino, Zaffiro e Smeraldo venne tolta la possibilità di salvare all'interno dell'area e fu creato un personaggio che ostruisce l'uscita dalla Zona Safari non appena il giocatore entra nella stessa. Per uscire dall'area bisogna chiedere al personaggio o selezionare "Rinuncia" dal menu. In Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia fu solamente rimossa la possibilità di salvare. Secondo alcuni fan, la Zona Safari fu rimossa da Pokémon Oro, Argento e Cristallo (e sostituta, almeno parzialmente, dal Parco Nazionale di Fiordoropoli) poiché i programmatori non furono in grado di risolvere il bug in tempo prima dell'uscita del gioco.[20]

Un altro bug che viene associato alla Zona Safari, presente solo nelle prime versioni di Pokémon Rosso e Blu, permetteva di catturare Pokémon. Consiste nell'entrare nella Zona Safari, uscire, raggiungere (volando) l'Isola Cannella (Cinnabar Island) e nuotare in prossimità della palestra di Blaine.[21] Di questo bug non sono presenti né screenshot né video, quindi è considerato da molti una leggenda metropolitana, frutto dell'incrocio tra il bug precedente e il bug di "Missingno.".

Esiste infine una particolarità del gioco, spesso considerata un bug. Consiste nel fatto che al giocatore, dopo insistenti richieste, è permesso di entrare nella Zona Safari nonostante non abbia una quantità sufficiente di denaro. Il numero di Safari Ball, tuttavia, sarà ridotto a 10. Se il giocatore è del tutto privo di denaro, potrà entrare con una sola Safari Ball.

Gyarados

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

La Zona Safari appare per la prima volta nel 35º episodio dell'anime intitolato Miniryū no densetsu (ミニリュウのでんせつ? La leggenda di Dratini), censurato negli Stati Uniti ed in Italia per l'uso da parte del guardiano della Zona Safari di armi da fuoco, puntate contro i protagonisti ed i membri del Team Rocket.[22]

Nell'episodio, oltre ai Pokémon già citati (Tauros, Dratini e Dragonair), sono visibili alcuni dei Pokémon già presenti nel videogioco (in ordine di apparizione: Rhyhorn, Tauros, Nidorina, Nidorino e Slowpoke).[23] Altri invece non sono presenti ma vengono tuttavia mostrati nel flashback del Professor Oak (come Rhydon) o nei pensieri di Meowth (Poliwag e Horsea).[24]

Infine è importante ricordare il Gyarados pescato (ma non catturato) da Misty. In Pokémon Verde e in Pokémon Rosso e Blu è impossibile da trovare allo stato brado, tuttavia è presente a Fucsiapoli nella versione Gialla del gioco.[9]

Nell'episodio, Ash Ketchum cattura trenta Tauros, la cui provenienza, a causa della censura effettuata dagli USA e dall'Italia, rimane incomprensibile. I Tauros catturati in questo episodio appaiono anche in episodi successivi. In un altro episodio[25] viene citato il luogo della cattura di questi Pokémon, permettendo così di comprendere comunque la vicenda.[26]

L'episodio è stato trasmesso per la prima volta in Giappone il 25 novembre 1997, circa dieci mesi prima dell'uscita del videogioco Pokémon Giallo, avvenuta il 12 settembre 1998, in cui è possibile per la prima volta catturare un Dragonair selvatico, la stessa specie del Pokémon presente nell'episodio, all'interno della Zona Safari.[9]

Zona Safari di Hoenn[modifica | modifica wikitesto]

Zona Safari
Zona Safari Smeraldo.png
Zona Safari in Pokémon Smeraldo
Nome originale サファリゾーン
Tipo Zona Safari
Creazione
Saga Pokémon
Ideatore Satoshi Tajiri
Appare in Pokémon Rubino e Zaffiro, Pokémon Smeraldo, Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha
Caratteristiche immaginarie
Regione Hoenn

La Zona Safari di Hoenn si trova nel Percorso 121. Oltre alle caratteristiche già citate e quelle presenti nella Zona presente nei titoli precedenti, si possono usare le Pokémelle in appositi luoghi e attendere che un Pokémon si avvicini per mangiarle. La Zona Safari non può essere interamente visitata in una sola volta perché le due zone richiedono rispettivamente la "Bici da Corsa" e la "Bici da Cross" e il giocatore può portare con sé solo una bici alla volta.[1][3]

Pokémon disponibili[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti Pokémon sono disponibili in tutti i titoli ambientati ad Hoenn:

Nei titoli della terza generazione sono inoltre disponibili i Pokémon:

Inoltre in Pokémon Smeraldo sono presenti i seguenti Pokémon, catturabili dopo aver sconfitto la Lega Pokémon:

Nei videogiochi Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha è infine possibile ottenere Donphan. In questi titoli sono disponibili i Pokémon Kakuna, Pidgeotto e Buneary solamente utilizzando il NaviDex dopo aver incontrato i Pokémon leggendari Kyogre o Groudon.

Gran Palude di Sinnoh[modifica | modifica wikitesto]

Gran Palude
Nome originale サファリゾーン
Tipo Zona Safari
Creazione
Saga Pokémon
Ideatore Satoshi Tajiri
Appare in Pokémon Diamante e Perla, Pokémon Platino
Caratteristiche immaginarie
Regione Sinnoh
Città Pratopoli

La Zona Safari di Sinnoh è presente nei videogiochi Pokémon Diamante e Perla e Pokémon Platino. È situata a Pratopoli ed è anche nota con il nome di "Gran Palude" (in inglese Great Marsh) per l'enorme quantità di fango presente nel parco. Il fango ha la stessa funzione dell'erba alta negli altri videogiochi della serie, ovvero permette d'incontrare Pokémon selvatici.[5][6]

Una delle novità introdotte in questa zona è la possibilità di usare uno dei tre binocoli, al prezzo di 100 Poké-dollari, per controllare in quale delle sei aree è possibile catturare un determinato Pokémon.[6] Un'altra caratteristica dei videogiochi è la possibilità di catturare Pokémon che non appartengono alla regione di Sinnoh inserendo una cartuccia di un videogioco della serie Pokémon per Game Boy Advance nell'apposito slot del Nintendo DS.[28]

Pokémon disponibili[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti Pokémon sono presenti in tutti i titoli:

Questi Pokémon sono disponibili solamente nei primi due titoli della quarta generazione:

Esclusivamente nella versione Platino è possibile catturare i seguenti Pokémon all'interno della Zona Safari:

Zona Safari di Johto[modifica | modifica wikitesto]

Zona Safari
Nome originale サファリゾーン
Tipo Zona Safari
Creazione
Saga Pokémon
Ideatore Satoshi Tajiri
Appare in Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver
Caratteristiche immaginarie
Regione Johto

La Zona Safari di Johto è presente nei videogiochi Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver e si trova nei pressi di Fiorlisopoli, accessibile dal Percorso 48. È divisa in sei aree, che possono essere organizzate in modo da ottimizzare il percorso del giocatore.[7]

È inoltre possibile aggiungere elementi decorativi in ogni area, affinché attraggano alcune specie di Pokémon. Tali oggetti sono divisi in cinque categorie: prateria, foresta, roccia, acqua e altro.

Pokémon disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Safari Amici di Kalos[modifica | modifica wikitesto]

Safari Amici
Nome originale フレンドサファリ
Tipo Zona Safari
Creazione
Saga Pokémon
Ideatore Satoshi Tajiri
Appare in Pokémon X e Y
Caratteristiche immaginarie
Regione Kalos
Città Batikopoli

Il Safari Amici è presente nei videogiochi Pokémon X e Y. Situato a Batikopoli, si differenza rispetto alle Zone Safari presenti negli altri titoli. È accessibile solamente dopo aver sconfitto la Lega Pokémon di Kalos e utilizzando il Codice Amico del Nintendo 3DS. I Pokémon possono inoltre essere catturati con Poké Ball differenti dalla Safari Ball.

Pokémon disponibili[modifica | modifica wikitesto]

Il tipo di Pokémon presenti all'interno del Safari Amici dipende dal Codice Amico. È possibile incontrare Pokémon dotati di abilità nascoste.

Giungla Safari[modifica | modifica wikitesto]

La Giungla Safari, nota come Zona 11, è presente nel videogioco Pokémon Link: Battle!. Al contrario delle altre zone del gioco, è composta solamente da tre livelli. Il primo livello è ottenibile una volta completato il terzo livello delle Rovine celesti (Zona 4).[35] Nella Giungla Safari è possibile catturare Pokémon assenti nel resto della regione, al fine di completare il Pokédex.

I Pokémon presenti nella Giungla Safari cambiano quotidianamente. Ogni giorno è tuttavia possibile incontrare almeno una forma del Pokémon Unown.

Sono disponibili i seguenti Pokémon:

In Pokémon Pinball[modifica | modifica wikitesto]

La Zona Safari è inoltre presente nei videogiochi Pokémon Pinball e Pokémon Pinball: Rubino e Zaffiro. Nel primo titolo i Pokémon che vivono all'interno dell'area sono Nidoran♀, Paras, Doduo, Rhyhorn, Chansey, Scyther, Pinsir e Tauros.[36] Nel videogioco della terza generazione, nella Zona Safari è possibile catturare i Pokémon Meditite, Doduo, Pikachu, Psyduck, Wobbuffet, Girafarig, Pinsir, Heracross e Rhyhorn.[37]

In Pokémon Shuffle[modifica | modifica wikitesto]

Nel videogioco Pokémon Shuffle è presente il Safari Pokémon, introdotto nella versione 1.1.10 del gioco.[38] All'interno del Safari sono disponibili i Pokémon Carvanha, Sharpedo, Spinda, Cherubi e Cherrim.[39][40]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Black, 2005.
  2. ^ (EN) Pokémon Gold & Silver - Development Reconstruction.
  3. ^ a b c d Hollinger, 2003.
  4. ^ (EN) Pokémon Emerald - Safari Zone su Serebii.net.
  5. ^ a b Nintendo Power, 2007.
  6. ^ a b c d Pokémon USA, 2009.
  7. ^ a b c Pokémon USA, 2010.
  8. ^ (EN) Pokémon Heart Gold & Soul Silver - The Safari Zone su Serebii.net.
  9. ^ a b c d Nintendo Power, 1999.
  10. ^ a b Mylonas, 2004.
  11. ^ a b c Shinoda, 1998.
  12. ^ Nelle versioni Pokémon Rosso, Pokémon Blu e Pokémon Giallo questo Pokémon è disponibile solo nella Zona Safari.
  13. ^ Presente esclusivamente nella Zona Safari, in tutti i titoli, eccetto in Pokémon Giallo.
  14. ^ In Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia questo Pokémon è disponibile solo nella Zona Safari.
  15. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am Pokémon presente esclusivamente nella Zona Safari.
  16. ^ In Pokémon Giallo è presente esclusivamente nella Zona Safari.
  17. ^ (NL) Glitch City (ultimi tre screenshot).
  18. ^ (EN) Glitch City and Related Areas su Glitch City Laboratories.
  19. ^ (EN) Glitch City, su TR's Rockin!. (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2011).
  20. ^ (EN) Pokemon GSC Safari Zone su Glitch City Laboratories.
  21. ^ (EN) Pokémon Strategy Guide di ign.com (paragrafo Fight Land Creatures in Water and Catch Safari Pokemon Easily).
  22. ^ (EN) The Legend of Miniryuu su Dogasu's Backpack.
  23. ^ (EN) Lost Episode 2 - The Legend of Dratini su Serebii.net.
  24. ^ (EN) EP035 su Bulbapedia.
  25. ^ Pokémon, serie animata, episodio 67, Uniti nel pericolo (Showdown at the Poké-Corral).
  26. ^ (EN) EP065 su Bulbapedia.
  27. ^ a b c Pokémon ottenibile tramite l'utilizzo della tecnica Spaccaroccia.
  28. ^ Una foto dello slot del Nintendo DS per i giochi del Game Boy Advance.
  29. ^ a b Pokémon presente esclusivamente nelle ore notturne.
  30. ^ Solamente se viene inserita la cartuccia di Pokémon Rosso Fuoco, presente esclusivamente nella Zona Safari.
  31. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj Attratto da paesaggi rocciosi.
  32. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x Attratto da paesaggi acquatici.
  33. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab Attratto da paesaggi forestali.
  34. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x Attratto dalle praterie.
  35. ^ Le zone speciali di Pokémon Link: Battle! ti aspettano!, 2 maggio 2014
  36. ^ (EN) Where to find all the Pokémon su Serebii.net.
  37. ^ (EN) Pinball R/S: Ruby Field Locations su Serebii.net.
  38. ^ (EN) Pokémon Shuffle - Patches & System Updates su Serebii.net
  39. ^ (EN) Safari Pokémon... a sorpresa!
  40. ^ (EN) Pokémon Shuffle - Event Distributions & Daily Challenges su Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Maria S. Barbo, Il grande libro ufficiale dei Pokémon, Milano, Sperling & Kupfer, 2000, ISBN 88-200-3022-5.
  • (EN) Paul J. Shinoda, Safari Zone, in Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, pp. 49-51, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Safari Zone, in Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, pp. 47-49, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) Elizabeth Hollinger, Safari Zone, in Pokémon Ruby & Sapphire: Prima's Official Strategy Guide, Prima Games, 2003, pp. 49-50, ISBN 978-0-7615-4256-8.
  • (EN) Eric Mylonas, Safari Zone, in Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, pp. 46-47, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Fletcher Black, Safari Zone, in Pokémon Emerald: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2005, pp. 69-71, ISBN 978-0-7615-5107-2.
  • (EN) Nintendo Power, The Great Marsh, in Official Nintendo Pokémon Diamond Version & Pearl Version Player's Guide, Nintendo of America Inc., 2007, pp. 89-90, ISBN 978-1-59812-018-9.
  • (EN) Pokémon USA, Pastoria Great Marsh, in Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, pp. 102-104, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Safari Zone Guide, in Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, pp. 181-184, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Safari Zone Guide, in Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, pp. 99-108, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon
Wikimedaglia
Questa è una voce di qualità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 4 maggio 2011 — vai alla segnalazione.
Naturalmente sono ben accetti altri suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.

Segnalazioni  ·  Criteri di ammissione  ·  Voci di qualità in altre lingue