Pokémon Pinball

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Pokémon Pinball
Mew Pokémon Pinball.jpg
Mew nel Pokédex
Sviluppo Jupiter
Pubblicazione Nintendo
Data di pubblicazione Giappone 14 aprile 1999
Flags of Canada and the United States.svg 28 giugno 1999
Zona PAL 6 ottobre 2000
Genere Flipper
Tema Pokémon
Modalità di gioco Singolo giocatore
Piattaforma Game Boy Color
Supporto Cartuccia

Pokémon Pinball (ポケモンピンボール Pokemon Pinbōru?) è un videogioco del genere flipper basato su Pokémon Rosso e Blu per Game Boy Color. Sviluppato dalla Jupiter, pubblicato dalla Nintendo e pubblicato il 14 aprile 1999 in Giappone, il 28 giugno 1999 negli USA, il 6 ottobre 2000 in Europa. La pallina del gioco è una Poké Ball, e la maggior parte di oggetti del tavolo sono collegati con il mondo dei Pokémon.

Il nome deriva dall'inglese Pinball che in italiano corrisponde al Flipper.

Scopo del gioco[modifica | modifica sorgente]

Al contrario di tutti i flipper, in cui lo scopo del gioco è fare punti, lo scopo del gioco è catturare e far evolvere i Pokémon. Nel gioco è presente un Pokédex con tutti i Pokémon che devi catturare e far evolvere. Il Pokédex viene salvato tra una partita e l'altra.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Il sequel di questo gioco è Pokémon Pinball: Rubino e Zaffiro in cui sono presenti i Pokémon della terza generazione. La differenza principale è nei Pokémon disponibili nel titolo. Oltre ai Pokémon della prima generazione, il giocatore può anche catturare Pokémon dei videogiochi Pokémon Rubino e Zaffiro. Come bonus, sono disponibili Chikorita, Cyndaquil, Totodile e Aerodactyl. Jirachi può essere catturato solo in particolari circostanze, invece Deoxys non è presente nel gioco.

Particolarità[modifica | modifica sorgente]

Pokémon Pinball è dotato di un Rumble Pack alimentato da una batteria sostituibile. Il dispositivo, non molto comune tra le cartucce del Game Boy Color, produce vibrazioni per rendere più realistica l'esperienza di gioco.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]