Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Pichu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pichu
Pichu
Pichu

Nomi registrati in altre lingue
Giapponese ピチュー Pichū
Tedesco Pichu
Francese Pichu
Pokédex
Colore Giallo
Classico 172
Johto 21
Hoenn 155
Sinnoh 103
Caratteristiche
Categoria Pokémon Topino
Altezza 30 cm
Peso 2 kg
Generazione Seconda
Evolve in Felicità Pikachu
Stato Baby
Tipo Elettro
Abilità Statico
Parafulmine
Legenda · progetto Pokémon

Pichu (in giapponese ピチュー Pichū, in tedesco e francese Pichu) è un Pokémon della Seconda generazione di tipo Elettro. Il suo numero identificativo Pokédex è 172.

Due Pichu sono protagonisti, spesso insieme al Pikachu di Ash Ketchum, di alcuni cortometraggi.[1][2][3][4]

Altri Pichu dotati di peculiarità sono presenti nel lungometraggio Pokémon: Arceus e il Gioiello della Vita e nel videogioco Pokémon Ranger: Tracce di Luce. Pichu è inoltre uno dei personaggi giocabili nel videogioco Super Smash Bros. Melee ed è il Pokémon preferito da Junichi Masuda.[5][6][7]

Nel manga Pokémon Adventures l'allenatore Gold possiede un Pichu, ottenuto mediante l'allevamento dei Pikachu di Red e di Yellow.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome deriva dall'unione delle parole giapponesi ぴかぴか pikapika (onomatopea che indica le scintille) e ちゅうちゅう chūchū (squittio del topo). Potrebbe anche essere, semplicemente, la forma contratta di Pikachu.

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Pichu è basato sui roditori, in particolare quelli appartenenti alla famiglia dei muridi o dei sciuridi.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si evolve in Pikachu quando la sua felicità è pari o superiore ai 220 punti e da questo in Raichu, usando la Pietratuono.

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • Oro/VerdeFoglia: Non è ancora bravo ad immagazzinare elettricità. Se si emoziona o è divertito ne perde un po'.
  • Argento: Nonostante sia minuto può abbattere anche una persona. Ma se lo fa, sorprende persino se stesso.
  • Cristallo: Non è ancora bravo ad immagazzinare elettricità. Qualsiasi emozione gliela fa perdere spontaneamente.
  • RossoFuoco: Nonostante sia minuto può abbattere anche una persona adulta. Ma se lo fa, sorprende persino se stesso.
  • Rubino: Pichu si carica di elettricità più facilmente in caso di cielo coperto da nubi temporalesche o aria molto secca. Spesso si può percepire lo scoppiettio della sua carica elettrostatica.
  • Zaffiro: Quando Pichu gioca con i suoi simili, la sua elettricità crea una pioggia di scintille, scontrandosi con quella degli altri. In questo caso, inizia a lacrimare accecato dalla luce delle scintille.
  • Smeraldo: Pichu non è in grado di trattenere l'elettricità. Se si emoziona, ne rilascia un po' senza volerlo. Col passare del tempo però, impara ad immagazzinarla.
  • Diamante: Le sacche che ha sulle guance sono ancora piccole e non riescono a immagazzinare molta elettricità.
  • Perla/X: Quando le code dei Pichu si toccano, fanno scintille. Pare che si tratti di una prova di coraggio.
  • Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2: Le sacche elettriche sulle sue guance sono piccole. Se fuoriesce elettricità, resta fulminato.
  • HeartGold/Y: Non è ancora bravo a immagazzinare elettricità. Se si emoziona oppure è divertito ne perde un po'.
  • SoulSilver: Nonostante sia minuto può abbattere anche una persona adulta. Ma se lo fa, sorprende persino se stesso.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Pichu Ukulele

Nei videogiochi Pokémon Oro e Argento, Pokémon Cristallo, Pokémon Rubino e Zaffiro, Pokémon Smeraldo, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia, Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver e Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha Pichu è ottenibile solamente mediante allevamento. Nelle versioni HeartGold e SoulSilver è inoltre disponibile un esemplare di Pichu Spunzorek (ギザみみピチュー Gizamimi Pichu?).[8] Tale Pokémon, presente nel lungometraggio Pokémon: Arceus e il Gioiello della Vita, è ottenibile trasferendo il Pichu color Pikachu, distribuito attraverso la Nintendo Wi-Fi Connection dal 5 al 25 marzo 2010, per i videogiochi Pokémon Diamante, Perla e Platino, nei remake della seconda generazione e recandosi nei pressi del santuario del Bosco di Lecci.[9][10]

In Pokémon Diamante e Perla e Pokémon Platino Pichu è uno dei Pokémon disponibili all'interno del Giardino Trofeo. Nei videogiochi Pokémon Sole e Luna Pichu è ottenibile lungo il Percorso 1 e nei pressi di Hau'oli.

Nel videogioco Pokémon Ranger: Ombre su Almia è presente all'interno dell'Accademia dei Ranger (Ranger School), della Foresta di Vien (Vien Forest), a Vien (Vientown), a Portena (Pueltown) e nei pressi della Spiaggia Zefira (Nabiki Beach).

In Pokémon Ranger: Tracce di Luce il compagno del protagonista è Pichu Ukulele (ウクレレピチュー?), un particolare Pichu che suona l'ukulele.

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Pichu è in grado di apprendere naturalmente solamente le mosse Elettro Tuonoshock e Tuononda e gli attacchi di tipo Normale Fascino, Colpocoda e Dolcebacio. Dalla quarta generazione può inoltre imparare la mossa Buio Congiura.

A partire da Pokémon Smeraldo Pichu può apprendere l'attacco Locomovolt mediante allevamento.

In Pokémon Oro HeartGold e Argento SoulSilver Pichu Spunzorek è in grado di utilizzare la mossa di tipo Normale Malcomune.

Nel videogioco Super Smash Bros. Melee Pichu utilizza gli attacchi Capocciata, Agilità e Tuono.

Pichu può apprendere la mossa MN Flash.

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Pichu Spunzorek

Pichu appare per la prima volta nel corso dell'episodio Il tempo delle mele (The Apple Corp).[11]

Altri esemplari del Pokémon sono presenti in Vera, facciamo il tifo per te (May, We Harley Drew'd Ya!), in Pikachu contro Raichu (Pika and Goliath!) ed in Un Pokémon insaziabile! (Hungry For the Good Life!).[12][13][14]

Una particolare Pichu, denominata Pichu Spunzorek, è inoltre presente nel lungometraggio Pokémon: Arceus e il Gioiello della Vita.[8][15]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Pichu appare in 11 carte, prevalentemente di tipo Lampo, appartenenti a 10 set[16][17]:

  • Neo Genesis (Olografica)
  • Expedition (due carte, di cui una Olografica)
  • EX Tempesta di Sabbia
  • EX Smeraldo
  • EX Fantasmi di Holon (come Pichu δ di tipo Metallo)
  • EX Power Keepers
  • Tesori Misteriosi
  • Fronte di Tempesta
  • Arceus
  • HeartGold & SoulSilver

Nel 2009, in occasione dell'uscita in Giappone del lungometraggio Pokémon: Arceus e il Gioiello della Vita e a seguito di un concorso di disegno, sono state create alcune carte promozionali raffiguranti Pichu Spunzorek illustrate da bambini giapponesi di varie età. Sono state inoltre pubblicate alcune carte raffiguranti i due Pichu presenti nell'anime.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pikachu and Pichu da Serebii.net
  2. ^ (EN) Camp Pikachu! da Serebii.net
  3. ^ (EN) Pichu's Winter Vacation 2001 - We The Pichu Brothers! da Serebii.net
  4. ^ (EN) Pichu Brothers da Bulbapedia
  5. ^ (EN) McKinley Noble, Pokemon Platinum: Developer Interview!, GamePro, 20 marzo 2009, p. 2. URL consultato il 7 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2011).
  6. ^ (EN) r_pad, Junichi Masuda & Takeshi Kawachimaru Talk 'Pokemon Platinum', Particle Physics, Bridges, And More!, G4, 17 marzo 2009. URL consultato l'8 settembre 2010.
  7. ^ (EN) Craig Harris, Pokemon Creators on Platinum, IGN, 23 febbraio 2009, p. 2. URL consultato l'8 settembre 2010.
  8. ^ a b (EN) Spiky-Eared Pichu da Bulbapedia
  9. ^ Pichu color Pikachu
  10. ^ (EN) Pikachu-colored Pichu
  11. ^ (EN) Episode 181 - The Apple Corp da Serebii.net
  12. ^ (EN) Episode 456 - May, We Harley Drew'd Ya! da Serebii.net
  13. ^ (EN) Episode 542 - Pika and Goliath! da Serebii.net
  14. ^ (EN) Episode 552 - Hungry For the Good Life! da Serebii.net
  15. ^ (EN) Arceus and the Jewel of Life da Serebii.net
  16. ^ (EN) Pichu (TCG) da Bulbapedia
  17. ^ (EN) #172 Pichu - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 15, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 87, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Elizabeth Hollinger, Pokémon Ruby & Sapphire: Prima's Official Strategy Guide, Prima Games, 2003, p. 118, ISBN 978-0-7615-4256-8.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 135, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Fletcher Black, Pokémon Emerald: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2005, p. 191, ISBN 978-0-7615-5107-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 99, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 436, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 237, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 284, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon