Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kabuto (Pokémon)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kabuto
Kabuto
Kabuto

Nomi registrati in altre lingue
Giapponese カブト Kabuto
Tedesco Kabuto
Francese Kabuto
Pokédex
Colore Marrone
Classico 140
Johto 222
Hoenn 295
Caratteristiche
Categoria Pokémon Crostaceo
Altezza 50 cm
Peso 11,5 kg
Generazione Prima
Evolve in Livello Kabutops
Stato Base
Tipi Roccia
Acqua
Abilità Nuotovelox
Lottascudo
Sottilguscio
Legenda · progetto Pokémon

Kabuto (in giapponese カブト Kabuto, in tedesco e francese Kabuto) è un Pokémon della Prima generazione di tipo Roccia/Acqua. Il suo numero identificativo Pokédex è 140.

È uno dei Pokémon utilizzati dalla capopalestra Petra. Nell'anime Bill possiede un costume di Kabuto.

Insieme a Omanyte ed Aerodactyl è uno dei tre Pokémon che si ottiene da un fossile nei videogiochi della prima generazione. Il suo fossile è una conchiglia chiamata Domofossile (こうらのカセキ Fossile Carapace?, Dome Fossil).[1]

Kabuto e la sua evoluzione condividono la specie con il Pokémon Blastoise.

Significato del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome potrebbe derivare sia dalla parola giapponese 兜 kabuto (elmetto) che dalla parola 兜蟹 kabutogani (limulo, granchio reale).

Nella versione beta di Pokémon Rosso e Blu il suo nome era "Att" (da Atlantis, Atlantide).[2]

Origine[modifica | modifica wikitesto]

Kabuto è basato sui trilobiti. Il suo aspetto ricorda quello degli animali appartenenti alla famiglia dei Limulidae.

Evoluzioni[modifica | modifica wikitesto]

Si evolve in Kabutops a livello 40.

Pokédex[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosso/Blu: Pokémon resuscitato da un fossile rinvenuto in quello che un tempo era il fondo oceanico.
  • Giallo: Pokémon primitivo resuscitato da un fossile. Quando è in fondo al mare usa gli occhi superiori.
  • Oro: Occasionalmente se ne sono trovati alcuni in forma fossile, nascosti sul fondo dell'oceano.
  • Argento: È un Pokémon vissuto nell'antichità. Raramente se ne sono ritrovati dei fossili viventi.
  • Cristallo: Visse 300 milioni di anni fa sul fondo del mare. Aveva occhi brillanti anche sul dorso.
  • RossoFuoco/X: Questo Pokémon è stato rigenerato dal fossile di un'antica creatura. È protetto da un guscio coriaceo.
  • VerdeFoglia: Pokémon rigenerato da un fossile rinvenuto in quello che un tempo era il fondo oceanico.
  • Rubino/Zaffiro: Kabuto è stato rigenerato da un fossile, sebbene in rarissimi casi siano stati scoperti esemplari viventi. Il Pokémon non ha subito alcuna mutazione nell'arco di oltre 300 milioni di anni.
  • Smeraldo: Kabuto è stato rigenerato da un fossile, sebbene in rari casi siano stati scoperti esemplari viventi. Non ha subito alcuna mutazione in oltre 300 milioni di anni.
  • Diamante/Perla/Platino/Nero/Bianco/Nero2/Bianco2/X: Si ritiene che vivesse sulle spiagge 300 milioni di anni fa. È protetto da una conchiglia robusta.
  • HeartGold: Occasionalmente, nascosti sul fondo dell'oceano, se ne trovano alcuni in forma fossile.
  • SoulSilver: Un Pokémon che viveva nell'antichità. Ritrovarne esemplari ancora in vita è raro. È come un fossile vivente.

Nel videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi Pokémon Rosso e Blu, Pokémon Giallo, Pokémon Rosso Fuoco e Verde Foglia, Pokémon Diamante e Perla, Pokémon Platino, Pokémon Oro HeartGold, Pokémon Nero e Bianco e Pokémon Y è possibile ottenere Kabuto tramite Domofossile.

Nei titoli della prima e terza generazione il Domofossile sarà disponibile all'interno del Monte Luna e verrà resuscitato nel laboratorio dell'Isola Cannella.

Nella regione di Sinnoh il fossile è presente nei Sotterranei, mentre in HeartGold si trova nelle Rovine d'Alfa. Nei videogiochi di quinta generazione è possibile ottenere il Domofossile presso il Monte Vite. In questi titoli sarà possibile resuscitare Kabuto rispettivamente presso i musei di Plumbeopoli, Mineropoli e Zefiropoli.

Nella versione Y il Domofossile è disponibile nella Grotta dei Bagliori. Il Pokémon può essere riportato in vita a Petroglifari.

Mosse[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene sia un Pokémon d'Acqua, Kabuto apprende naturalmente solo la mossa Acquagetto. Nei titoli della prima generazione era in grado di utilizzare l'attacco Idropompa.

Il Pokémon può imparare mosse di tipo Terra come Colpodifango e Turbosabbia, oltre che gli attacchi d'Erba Assorbimento, Megassorbim. e Gigassorbim..

Kabuto è in grado di utilizzare le mosse MN Surf, Mulinello, Cascata, Spaccaroccia.

Nella versione Gialla può apprendere Iper Raggio tramite MT 15, mentre nei titoli di terza generazione è in grado di utilizzare Aeroassalto mediante MT 40.

Nell'anime[modifica | modifica wikitesto]

Kabuto appare per la prima volta nel corso dell'episodio Avventure preistoriche (Attack of the Prehistoric Pokémon), sebbene Bill sia rimasto intrappolato in un costume di Kabuto in Il mistero del faro (Mystery at the Lighthouse).[3][4]

Nell'episodio L'Isola dei fossili (Shell Shock) sono presenti numerosi fossili del Pokémon. A causa di un'eclissi lunare i Kabuto ritornano in vita.[5]

Nell'episodio Trattare con chi sta sulla difensiva all'interno della palestra di Ferruccio sono presenti un Kabuto ed un Kabutops.[6]

Nel gioco di carte collezionabili[modifica | modifica wikitesto]

Kabuto appare in 9 carte, prevalentemente di tipo Combattimento, appartenenti ad altrettanti set:[7][8]

  • Fossil
  • Neo Discovery (di tipo Acqua)
  • Skyridge
  • EX Tempesta di Sabbia (di tipo Acqua)
  • EX La Leggenda di Mew
  • EX Fantasmi di Holon (come Kabuto δ di tipo Lampo)
  • EX Power Keepers
  • Alba Suprema
  • Arceus

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dome Fossil da Serebii.net
  2. ^ (EN) Early English promotional Pokémon names, su Glitch City.
  3. ^ (EN) Episode 46 - Attack of the Prehistoric Pokémon da Serebii.net
  4. ^ (EN) Episode 13 - Mystery At The Lighthouse da Serebii.net
  5. ^ (EN) Episode 89 - Shell Shock da Serebii.net
  6. ^ (EN) Episode 576 - Dealing With Defensive Types da Serebii.net
  7. ^ (EN) Kabuto (TCG) da Bulbapedia
  8. ^ (EN) #140 Kabuto - Cardex da Serebii.net

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Paul J. Shinoda, Pokémon Official Nintendo Player's Guide, Nintendo Power, 1998, p. 100, ISBN 978-4-549-66914-0.
  • (EN) Nintendo Power, Pokémon Special Edition for Yellow, Red and Blue, Nintendo Power, 1999, p. 105, ASIN B000GLCWWW.
  • (EN) M. Arakawa, Pokémon Gold Version and Silver Version Complete Pokédex, Nintendo Power, 2000, p. 79, ASIN B000LZR8FO.
  • (EN) Scott Pellard, Pokémon Crystal Version, Nintendo Power, 2001, p. 126, ISBN 978-1-930206-12-0.
  • (EN) Eric Mylonas, Pokémon Fire Red & Leaf Green: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2004, p. 127, ISBN 978-0-7615-4708-2.
  • (EN) Lawrence Neves, Pokémon Diamond & Pearl Pokédex: Prima's Official Game Guide Vol. 2, Prima Games, 2007, p. 83, ISBN 978-0-7615-5635-0.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon Platinum: Prima's Official Game Guide, Prima Games, 2009, p. 428, ISBN 978-0-7615-6208-5.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Johto Guide & Johto Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 306, ISBN 978-0-307-46803-1.
  • (EN) Pokémon USA, Pokémon HeartGold & SoulSilver: The Official Pokémon Kanto Guide & National Pokédex: Official Strategy Guide, Prima Games, 2010, p. 268, ISBN 978-0-307-46805-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Pokémon Portale Pokémon: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pokémon