Il lungo, il corto, il gatto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il lungo, il corto, il gatto
Il lungo il corto il gatto.jpg
Ivy Holzer, Franco Franchi, Ciccio Ingrassia e Ivano Staccioli.
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1967
Durata 90 min
Rapporto 2,35 : 1
Genere commedia
Regia Lucio Fulci
Soggetto Gian Paolo Callegari, Roberto Gianviti, Amedeo Sollazzo, Marino Girolami
Sceneggiatura Gian Paolo Callegari, Roberto Gianviti, Amedeo Sollazzo, Marino Girolami
Casa di produzione Five Film
Fotografia Guglielmo Mancori
Montaggio Nella Nannuzzi
Musiche Lallo Gori
Interpreti e personaggi

Il lungo, il corto, il gatto è un film del 1967 diretto dal regista Lucio Fulci.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Due camerieri a servizio da una vedova credono che un gatto di nome Arcibaldo sia la reincarnazione del defunto marito della signora. L'animale combina molti danni, ed è fonte di malumore per diversi commercianti della zona, che approfittano della situazione ed addebitano ai due camerieri i danneggiamenti causati a loro dire dal gatto. La situazione cambia quando la padrona muore improvvisamente: a questo punto i due si liberano del gatto, ma alla lettura dal notaio delle ultime volontà della loro ex padrona scoprono che per loro c'era pronto un vitalizio di un milione al mese a testa a condizione di prendersi cura del felino. Vista la situazione, cercano di imbrogliare il notaio presentando un altro gatto, ma per evitare una frode erano già state predisposte diapositive del felino e documenti con tanto di misure e impronte del gatto: i due sono quindi costretti a ritrovare Arcibaldo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema