Voci dal profondo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Voci dal profondo
Voci dal profondo.JPG
i titoli di testa del film
Titolo originaleVoci dal profondo
Paese di produzioneItalia
Anno1991
Durata87’
Generethriller, orrore
RegiaLucio Fulci
SoggettoLucio Fulci (racconto),
Daniele Stroppa
SceneggiaturaLucio Fulci,
Pietro Regnoli
Produttore esecutivoLuigi Nannerini,
Antonio Lucidi
Casa di produzioneScena Group S.r.l.,
Executive Cine TV S.r.l.
FotografiaSandro Grossi
MontaggioVincenzo Tomassi
MusicheStelvio Cipriani
CostumiRoberta Ciotti
TruccoPino Ferranti
Interpreti e personaggi

Voci dal profondo è un film del 1991, diretto da Lucio Fulci.

In un piccolo ruolo appare Lorenzo Flaherty . Il nome del protagonista, Giorgio Mainardi, è anche il nome del protagonista del film L'assassino è costretto ad uccidere ancora diretto da Luigi Cozzi nel 1975.

La villa che si vede nel film era di proprietà di Luchino Visconti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Mainardi è stato, in vita, un uomo violento, oltre che abile uomo d'affari, però con il vizio del sesso facile. Ha amato veramente solo la figlia, Rosy, a cui lascia, alla morte, tutta l'ingente eredità, suscitando l'odio degli altri componenti della famiglia, tra cui la matrigna e il figlio di quest'ultima, e la propria moglie, tutti personaggi ben più perfidi e avidi di lui.

Il quale, anche da morto, torna negli incubi dei parenti per spaventarli e avvertirli che la verità sarebbe stata scoperta, ossia che sono i parenti stessi ad averne provocato la morte, facendo ingerire al malcapitato pezzi di vetro, mescolati nel ghiaccio di un aperitivo.

Alla fine, la figlia Rosy riuscirà a capire le responsabilità dell'accaduto, anche grazie all'aiuto del suo ragazzo.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema