Karina Huff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Karina Huff
Karina Huff - Vacanze di Natale.jpg
Karina Huff in uno screenshot del trailer di Vacanze di Natale (1983)
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereDance
Pop
Periodo di attività musicale1981 – 1990

Karina Huff, nome d'arte di Carrina Corona Elizabella Huff (Londra, 21 gennaio 1961Londra, 18 aprile 2016), è stata un'attrice, cantante e showgirl britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Londra il 21 gennaio del 1961[1], ebbe una certa notorietà in Italia quando, inizialmente scoperta da Gianni Boncompagni[1], interpretò alcuni film nei primi anni ottanta come Vacanze di Natale (in cui è Samantha, un'americana di Pittsburgh), Sapore di mare e Sapore di mare 2 - Un anno dopo[2] (nei quali interpreta Susan, una straniera innamorata degli agi). Nel 1981 fu la soubrette al fianco di Gianfranco D'Angelo nel varietà di Rai 2 Signori si parte, del quale cantò anche le sigle e nel dicembre dello stesso anno conquistò la copertina di Playboy, dove veniva indicata come la rivale di Heather Parisi.

Nel 1982 condusse la seconda edizione di Popcorn[3], il primo programma musicale della Fininvest andato in onda su Canale 5. Al culmine della fama, nel marzo 1984, apparve ancora senza veli sulla rivista Playmen[1]. Nello stesso anno recitò al fianco di Jerry Calà nel film Domani mi sposo e nella commedia vacanziera Giochi d'estate e nel 1987 venne diretta anche da Steno nel film Animali metropolitani. Nel 1988 recitò ancora per Vanzina nel film La partita e in seguito ballò la sigla finale del serial cabarettistico Zanzibar[1], in cui interpretò la parte di Eva (un'avventrice in perpetua attesa del fidanzato Raul).

Nel 1989 apparve in due episodi del telefilm di Italia 1 Classe di ferro e dopo qualche altro piccolo ruolo in pellicole di genere horror come Il gatto nero di Luigi Cozzi e Voci dal profondo per la regia di Lucio Fulci, abbandonò il mondo del cinema e dopo la fine del suo matrimonio con un italiano fece ritorno a Londra con il figlio Alessandro Corona (Alex)[4] dove divenne un'insegnante[5]. Nel 1998 tornò a recitare per la miniserie tv Cerco l'amore e nel 1999 ha partecipato alla trasmissione tv Meteore - Alla ricerca delle stelle perdute[1]. Nel 2008 ha scoperto di avere un tumore al seno dal quale si è curata e a marzo del 2013 fu ospite nel salotto televisivo di Domenica Live, dove parlò della sua malattia e della guarigione[5] ma a causa di una recidiva tumorale morì all'età di 55 anni il 18 aprile 2016[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

45 giri[modifica | modifica wikitesto]

  • 1981 – Good-Bye America
  • 1981 – Mexico/Maraja (Con El Pasador, Fontana Records – 6025 283)
  • 1982 – Tingimi di blu/Pelle a pelle (Polydor, 2060 262)
  • 1990 – Now... Follow Me/Terra Promessa (Remix House Version) (L'imperiale Music – IMPERO 505, 12", col DJ Roberto Onofri)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Addio Karina Huff, la Susan di 'Sapore di mare', volto della commedia italiana anni 80
  2. ^ Marco Giusti, Dizionario dei film italiani stracult, Sperling & Kupfer, 1999, ISBN 88-200-2919-7.
  3. ^ "Torna Karina Huff". La Stampa. 28 April 1982, pg. 29.
  4. ^ Questo articolo è stato scritto da La Redazione, autore NotizieWebLive, Lettera di Alessandro Corona figlio di Karina Huff a Pomeriggio 5, su NotizieWebLive.it, 18 aprile 2016. URL consultato il 13 febbraio 2021.
  5. ^ a b Karina Huff a Domenica Live: grazie a mio figlio sono sopravvissuta al tumore, in Today (quotidiano online), 11 marzo 2013. URL consultato il 7 luglio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN172166756 · LCCN (ENno2011101161 · BNF (FRcb150829892 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2011101161