Giusi Raspani Dandolo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giusi Raspani Dandolo nel 1962

Giusi Raspani, nata Dandolo (Trani, 23 agosto 1916Roma, 14 gennaio 2000) è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sposata con Rolando Raspani, dotata di una bella voce, frequenta il Conservatorio di Bolzano. Dopo la fine degli studi, inizia a lavorare nello spettacolo lirico, ma ben presto preferisce indirizzarsi verso la prosa. Parte quindi per Roma e si inscrive all'Accademia di Arte Drammatica, diplomandosi, dopo grandi sacrifici, nel 1940. Sarà Laura Adani ad accorgersi del suo talento e a farla debuttare in teatro in parti brillanti.

Negli anni successivi entra nelle Compagnie di Sergio Tofano, Gino Cervi, Andreina Pagnani ed Emma Gramatica.

Diventerà in poco tempo attrice molto ricercata nel mondo dello spettacolo, sia per le sue doti recitative sia per quelle canore, oltre che per la sua non comune capacità di ricoprire vari tipi di ruoli che la vedranno attiva nel teatro drammatico e leggero, nell'Operetta, nel Varietà, in Radio e anche in Televisione.

Silvio Gigli con le attrici del varietà radiofonico RAI del venerdì, "Briscola", Wanda Tettoni, Clely Fiamma, Ria Saba, Giusi Raspani Dandolo, Isa Bellini, Rina Franchetti (1950)

Negli anni 40 entra a far parte della Compagnia del Teatro Comico Musicale di Radio Roma, che produce la maggior parte del varietà radiofonico, tra cui la trasmissione settimanale La bisarca di Garinei e Giovannini, uno dei maggiori successi degli anni 1949 1950 - 1950 1951. Nella compagnia, che era diretta in prevalenza dal regista Riccardo Mantoni, oltre alla Dandolo, lavoravano Wanda Tettoni, Mario Pisu, Gilberto Mazzi, Antonio Battistella, Isa Bellini, Elio Pandolfi, Clely Fiamma, Rosalba Oletta, Renato Turi, Virgilio Gottardi, Giovanni Cimara, Sergio D'Alba, Giuseppe Pierozzi, Nuccia Galimberti.

Il debutto della Dandolo davanti alla cinepresa avviene nel 1943, nella pellicola diretta da Sergio Tofano Gian Burrasca, e fino al 1982 girerà circa 30 film, lavorando con registi come Mattoli, Bolognini, Bragaglia, Wertmüller e Festa Campanile.

Alla fine degli anni 40 Giorgio Strehler la dirige in vari spettacoli del Piccolo Teatro di Milano, tra cui Questa sera si recita a soggetto. Nel 1963 l'attrice forma una sua compagnia con Mario Scaccia, e la sua recitazione nella commedia La fastidiosa di Franco Brusati, con la regia di Josè Quaglio, le fa vincere il premio S.Genesio per la prosa dell'anno.

Nel 1966, Garinei e Giovannini la scritturano per la commedia musicale Ciao Rudy, con Mastroianni, e per la sua interpretazione, anche canora, le sarà consegnata la Maschera D'Argento come migliore caratterista.

Muore a Roma nel 2000 per embolia[1].

Attività come attrice[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio Raspani Dandolo, ultima caratterista, Corriere.it, 15 gennaio 2000. URL consultato il 7 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il pre 1/1/2016).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le attrici, Gremese editore Roma 1999
  • Il Radiocorriere, annate varie
Controllo di autorità VIAF: (EN233379650 · SBN: IT\ICCU\RAVV\308863