Rita la zanzara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rita la zanzara
Lingua originaleitaliano
Paese di produzioneItalia
Anno1966
Durata110 min
Generesentimentale
RegiaLina Wertmüller (come G. Brown)
SoggettoSergio Bonotti
SceneggiaturaLina Wertmüller
ProduttoreSergio Bonotti, Gilberto Carbone
Casa di produzioneMondial TeFi
Distribuzione (Italia)Titanus
FotografiaDario Di Palma
MontaggioFranco Fraticelli
MusicheBruno Canfora con la Partecipazione del Gruppo Musicale "The Planets"
ScenografiaFabrizio Frisardi
Interpreti e personaggi

Rita la zanzara è un musicarello del 1966 diretto da Lina Wertmüller[2].

È presente nel titolo un richiamo alla vicenda de "La zanzara", giornale studentesco del liceo Parini di Milano sequestrato per oscenità alcuni mesi prima dell'uscita del film.

Il film avrà un sequel nel 1967, Non stuzzicate la zanzara, anch'esso diretto da Lina Wertmüller (firmato con il suo vero nome).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rita è una studentessa liceale piuttosto ribelle; ama non corrisposta il suo professore di musica Paolo Randi. Insospettita dalla frequente sonnolenza del suo amato insegnante, scopre che l'uomo ha una doppia vita: di giorno compìto professore di musica classica, di notte scatenato esecutore di musica yéyé. Dopo varie traversie, Rita riesce a sostituirsi a Lida, cantante partner nella vita notturna del professore, ed a portare al successo la canzone composta da Paolo che si scopre innamorato della sua alunna.

Rita Pavone con Carmelo Pagano al Festival delle Rose del 1966

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

" […] Fievole storiella rosa a uso e consumo delle esibizioni canore della torinese R. Pavone (1945) che non manca di brio" anche perché "Corredato da un'ottima squadra di caratteristi" [3].

Pubblico[modifica | modifica wikitesto]

Il film ebbe un grande successo, con circa 980 milioni di Lire d'incasso.

Altri titoli con cui è stato distribuito[modifica | modifica wikitesto]

  • La Pícara Rita: Spagna
  • Rita the Mosquito: non noto

Distribuzione in altre nazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Aquarius TV per la TV greca

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Le collettine e i collettoni erano dei giovani ballerini che accompagnavano Rita Pavone nelle sue esibizioni. Da essi sono emersi elementi che si sono poi affermati come Stefania Rotolo, Loredana Bertè, Silvia Dionisio e Giuliana Valci.
  2. ^ La Wertmüller, alla sua terza regia, compare con lo pseudonimo G. Brown.
  3. ^ Recensione e trama su "mymovies" di Laura, Luisa e Morando Morandini

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema