Silvia Dionisio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvia Dionisio in La ragazza di nome Giulio (1970)

Silvia Dionisio (Roma, 28 settembre 1951) è un'attrice e modella italiana.

La sua carriera di attrice va dal 1965 al 1982; la fama raggiunge l'apice negli anni settanta grazie alla partecipazione a film come Amici miei e Ondata di piacere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di un pediatra romano[1], debuttò nel cinema a soli 14 anni nel film Darling. Nel 1967 vince il concorso di bellezza Miss Teenager[2]. Nel 1970 Tonino Valerii adatta lo scandaloso romanzo di Milena Milani, La ragazza di nome Giulio, ed offre il primo ruolo a Silvia. La sua carriera continuò con parti in film musicali a basso costo, con cantanti come Mario Tessuto, Gianni Dei, Little Tony e Mal. Sul set di uno di questi film conobbe il regista Ruggero Deodato, che divenne suo marito il 5 dicembre 1971. I due divorziano nel 1979, ma da questa unione nacque un figlio, Saverio Deodato Dionisio, che diventerà pure lui attore.

Nel 1975 fu la protagonista di Ondata di piacere (film diretto da suo marito Deodato) che consacrò la Dionisio come una delle più belle e raffinate icone erotiche del periodo. Il film ebbe problemi di censura e l'attrice, insieme al regista, il produttore ed altri attori, venne incriminata dalla Procura di Bolzano per oscenità; in seguito fu prosciolta con formula piena[3]. Nello stesso anno interpretò Titti, l'amante di Ugo Tognazzi nel film Amici miei di Mario Monicelli, dove appare anche in alcune scene di nudo, costante di quasi tutta l'ultima parte della sua filmografia. Nel 1976 è la voce femminile del gruppo Albatros capitanato da Toto Cutugno nel brano Volo AZ 504[4][5] portato al Festival di Sanremo e in seguito notevole successo anche in Francia.

Appare sulle copertine di alcuni 45 giri di musica disco a firma di Andrè Carr (pseudonimo di Vince Tempera) ed è ritratta anche sul 45 giri di Ennio Morricone intitolato El Mundial, sigla ufficiale dei Mondiali di calcio del 1978. Nel 1978 è la voce femminile nella canzone Profondamente deluso del tuo comportamento di Alberto Baldan. Tra la metà degli anni settanta e il biennio 1980-1981 la Dionisio è presente in numerose pellicole da commedie di buona fattura (Il... Belpaese, Il marito in collegio, Aragosta a colazione) ad alcuni polizieschi tra i quali Uomini si nasce poliziotti si muore (del marito Deodato) e Milano violenta (di Mario Caiano), fino al thriller erotico La ragazza del vagone letto.

Nel 1980 è coprotagonista nelle commedie Ciao marziano di Pier Francesco Pingitore e Crema, cioccolata e pa... prika diretta da Michele Massimo Tarantini. Nel 1981 è protagonista del thriller Murder Obsession, ultimo lavoro di Riccardo Freda, maestro del cinema gotico; sarà l'ultima partecipazione cinematografica della Dionisio. Nel 1983 si sposò con il chirurgo romano Roberto Mazzarella, con il quale ebbe una figlia. Tornò a sorpresa sulle scene nel 1984 per interpretare uno spot pubblicitario per la Campari intitolato Oh, che bel paesaggio! e diretto dal maestro Federico Fellini, per poi ritirarsi definitivamente a vita privata.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Riviste[modifica | modifica wikitesto]

  • Foto di Walter Torquati
  • Silvia Dionisio apparve due volte sulla copertina dell'edizione italiana della rivista Playboy: nell'agosto 1974 e nell'aprile 1976.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN161593637 · SBN: IT\ICCU\LO1V\270995 · BNF: (FRcb16757586v (data)