Krisma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Krisma
Krisma-by-origa.jpg
Ritratto dei Krisma
Paese d'origine Italia Italia
Genere New wave
Rock sperimentale
Post-punk
Synth pop
Italo disco
Periodo di attività 1976-2015
Album pubblicati 14
Studio 13
Live 1
Raccolte 3
Sito web

I Krisma, inizialmente noti come Chrisma, acronimo nato dall'unione delle prime lettere dei nomi degli artisti componenti, Christina Moser e Maurizio Arcieri, sono stati un duo musicale italiano formato nel 1976, famoso per le sue sperimentazioni rock.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto nacque da un'idea di Maurizio Arcieri (già cantante nel gruppo beat New Dada e poi cantante solista negli anni sessanta) che formò il duo con Christina Moser. Lo stile musicale del duo era connotato inizialmente da forti influenze punk, per poi confluire in sperimentazioni elettroniche d'avanguardia new wave e synth pop, caratterizzate da ritmi ossessivi, quasi progressive, considerate pionieristiche per il panorama musicale italiano, accompagnate dalla grande attenzione per l'aspetto visivo della loro musica (look e video).

La loro attività iniziò nel 1976 con la pubblicazione di un singolo intitolato Amore, un brano dalla forte connotazione sensuale, così come il singolo pubblicato nel 1977, intitolato U, reinterpretazione della famosa canzone degli Odissey, Who, pubblicata nel 1974. Questi due lavori risultarono piuttosto lontani dallo stile musicale che li contraddistinguerà in seguito.

Nel 1977 il duo incise il primo album, Chinese Restaurant, prodotto da Nico Papathanassiou, fratello di Vangelis degli Aphrodite's Child, da cui fu estratto il singolo Lola.

In questo periodo i Krisma vennero influenzati dal movimento punk, sia per il look che per le performance live (profonda sensazione creò il gesto di Maurizio che, durante un concerto, si ferì con una lametta da barba rischiando di perdere un dito).

Nel 1979 pubblicarono Hibernation, sempre prodotto da Nico Papathanassiou, e nel 1980 Cathode Mama (a partire dal quale cambiarono nome in Krisma) con cui si concretizzò la loro svolta elettro-pop, anche grazie all'ingresso nella formazione di Hans Zimmer, già produttore degli (Ultravox e The Buggles). In questo periodo arrivò il successo commerciale, con brani quali Many Kisses, la loro più grande hit, e Cathode Mamma.

I Krisma dal vivo a Pasian di Prato (PN) nel 2007

Negli anni successivi Maurizio e Christina, tornati ad essere un duo, si trasferirono definitivamente a Londra, pubblicando Clandestine Anticipation, (un concept album dedicato all'acqua in tutte le sue forme, per poi giungere a New York e pubblicare l'album Fido (reintitolato Nothing to Do with the Dog per il mercato italiano e, a causa della rottura dei rapporti con Caterina Caselli, pubblicato non più dalla CGD[1] ma dalla Franton Music di Francesco Sanavio e Tony Tasinato[2]).

Nel 1986, tornati in Italia, pubblicarono l'album Iceberg, trainato dal singolo Signorina. Del 1989 è l'ultimo lavoro in vinile, per l'etichetta di Vasco Rossi Bollicine, Non ho denaro. Nella seconda metà degli anni novanta sono stati ospiti fissi delle serate del Cocoricò di Riccione, nelle quali Maurizio Arcieri si produceva in sperimentazioni sonore realizzate con il software Re-Birth.

Negli anni 2000 hanno lavorato con i Subsonica con cui hanno duettato in Nuova ossessione e con Franco Battiato nell'album Dieci stratagemmi, continuando a pubblicare musica via Internet. Nel 2001 hanno pubblicato il singolo Kara e nel 2002 hanno pubblicato un Greatest Hits con i loro pezzi più famosi, reinterpretati. Nel 2009 hanno partecipato al festival Mi ami ancora al Leoncavallo di Milano, mentre viene pubblicato un disco tributo dal titolo ChyberNation, ad opera della netlabel Dischi Strambelly, dove molti artisti indipendenti interpretavano cover del duo[3].

Ad ottobre del 2011 il tributo ChyberNation venne ripubblicato dall'etichetta Interno 4 Records, in una nuova versione disponibile anche in CD ed accompagnato da un libro che contiene la prima biografia autorizzata del gruppo, una discografia ed una lunga intervista esclusiva, sotto l'egida di Joyello Triolo e con una prefazione curata da Luca Frazzi. Nel 2012 sono tornati ad esibirsi dal vivo, aprendo alcuni concerti di Franco Battiato accompagnati da Pika Palindromo.

Il gruppo ha cessato definitivamente la sua attività nel 2015, con la morte di Maurizio Arcieri avvenuta il 29 gennaio.[4]

Videoclip e televisione[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo è stato uno dei primi a capire e sfruttare il potenziale del videoclip. Emblematico in tal senso fu quello della canzone Aurora B, in cui i due simulavano atti sessuali. I video tratti dall'album Clandestine Anticipation, furono girati in Indonesia, località piuttosto inusuale per quei tempi.

A partire dagli anni novanta, i Krisma iniziarono a collaborare con Rai 3 in programmi come Fuori orario, Pubblimania e Sat Sat. Collaborarono inoltre con MTV e France 2 e apparivano frequentemente come ospiti nel programma di Red Ronnie Be Bop a Lula. Oltre a dedicarsi ad installazioni artistiche, lavorarono con Marco Ferreri per il film Nitrato d'argento del 1996.

Nel 1998, sfruttando il loro interesse per le trasmissioni satellitari, irradiarono via satellite KrismaTV, un'emittente in cui immagini di ogni sorta venivano miscelate con motivi musicali. Dal gennaio 2009 fecero parte del cast fisso di Chiambretti Night e nel 2011 furono vittime di uno scherzo delle Iene.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Come Chrisma[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1976 - Amore / Sweet Baby Sue - Polydor
  • 1977 - U part. I / U part. II - Polydor
  • 1977 - Lola / Black Silk Stocking - Polydor
  • 1977 - C-Rock / Mandoya - Polydor
  • 1979 - Gott Gott Electron / Vetra Platz - Polydor
  • 1979 - Aurora B. / Hibernated Nazi - Polydor

Come Krisma[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1980 - Many Kisses / Rien Ne Va Plus - Polydor
  • 1980 - Cathode Mamma / R.rock - Polydor
  • 1982 - Water / Samora Club - CGD
  • 1983 - Nothing To Do With The Dog / Find A Friend - Franton Records
  • 1985 - Be Bop / Be Bop (rep.) - Carosello
  • 1985 - Iceberg / Skyline - Carosello
  • 1987 - Signorina / Hotta Choccolata - Carosello
  • 2001 - Kara - Alice records
  • 2007 - Isola (Digital Download)

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 1980 - Vangelis See You Later con il brano Suffocation
  • 2002 - Subsonica Amorematico con il brano Nuova Ossessione
  • 2003 - Enfantronique Ecole 72 con il brano T1NC6
  • 2004 - Franco Battiato Dieci Stratagemmi con i brani Odore di polvere da sparo, 23 coppie di cromosomi, Apparenza e realtà
  • 2006 - AA.VV. Congarbo con il brano "Isola"
  • 2006 - Isola (Battiato Remix)[[[Aiuto:Chiarezza|]]]
  • 2011 - AA.VV. CHyberNation con i brani Opera Punk (Inedito) e La forza mia (Inedito)

Hit parade singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 1977 - U
  • 1978 - Lola (#13)
  • 1980 - Many kisses (Tirana love lunch) (#3)
  • 1987 - Signorina (#42)

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Autori Vari (a cura di Gino Castaldo), Dizionario della canzone italiana, editore Armando Curcio (1990); alla voce Krisma
  • Alessandro Bolli, Dizionario dei Nomi Rock, Padova, Arcana editrice, 1998, ISBN 978-88-7966-172-0.
  • Marco Philopat, Lumi di punk: la scena italiana raccontata dai protagonisti, Agenzia X, 2006.
  • Joyello Triolo, Chybernation, con allegato Cd audio 16 tracce e 2 inediti dei Krisma, NdA Press 2011, ISBN 978-88-89035-48-1.
  • Livia Satriano, Gli altri Ottanta. Racconti dalla galassia post-punk italiana, Milano, Agenzia X, 2014, ISBN 978-88-95029-99-3.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]