Mario Caiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Mario Caiano (Roma, 13 febbraio 1933Roma, 20 settembre 2015[1]) è stato un regista e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del regista e produttore Carlo Caiano, dopo essersi laureato in Lettere Classiche e Archeologia all'inizio degli anni cinquanta inizia a lavorare come archeologo. La sua vera passione però è il cinema, i cui ambienti ha cominciato a frequentare quando ancora era studente e che non si rassegna ad abbandonare neppure dopo la laurea e il primo lavoro. Nel tempo libero lavora come sceneggiatore e in qualche caso come aiuto regista. Tra il 1952 e il 1960 abbandona progressivamente l'incarico presso la Sovrintendenza e finisce per dedicarsi a tempo pieno al cinema. Il suo debutto come regista avviene nel 1960 con il film Ulisse contro Ercole, un peplum di cui cura anche soggetto e sceneggiatura. Da quel momento inizia a girare vari film di buon successo commerciale che ne fanno uno dei più apprezzati registi e sceneggiatori del cinema di genere italiano.

Nel 1963 dirige insieme a Ricardo Blasco il film Duello nel Texas, considerato tra i capostipiti dello spaghetti-western. Un anno dopo, nel 1964, Caiano dirige il film "gemello" del più blasonato Per un pugno di dollari, dal titolo Le pistole non discutono.

Nel 1970 inizia a lavorare per la Rai, sceneggiando e dirigendo diverse serie tv di successo, fra cui la serie televisiva a quiz Giallo sera. È stato inoltre autore di documentari come "Dalai Lama, oceano di saggezza" e "Il presepe napoletano", mandati in onda dalla RAI. Nel 1977 ha girato il film erotico La svastica nel ventre.

Tra i film diretti da Caiano anche I racconti di Viterbury - Le più allegre storie del '300 del 1973. Caiano diresse la pellicola con lo pseudonimo Edoardo Re: in un'intervista televisiva, il regista romano si giustificò motivando che un po' di pudore gli fece scegliere, alla firma del contratto, il nome del santo di quel giorno, che era per l'appunto San Edoardo Re (il 13 ottobre).

Nel luglio 2014, Caiano ha pubblicato Autobiografia di un regista di B-Movies (Il Foglio Letterario Edizioni - Collana Cinema).

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Autobiografia di un regista di B-Movies, Il Foglio Letterario Edizioni - Collana Cinema, 2014.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Caiano Repubblica.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN46556674 · LCCN: (ENno2007147464 · ISNI: (EN0000 0001 1471 8732 · GND: (DE140519165 · BNF: (FRcb13948474j (data)