Una cavalla tutta nuda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una cavalla tutta nuda
Una cavalla tutta nuda.jpg
Una scena del film
Titolo originale Una cavalla tutta nuda
Paese di produzione Italia
Anno 1972
Durata 100 min
Genere commedia, erotico
Regia Franco Rossetti
Soggetto Franco Rossetti, liberamente ispirato a novelle di Giovanni Boccaccio e Franco Sacchetti
Sceneggiatura Franco Rossetti, con la collaborazione di Francesco Milizia e Nelda Minucci
Produttore Jack Lauder, Franco Rossetti
Casa di produzione Hubris Films
Fotografia Roberto Girometti
Montaggio Mario Morra
Musiche Don Backy[1] e Detto Mariano
Scenografia Gaia Romanini
Costumi Wanda Pruni
Trucco Ada Morandi
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Una cavalla tutta nuda è un film del 1972 diretto Franco Rossetti, liberamente ispirato a novelle di Giovanni Boccaccio e Franco Sacchetti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gulfardo de' Bardi e il suo amico Folcacchio Folcacchieri sono incaricati dal priore di Borgo d'Elsa di recare un'ambasceria al vescovo di Volterra. Durante il viaggio i due s'imbattono in una giovane e bella contadina di nome Gemmata, sposa di Niccolò. Folcacchio e Gulfardo fanno credere al marito ingenuo che possono trasformare Gemmata in cavalla e poi farle riavere di nuovo le sembianze umane. Folcacchio cerca di godersi la donna nella stalla, ma all'improvviso sopraggiunge Niccolò.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Accreditato con il suo vero nome, Aldo Caponi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]