Il mio amico Benito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il mio amico Benito
Il mio amico Benito.jpg
L'impiegato Di Gennaro (Peppino De Filippo)
Titolo originale Il mio amico Benito
Paese di produzione Italia
Anno 1962
Durata 100 min
Dati tecnici B/N
Genere commedia
Regia Giorgio Bianchi
Soggetto Amleto Nobili, Luigi Magni, Stefano Strucchi, Oreste Biancoli, Giorgio Bianchi
Sceneggiatura Luigi Magni, Stefano Strucchi, Oreste Biancoli, Giorgio Bianchi
Produttore Mario Mariani
Fotografia Tino Santoni
Montaggio Daniele Alabiso
Musiche Armando Trovajoli
Scenografia Luciano Ricceri
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il mio amico Benito è un film del 1962 diretto da Giorgio Bianchi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Peppino Di Gennaro è un semplice impiegato che vorrebbe fare carriera ma senza successo. Quando un amico gli regala una foto presa durante la prima guerra mondiale che lo ritrae in guerra con Benito Mussolini, decide di approfittarne per farsi ricevere dal Duce, ma l'OVRA lo blocca ogni volta. Dopo numerosi tentativi riesce ad entrare nel suo ufficio, emozionato si siede alla scrivania di Mussolini e si accorge che c'è la sua stessa foto in cornice, se la mette al petto. Proprio in quel momento ascolta il Duce che dal balcone annuncia l'entrata in guerra dell'Italia; deluso ed amareggiato, Peppino smonta la foto e macchia il proprio viso con una goccia di inchiostro. Se ne va mesto ed ormai emancipato dalla follia collettiva.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema