Attacco di Hamas a Israele del 2023

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Operazione alluvione Al-Aqsa
parte della guerra di Gaza
Immagine satellitare degli incendi in territorio israeliano, vicino la Striscia di Gaza, durante gli attacchi.
Data79 ottobre 2023
LuogoDistretto Meridionale, Israele
Causa
Esito
  • Temporanea incursione nel territorio israeliano, con conseguente massacro di civili
  • Ricattura dei territori da parte dell'IDF
  • Blocco totale della striscia di Gaza
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
Perdite
  • 1 000 militanti uccisi[4]
  • 200 militanti catturati
1 200 Israeliani uccisi[5], di cui:
  • 859 civili[6]
  • 281 soldati[7]
  • 57 poliziotti[7]
  • 10 membri dello Shin Bet[7]
  • 247 persone prese in ostaggio[8]

    100-200 persone scomparse[9]
    500 000 israeliani sfollati dai territori confinanti con la Striscia di Gaza[10]
    Voci di operazioni militari presenti su Wikipedia

    L'attacco di Hamas a Israele del 2023, od operazione alluvione Al-Aqsa (in arabo:عملية طوفان الأقصى‎, ʿamaliyyat ṭūfān al-ʾAqṣā), è consistito in una serie di attacchi di gruppi armati, provenienti dalla striscia di Gaza, con conseguente uccisione di 1200 civili e militari israeliani, e nel rapimento di circa 250 di questi, avvenuto il 7 ottobre 2023 nel territorio di Israele, pianificato e operato da Hamas, con il supporto di altri gruppi terroristici palestinesi.

    In un solo giorno, 859 civili israeliani,[11] 278 soldati[12] (307 secondo altre fonti[13]) e 57 membri delle forze dell'ordine[14][13] sono stati uccisi in località, kibbutz e basi militari nei dintorni della Striscia di Gaza.[15][16] Circa 250 persone, di cui circa 30 bambini, sono state rapite e portate come ostaggi nella Striscia.[17][18] [19] Sono stati segnalati anche numerosi casi di stupri e violenze sessuali.[20]

    L'attacco di Hamas, ufficialmente intrapreso con l'intento di rispondere alle azioni provocatorie delle forze israeliane svolte nella Moschea al-Aqsa e le violenze perpetrate nei campi dei rifugiati in Cisgiordania,[21][22][23] è avvenuto nel giorno del cinquantesimo anniversario dello scoppio della guerra arabo-israeliana del 1973.[24][25]

    Si tratta del primo conflitto all'interno del territorio de iure di Israele dalla guerra arabo-israeliana del 1948. Israele, a seguito dell'attacco di Hamas, ha formalmente dichiarato guerra per la prima volta dalla guerra dello Yom Kippur del 1973,[26] avviando quindi la guerra Hamas-Israele del 2023.

    Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

    Lo stesso argomento in dettaglio: Conflitto Israele-Striscia di Gaza.

    La Striscia di Gaza e Israele sono in conflitto dal ritiro israeliano dalla striscia di Gaza nel 2005 e dall'acquisizione da parte di Hamas del controllo della striscia di Gaza dopo le elezioni del 2006 e dalla guerra civile tra Hamas e Fatah nel 2007. La Striscia di Gaza è sotto il blocco israeliano ed egiziano dal 2007 e ha portato Human Rights Watch a definire la Striscia una "prigione a cielo aperto". Inoltre, Gaza è isolata dal resto del mondo e l'accesso alle risorse, tra cui cibo, acqua ed elettricità, è controllato da Israele ed Egitto. Il blocco ha causato notevoli difficoltà economiche ai palestinesi, ed è stato citato da Hamas come una delle ragioni della sua offensiva.

    L'attacco è avvenuto durante la festa ebraica della Simchat Torah e lo Shabbat, e un giorno dopo il cinquantesimo anniversario della guerra dello Yom Kippur, anch'essa iniziata con un attacco a sorpresa. L'attacco è seguito a tre settimane di violenza presso il muro di separazione tra Israele e Gaza. Hamas ed Israele avevano negoziato una tregua il 29 settembre 2023, con la mediazione di Qatar, Egitto e Nazioni Unite. Prima dell'attacco e includendo combattenti e civili di entrambe le parti, almeno 247 palestinesi erano stati uccisi dalle forze israeliane nel 2023, mentre 32 israeliani e due cittadini stranieri erano stati uccisi in attacchi palestinesi.

    Israele e Arabia Saudita stanno conducendo negoziati per normalizzare le relazioni, con il principe ereditario saudita Mohammed Bin Salman che ha recentemente affermato che la normalizzazione è stata "per la prima volta reale".[27] Il Ministero degli esteri dell'Arabia Saudita ha affermato in una dichiarazione di aver "ripetutamente avvertito che l'occupazione di Gaza in corso da parte di Israele potrebbe provocare ulteriore violenza".

    Il comandante delle Brigate Izz ad-Din al-Qassam, Mohammed Deif, ha detto in un messaggio registrato che l'attacco è stato la risposta alla "profanazione della moschea di Al-Aqsa" e all'uccisione e al ferimento di centinaia di palestinesi quest'anno da parte di Israele. Ha invitato i palestinesi e gli arabi israeliani a "espellere gli occupanti e demolire i muri". Il leader di Hamas Saleh al-Arouri ha affermato che l'operazione è stata una risposta "ai crimini dell'occupazione", aggiungendo che i combattenti stavano difendendo la moschea di Al-Aqsa e migliaia di prigionieri palestinesi detenuti da Israele. Un portavoce della Jihad islamica palestinese ha dichiarato di non considerare i cittadini israeliani come civili: "Non stiamo uccidendo civili. Questa è una società militare. Sono loro che eleggono i loro governi".

    Nel settembre 2023 Donald Trump ha accusato Joe Biden di aver finanziato l'Iran, storico sostenitore di Hamas, con lo scongelamento di 6 miliardi di dollari di fondi iraniani depositati nelle banche del Qatar, pagati per la liberazione di cinque ostaggi statunitensi,[28] rispondendo a queste accuse l'amministrazione di Biden ha affermato che si tratta di accuse in mala fede poiché tali fondi scongelati sono sempre depositati presso banche dal Qatar e per gli accordi presi possono essere utilizzati soltanto per transazioni umanitarie individuali, approvate da banche del Qatar.[29]

    Il conflitto[modifica | modifica wikitesto]

    7 ottobre[modifica | modifica wikitesto]

    Inizio dell'attacco palestinese[modifica | modifica wikitesto]

    Conseguenze di un attacco missilistico a Rishon LeZion

    Intorno alle 6:30 (UTC+3) del mattino del 7 ottobre 2023, Hamas, attraverso un comunicato da parte del comandante Mohammed Deif[30] ha annunciato l'inizio dell'Operazione Alluvione Al-Aqsa,[31][32] lanciando un massiccio attacco missilistico con oltre 5000 razzi dalla Striscia di Gaza verso Israele[33] e ha esortato tutti i "musulmani nel mondo a unirsi alla lotta".[30]

    Israele ha riferito che sono stati lanciati solamente 2500 razzi verso il suo territorio provocando l'uccisione di cinque persone.[31][34][35] Esplosioni sono state segnalate nelle zone circostanti la Striscia e nelle città della pianura di Sharon, tra cui Gedera, Herzliya[36], Tel Aviv e Ascalona.[35] Sirene d'allarme antiaereo sono state attivate a Be'er Sheva, Gerusalemme, Rehovot, Rishon LeZion e nella base aerea di Palmachim.[37][38]

    Incursioni in Israele[modifica | modifica wikitesto]

    Lo stesso argomento in dettaglio: Massacro del festival musicale Supernova.
    Breve filmato da telecamera fissa sull'attacco di Hamas members contro i coloni del Kibbutz Mefalsim

    Contemporaneamente al lancio di razzi, milizie palestinesi hanno attaccato le postazioni militari israeliane a guardia del confine, distruggendo torri di guardia[39] e aprendo brecce nella barriera di separazione al confine.[40] I combattenti Palestinesi, circa 2500, si sono infiltrati in Israele utilizzando autocarri, camioncini, motociclette, bulldozer[40], motoscafi, parapendii a motore e deltaplani,[41][42][43][44][45] riuscendo a conquistare i valichi di frontiera a Kerem Shalom, a Erez e creando falle nel muro di separazione in 5 località.[46] I combattenti grazie all'utilizzo di droni, riescono a distruggere un carro armato, di guardia al confine, e a far prigionieri i soldati al suo interno.[47][48][49] Video, circolati sui social media, mostrano guerriglieri palestinesi alla guida di veicoli militari israeliani sequestrati.[50] Altri video circolati[51] mostrano combattenti palestinesi pesantemente armati con il viso coperto, vestiti con abiti neri, alla guida di pick-up che aprono il fuoco nella città di Sderot, uccidendo civili e soldati israeliani[52].

    Altri combattenti palestinesi sono atterrati con i deltaplani[53] ad un festival musicale organizzato a Re'im, accerchiando e aprendo il fuoco contro la folla che tentava la fuga, uccidendo più di 260 persone.[54][55][56][57] I sopravvissuti all'attacco sono stati presi come ostaggi e trasportati a Gaza.[58][59][60] I combattenti sono riusciti a penetrare le barriere difensive di Israele via terra, via mare e cielo, senza la tempestiva allerta delle forze di sicurezza o un avviso preventivo da parte del Mossad.[61]

    Gli infiltrati palestinesi hanno conquistato nei primissimi minuti dell'offensiva le località: Nir Oz, Be'eri, Netiv HaAsara, e i kibbutz intorno alla Striscia di Gaza, prendendo ostaggi, dando fuoco alle case e uccidendo uomini, donne e bambini.[59][60][62][63] Ostaggi sono stati presi anche a Ofakim, città a più di 30 km dal confine con la Striscia.[64]

    Poco prima delle 7:00, 70 uomini armati di Hamas, hanno sfondato la recinzione del kibbutz di Kfar Aza, attaccandolo da tutte le direzioni. I residenti della comunità, hanno tentato di formare una milizia volontaria di difesa, che però è stata sopraffatta[65], e più di 200 civili, fra cui molti bambini, sono stati uccisi, casa per casa, in quello che è stato poi chiamato il massacro di Kfar Aza.[63][66][67] In contemporanea e con le stesse modalità[63], 108 civili sono stati uccisi nel massacro di Be'eri[68] e 15 nel massacro di Netiv HaAsara[69], in quello che è stato descritto come il "peggior massacro di ebrei in un solo giorno dall'Olocausto".[70][71][72]

    Per quanto riguarda l'assalto al kibbutz di Be'eri, secondo la testimonianza dell'israeliana Yasmin Porat presente agli scontri, riportata da The Electronic Intifadala parte dei civili sarebbe stata uccisa anche dal fuoco delle forze armate israeliane nella fase finale del lungo combattimento intercorso fra le stesse e i combattenti di Hamas e durante la quale gli israeliani hanno sparato con carri armati contro gli edifici in cui erano asserragliati gli assalitori del kibbutz. La dichiarazione sarebbe stata resa in una intervista telefonica in diretta nel corso del programma Haboker Hazeh ("Questa mattina") condotto da Aryeh Golan sull'emittente radiofonica pubblica israeliana Kan Bet.[73][74] Lo stesso fatto è stato confermato dalle dichiarazioni rese al quotidiano Haaretz da Tuval Escapa, membro della squadra di sicurezza del kibbutz, secondo il quale il combattimento andò avanti per ore e si risolse solo allorché i comandanti israeliani presero la "difficile decisione" di cannoneggiare le abitazioni del kibbutz per "eliminare i terroristi, senza sapere se gli israeliani in quegli edifici fossero vivi o morti"[senza fonte].[75]

    Sempre il 7 ottobre, commandos palestinesi hanno compiuto un attacco anfibio nella zona costiera di Zikim, invadendo la base militare Bahat 4.[76] Durante l'attacco la marina israeliana è riuscita a distruggere alcune delle imbarcazioni prima che raggiungessero la costa,[77][78] ma i palestinesi, nonostante le perdite, sono riusciti a conquistare un'altra base militare, vicino a Nahal Oz, uccidendo almeno due soldati israeliani e catturandone altri sei.[77]

    Intorno alle 10:00, dopo 4 ore dall'inizio dell'operazione, i combattenti Palestinesi sono arrivati alla base militare di Re'im, catturandola dopo uno scontro armato.[79][80] I miliziani arrivati a Sderot, attaccano la stazione di polizia uccidendo 30 agenti.[81][82][83]

    Mappa delle incursioni palestinesi del 7 ottobre

         Striscia di Gaza

         Presenza dei combattenti palestinesi

    Mappa delle prime fasi dell'attacco contro Zikim.

    Diversi gruppi palestinesi hanno espresso il loro sostegno all'operazione. Le Brigate della Resistenza Nazionale, braccio armato del Fronte Democratico per la Liberazione della Palestina (FDLP), hanno confermato la loro partecipazione all'operazione attraverso un comunicato dal loro portavoce militare Abu Khaled[84], affermato di aver perso tre combattenti negli scontri con l'IDF[85]. Il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina (FPLP), un altro gruppo militante socialista palestinese, e la Fossa dei Leoni, hanno espresso il proprio sostegno all'operazione[86], dichiarando la massima allerta e mobilitazione generale fra le proprie truppe[87][88], le Brigate Abu Ali Mustafa (ala armata del FPLP) rivendicano l'assalto alle torri di guardia israeliane, nelle prime fasi del conflitto.[89]

    Risposta israeliana[modifica | modifica wikitesto]

    L'attacco, che ha coinciso con la festa ebraica del Simchat Torah e del Sukkot, ha colto di sorpresa gli israeliani.[90] Il primo ministro israeliano Netanyahu, ha convocato una riunione di emergenza e l'IDF ha annunciato l'inizio della controffensiva denominata Operazione Spade di Ferro.

    Netanyahu in un messaggio al popolo ha ufficialmente dichiarato lo stato di guerra[91][92], e insieme al ministro della Difesa Yoav Gallant una valutazione di sicurezza è stata condotta presso il quartier generale dell'IDF a Tel Aviv, nella quale è stata approvata la mobilitazione dei riservisti dell'esercito e la dichiarazione di uno stato di emergenza per le aree entro 80 chilometri dal confine con Gaza.[93][94] Ai residenti nei pressi del confine con Gaza è stato chiesto di rimanere in casa, mentre ai civili nel sud e nel centro di Israele è stato "richiesto di rimanere vicino ai rifugi".

    La regione meridionale di Israele è stata chiusa alla circolazione dei civili, e strade sono state chiuse intorno a Gaza e a Tel Aviv. Mentre l'aeroporto Ben Gurion e l'aeroporto di Eilat sono rimasti operativi, nonostante diverse compagnie aeree avessero cancellato i voli da e per Israele.[95] Le ferrovie israeliane hanno sospeso il servizio in alcune parti del Paese sostituendo alcune tratte con percorsi temporanei in autobus[96]. Il commissario di polizia israeliano Kobi Shabtai ha annunciato il dispiegamento dell'unità antiterrorismo Yamam nell'area. Il portavoce dell'IDF, il contrammiraglio Daniel Hagari, ha annunciato lo schieramento di quattro divisioni, in aggiunta ai 31 battaglioni presenti nell'area.[senza fonte]

    Reazioni[modifica | modifica wikitesto]

    I paesi europei, Stati Uniti, Brasile e India hanno condannato la parte palestinese per la violenza e hanno descritto le tattiche utilizzate come terrorismo, mentre alcuni paesi arabi e musulmani (come Iran e Qatar) hanno giustificato i fatti incolpando l'occupazione israeliana[97]. Molti altri paesi (tra cui Arabia Saudita, Russia e Turchia) hanno chiesto una riduzione della tensione.

    In Israele[modifica | modifica wikitesto]

    Irruzione di un combattente di Hamas in un kibbutz ripresa da una telecamera di sicurezza

    l gruppo di protesta Kaplan Force ha annunciato la cancellazione della manifestazione contro la riforma giudiziaria prevista il 7 ottobre a Tel Aviv. Il gruppo ha espresso sostegno all'IDF, affermando di essere al fianco "dell'IDF e delle forze di sicurezza che svolgono i loro compiti durante questo momento difficile e sperano nel ripristino della calma e della sicurezza". Forum 555 e Brothers in Arms, un gruppo di protesta di soldati riservisti che organizzò il boicottaggio della leva militare per protestare contro la riforma giudiziaria, ha inviato i riservisti a prestare servizio se fossero stati richiamati.

    Magen David Adom ha lanciato un appello per le donazioni di sangue e ha annunciato piani per una campagna speciale per le donazioni di sangue a Tel Aviv il 7 ottobre. Il 7 ottobre il ministero dell'Istruzione israeliano ha annunciato la chiusura di tutte le scuole del paese. Successivamente è stato prorogato fino al 10 ottobre. L' Haifa International Film Festival è stato cancellato. Bruno Mars ha cancellato il suo concerto programmato a Tel Aviv il 7 ottobre a causa degli attacchi e ha lasciato Israele. L'8 ottobre la UEFA ha annullato tutte le partite di calcio programmate in Israele per le due settimane seguenti, inclusa una partita di qualificazione per il torneo Euro 2024 tra Israele e la Svizzera del 12 ottobre.

    È stata avviata un'indagine sull'incapacità delle autorità israeliane di impedire che si verificasse l'attacco.

    Ofer Cassif, membro della Knesset, ha detto ad Al Jazeera che il suo partito di sinistra Hadash aveva ripetutamente avvertito che la continua occupazione israeliana dei territori palestinesi avrebbe portato a eventi come questo, con civili innocenti di entrambe le parti che ne avrebbero pagato il prezzo. Ha definito "fascista" il governo israeliano e lo ha accusato di aver compiuto pogrom e pulizia etnica contro la popolazione palestinese.

    Tra i partiti di opposizione, il leader di Yesh Atid e l'ex primo ministro Yair Lapid, il presidente di Unità Nazionale Binyamin Gantz, il leader del partito Yisrael Beiteinu Avigdor Lieberman e il leader del partito laburista Merav Michaeli hanno rilasciato una dichiarazione congiunta in cui esprimono pieno sostegno all'IDF e all'unità con il governo, dicendo: "In tempi come questi, non c'è opposizione e coalizione in Israele".

    Il primo ministro Benjamin Netanyahu ha proposto che Yesh Atid e Unità Nazionale entrassero in un governo di unità d'emergenza con la sua coalizione guidata dal Likud, dopo che Lapid aveva esortato Netanyahu a "mettere da parte le nostre differenze e formare un governo d'emergenza, ristretto e professionale". Lapid ha affermato che Israele non può gestire efficacemente la guerra con "la composizione estrema e disfunzionale dell'attuale governo" e ha invitato Netanyahu a espellere il Partito sionista religioso di estrema destra e i partiti Otzma Yehudit come condizione per l'adesione di Yesh Atid a un governo di unità d’emergenza.

    In Cisgiordania e Striscia di Gaza[modifica | modifica wikitesto]

    Il Ministero dell’Istruzione palestinese ha affermato che le scuole nella Striscia di Gaza sono chiuse fino a nuovo avviso. Il Ministero della Sanità palestinese ha lanciato un appello per le donazioni di sangue.

    In un incontro d'emergenza con i funzionari dell'Autorità Palestinese, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha affermato che i palestinesi hanno il diritto di difendersi dal "terrore dei coloni e delle truppe di occupazione". In Cisgiordania, i festeggiamenti si sono svolti a Ramallah. Sono stati istituiti controlli di quartiere in 50 località nel timore di ritorsioni da parte dei coloni israeliani, mentre è stato indetto uno sciopero generale per l'8 ottobre. Sette palestinesi sono stati uccisi negli scontri con le forze israeliane il 7 ottobre, mentre altri 126 sono rimasti feriti. Gli scontri dell'8 ottobre hanno ucciso altri sei palestinesi.

    Il vice leader di Hamas Saleh al-Arouri ha detto ad Al Jazeera che le sue forze hanno preso abbastanza ostaggi israeliani per garantire il rilascio dei prigionieri palestinesi in Israele in uno scambio. Il portavoce di Hamas Abu Obaida ha detto di trattenere i soldati israeliani catturati in "luoghi sicuri" e tunnel.

    Note[modifica | modifica wikitesto]

    1. ^ (EN) There is nothing surprising about Hamas’s operation, su aljazeera.com.
    2. ^ Il vero obiettivo di Hamas? Impedire la normalizzazione dei rapporti tra Israele e Arabia Saudita, su rainews.it.
    3. ^ (EN) IDF estimates 3,000 Hamas terrorists invaded Israel in Oct. 7 onslaught, su timesofisrael.com, 1º novembre 2023. URL consultato il 1º dicembre 2023.
    4. ^ (EN) Israel killed at least 1,000 Gaza infiltrators, reinforcing nationwide, military says, in Reuters, 11 ottobre 2023. URL consultato il 1º dicembre 2023.
    5. ^ (EN) Israel revises Hamas attack death toll to 'around 1,200', in Reuters, 10 novembre 2023. URL consultato il 1º dicembre 2023.
    6. ^ (EN) Police say they’ve identified 859 civilian victims from October 7 massacre, up 16, su timesofisrael.com.
    7. ^ a b c (EN) Authorities name 395 soldiers, 59 police officers killed in Gaza war, su timesofisrael.com, 8 ottobre 2023. URL consultato il 1º dicembre 2023.
    8. ^ (EN) IDF says it has notified families of 242 hostages being held in Gaza, su timesofisrael.com, 2 novembre 2023.
    9. ^ (EN) Israel Believes Some of Those Missing After Hamas' Attack Will Not Be Found, in Haaretz. URL consultato il 1º dicembre 2023.
    10. ^ (EN) AFP-Agence France Presse, Around Half A Million Israelis Displaced Inside Israel: Military, su www.barrons.com. URL consultato il 1º dicembre 2023.
    11. ^ Police say they've identified 859 civilian victims from October 7 massacre, up 16, in The Times of Israel, 14 novembre 2023.
    12. ^ What We Know About the Death Toll in Israel From the Hamas-Led Attacks, in The New York Times, 12 novembre 2023 (archiviato dall'url originale il 14 novembre 2023).
      «At least 278 soldiers were killed in the battles inside Israel, according to the Israeli military’s website.»
    13. ^ a b Emanuel Fabian, Authorities name 307 soldiers, 58 police officers killed in 2023 terror clashes, in The Times of Israel. URL consultato il 21 ottobre 2023 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2023).
    14. ^ 59 policemen have been killed in the conflict,[1] two of which died in the West Bank,[2] [3] leaving a total of 57 killed in the initial 7 October attack by Hamas.
    15. ^ Israel revises death toll from Oct. 7 Hamas assault, dropping it from 1,400 to 1,200, in Times of Israel, 11 novembre 2023 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2023).
    16. ^ Israel revises down toll from October 7 attack to 'around 1,200', in Al Jazeera, 10 novembre 2023 (archiviato dall'url originale l'11 novembre 2023).
    17. ^ Jeremy Yonah, IDF working on rescue ops for over 200 Israeli hostages in Gaza, in Jerusalem Post, 19 ottobre 2023. URL consultato il 20 ottobre 2023 (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2023).
    18. ^ Bethan McKernan, Hamas launches surprise attack on Israel as Palestinian gunmen reported in south, in The Guardian, 7 ottobre 2023. URL consultato il 7 ottobre 2023 (archiviato dall'url originale il 7 ottobre 2023).
    19. ^ Video appears to show Hamas taking Israeli civilian hostage, in NBC News, 7 ottobre 2023. URL consultato il 12 ottobre 2023 (archiviato dall'url originale il 12 ottobre 2023).
    20. ^ Hamas e la violenza sessuale come arma di guerra. Cosa dicono le inchieste, su valigiablu.it.
    21. ^ (EN) Hamas launches ‘Operation Al Aqsa Flood’ with barrage of rockets, Israel declares ‘state of alert’ for war, su WION. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    22. ^ (EN) 'Operation Al-Aqsa Flood' proceeding according to plan: Palestinian group, su aa.com.tr. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    23. ^ (EN) Brian Murphy, Adam Taylor, Sammy Westfall, Bryan Pietsch e Steve Hendrix, What’s behind the violence in Israel and Gaza? Here’s what to know., in The Washington Post, 7 ottobre 2023. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    24. ^ Un nuovo Kippur, a 50 anni di distanza. Hamas vuole fare saltare i Patti di Abramo, su ilGiornale.it, 8 ottobre 2023. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    25. ^ Razzi, deltaplani e terrore nelle strade: così l'assalto di Hamas ha rotto le difese di Israele, su Il Fatto Quotidiano, 8 ottobre 2023. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    26. ^ Hamas e Israele in guerra. Centinaia di morti e migliaia di feriti, su euronews, 7 ottobre 2023. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    27. ^ Bin Salman: “Sempre più vicini a normalizzazione dei rapporti con Israele”, su la Repubblica, 21 settembre 2023. URL consultato l'8 ottobre 2023.
    28. ^ USATrump: «Questa guerra l'ha causata Biden», su cdt.ch.
    29. ^ Trump incolpa Biden: “I contribuenti Usa hanno finanziato gli attacchi di Hamas”, su agenzianova.com.
    30. ^ a b Condé Nast, Chi è Mohammed Deif, il misterioso capo delle brigate militari di Hamas, su Wired Italia, 11 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    31. ^ a b (EN) Bethan McKernan, Israel and Hamas at war after surprise attacks from Gaza Strip, in The Guardian, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    32. ^ Hamas, cominciata operazione 'Alluvione al-Aqsa' - Primopiano - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    33. ^ Riccardo Losacco, Israele è in guerra: 5000 razzi lanciati da Gaza a Tel Aviv, su LO_SPECIALE, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    34. ^ (EN) Hamas deployed specialised units to attack Israel, says source, in Reuters, 9 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    35. ^ a b (EN) Israel attack: PM says Israel at war after 250 killed in attack from Gaza, in BBC News, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    36. ^ (EN) Ynet, Dozens killed, abducted as Israel comes under surprise Hamas attack, in Ynetnews, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    37. ^ (EN) More than 200 Israelis killed in surprise Hamas assault on Israel, 232 killed in Gaza, su France 24, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    38. ^ (EN) Ibrahim Dahman,Hadas Gold,Lauren Iszo,Amir Tal,Abeer Salman,Kareem Khadder,Richard Allen Greene,Hande Atay Alam, Netanyahu says Israel is 'at war' after Hamas launches surprise air and ground attack from Gaza, su CNN, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    39. ^ Droni colpiscono le torri israeliane: così è iniziato l’assalto di Hamas, su Video: ultime notizie - Corriere TV. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    40. ^ a b Redazione, Israele, un bulldozer palestinese rimuove il muro di separazione nella striscia di Gaza, su Open, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    41. ^ Sky TG24, Guerra Israele-Hamas, come Hamas ha superato la frontiera, su tg24.sky.it, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    42. ^ Hamas diffonde il video dell'attacco coi deltaplani, su Il Sole 24 ORE, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    43. ^ Attacco a Israele, pick-up, deltaplani, moto e missili: così Hamas ha agito a sorpresa, su la Repubblica, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    44. ^ Israele, l'arrivo dal cielo dei terroristi di Hamas al rave, su liberoquotidiano.it. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    45. ^ Israele, ucciso il capo delle forze aeree di Hamas: era la mente dietro i raid coi deltaplani, su ilGiornale.it, 14 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    46. ^ (EN) A. B. C. News, A detailed look at how Hamas secretly crossed into Israel, su ABC News. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    47. ^ Drone di Hamas sorprende tank israeliano con una bomba, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    48. ^ Rotta la barriera a Gaza, soldato israeliano tirato fuori a forza da carro armato: le immagini dal confine, su La Stampa, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    49. ^ (EN) ToI Staff, Hamas carried out years-long campaign to fool Israel before attack, source says, su timesofisrael.com. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    50. ^ Striscia di Gaza, combattenti di Hamas guidano veicoli sottratti ai militari israeliani, su Il Fatto Quotidiano, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    51. ^ Quando si trattava di webcamera montate sugli stessi aggressori, hanno smentito l'affermazione di Abu Marzuq secondo cui i civili erano stati "tenuti esenti" dall'attacco: Feras Kilani, Hamas leader refuses to acknowledge killing of civilians in Israel, BBC News Arabic, 8 novembre 2023.
    52. ^ Israele, miliziani di Hamas sparano sui civili per strada. Video dai social: così passano il confine, in Quotidiano Nazionale, 7 ottobre 2023. URL consultato il 5 novembre 2023.
    53. ^ Il momento in cui i paracadutisti palestinesi irrompono al festival: le tragiche immagini da Israele, in LA7, 8 ottobre 2023. URL consultato il 5 novembre 2023.
    54. ^ (EN) Israeli music festival: 260 bodies recovered from site where people fled in hail of bullets, in BBC News, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    55. ^ Israele, i terroristi attaccano il festival rave e sparano sui bagni pensando che vi siano persone nascoste, su Video: ultime notizie - Corriere TV. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    56. ^ Israele, i momenti prima della strage al Nova Festival: i tentativi di evacuazione e la polizia che dice di fuggire, su Il Fatto Quotidiano, 9 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    57. ^ Sky TG24, Israele, strage al rave party colpito da Hamas: i morti sarebbero 250, su tg24.sky.it, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    58. ^ Shanie Louk, chi è la 22enne tedesca rapita durante un rave e torturata dalle milizie di Hamas: si teme sia stata uccisa, su La Stampa, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    59. ^ a b Stefania Carboni, Israele, la rabbia delle famiglie degli ostaggi nelle mani di Hamas: «Nessuno ci aiuta», su Open, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    60. ^ a b Redazione, Medio Oriente, Israele: "Hamas trattiene cinquanta ostaggi, Raid su Gaza ogni quattro ore", su Agenzia Dire, 10 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    61. ^ ‘A colossal failure’ as Gaza’s Hamas terrorists infiltrate, catch Israel unprepared, su timesofisrael.com.
      «All of Israel is asking itself: Where is the IDF, where are the police, where is the security?»
    62. ^ Israele, un terrorista di Hamas uccide un cane e poi dà fuoco a una casa, su Il Sole 24 ORE, 10 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    63. ^ a b c I massacri di civili nei kibbutz di Be'eri e Kfar Azza, su Il Post, 10 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    64. ^ MF Milano Finanza, Ecco perché Israele è stato colto di sorpresa dall’attacco di Hamas - MilanoFinanza News, su MF Milano Finanza, 10 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    65. ^ (EN) ToI Staff, Residents near Gaza Strip beg for IDF help as they fight off terrorists, su timesofisrael.com. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    66. ^ Francesco Battistini, Cosa è successo nel kibbutz di Kfar Aza, in Israele: 40 bambini tra i 200 morti, «alcuni decapitati». «È come entrare nei lager», su Corriere della Sera, 10 novembre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    67. ^ La strage dei bambini: cos'è successo davvero sabato mattina nel kibbutz di Kfar Aza, su TGLA7, 11 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    68. ^ (EN) Hamas attack on Israel kibbutz Be’eri captured by mothers’ WhatsApp group, in BBC News, 13 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    69. ^ Maurizio Barra, Netiv HaAsara, il villaggio del massacro: dopo i missili l'assalto del commando casa per casa, su tuttonotizie, 9 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    70. ^ Was Hamas’s attack on Saturday the bloodiest day for Jews since the Holocaust?, su timesofisrael.com, 9 ottobre 2023.
    71. ^ Von der Leyen: 'Più atroce attacco a ebrei da Olocausto' - Notizie - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 13 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    72. ^ Netanyahu telefona a Biden: «Ferocia mai vista dai tempi dell'Olocausto, sono peggio dell'Isis», su Video: ultime notizie - Corriere TV. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    73. ^ (EN) Ali Abunimah, Israeli forces shot their own civilians, kibbutz survivor says, su The Electronic Intifada, 16 ottobre 2023. URL consultato il 20 ottobre 2023.
    74. ^ Survivor Speaks: Israeli forces shot their own civilians, in Middle East Eye. URL consultato il 31 ottobre 2023.
    75. ^ (HE) Nir Hasson, בקיבוצי העוטף מנסים להסתכל קדימה: "המטרה מול עיניי לחזור הביתה". [Nei kibbutz circostanti si cerca di guardare avanti: "L'obiettivo davanti ai miei occhi è tornare a casa".], su Haaretz, 23 ottobre 2023. URL consultato il 21 gennaio 2024.
      «"לדבריו, רק ביום שני בלילה ורק אחרי שהמפקדים בשטח קיבלו החלטות קשות — בהן הפגזת בתים על יושביהם כדי לחסל את המחבלים מבלי לדעת האם הישראלים באותם מבנים חיים או מתים — צה"ל השלים את ההשתלטות על הקיבוץ" ("Secondo lui, solo lunedì notte e solo dopo che i comandanti sul campo hanno preso decisioni difficili - incluso bombardare le case dei loro occupanti per eliminare i terroristi senza sapere se gli israeliani in quegli edifici erano vivi o morti – le forze di difesa israeliane hanno completato la presa del kibbutz.")»
    76. ^ I commando di Hamas invadono una base militare, 10 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    77. ^ a b (EN) Gianluca Mezzofiore,Paul P. Murphy,Allegra Goodwin, Videos show new details on how Hamas launched surprise assault on Israel, su CNN, 9 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    78. ^ (EN) Emanuel Fabian, Navy says it killed dozens of Gazan terrorists attempting to infiltrate from sea, su timesofisrael.com. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    79. ^ (EN) Emanuel Fabian, Gun battles with Hamas terrorists still ongoing in at least 7 locations in Israel, su timesofisrael.com. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    80. ^ (EN) Emanuel Fabian, IDF regains control of Re’im military base from Hamas terrorists in southern Israel, su timesofisrael.com. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    81. ^ Israele, agenti sparano contro miliziani entrati nella stazione di polizia a Sderot, su Il Sole 24 ORE, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    82. ^ Israele, una stazione di polizia rasa al suolo dall'attacco di Hamas, su Tiscali Notizie, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    83. ^ (EN) IDF regains control over Sderot police station, su The Jerusalem Post | JPost.com, 8 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    84. ^ (AR) الحرية-مجلة التقدميين العرب على الانترنت, «أبو خالد» الناطق العسكري لكتائب المقاومة الوطنية (قوات الشهيد عمر القاسم) الجناح العسكري للجبهة الديمقراطية لتحرير فلسطين:, su مجلة التقدميين العرب على الانترنت. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    85. ^ (AR) الحرية-مجلة التقدميين العرب على الانترنت, خلال بيان لها قبل قليل.. كتائب المقاومة الوطنية (قوات الشهيد عمر القاسم) الجناح العسكري للجبهة الديمقراطية:, su مجلة التقدميين العرب على الانترنت. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    86. ^ Redazione Roma, Medio Oriente. Il Fronte della Resistenza prende parola e sostiene l’operazione palestinese, su Contropiano, 9 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    87. ^ (EN) Al Mayadeen English, Side by side: Palestinian Resistance factions announce mobilization, su Al Mayadeen English, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    88. ^ Lions' Den calls for confrontations with Israel occupation forces, settlers in West Bank, su Middle East Monitor, 10 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    89. ^ (AR) صادر عن كتائب الشهيد أبو علي مصطفى الجناح العسكري للجبهة الشعبية لتحرير فلسطين, su الجبهة الشعبية لتحرير فلسطين, 7 ottobre 2023. URL consultato il 14 ottobre 2023.
    90. ^ Israele dopo 50 anni preso di nuovo di sorpresa nell’anniversario della guerra del Kippur, su la Repubblica, 7 ottobre 2023. URL consultato il 1º novembre 2023.
    91. ^ Sky TG24, Razzi da Gaza su Israele, Netanyahu: 'Siamo in guerra'., su tg24.sky.it, 7 ottobre 2023. URL consultato il 1º novembre 2023.
    92. ^ Israele dichiara lo stato di guerra, i tank verso Gaza. Il giorno dopo l'attacco TUTTE LE FOTO - Notizie - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 9 ottobre 2023. URL consultato il 1º novembre 2023.
    93. ^ Israele estende lo stato di emergenza all'intero territorio - Medio Oriente - Ansa.it, su Agenzia ANSA, 7 ottobre 2023. URL consultato il 1º novembre 2023.
    94. ^ (EN) Security cabinet approves declaration of war, su The Jerusalem Post | JPost.com, 8 ottobre 2023. URL consultato il 1º novembre 2023.
    95. ^ Luigi Barni, Voli sospesi per la guerra in Israele: situazione, contatti e aggiornamenti, su Missionline, 11 ottobre 2023. URL consultato il 1º novembre 2023.
    96. ^ (EN) War with Gaza cuts train services in Israel, su railjournal.com.
    97. ^ Nel caso dell'Iran portavoce dei guardiani della rivoluzione iraniana (Pasdaran), Ramadan Sharif, ha anche affermato che l'attacco di Hamas "è stata una delle rappresaglie per l'uccisione nel gennaio del 2020 del generale iraniano Qasem Soleimani": Iran, i Pasdaran: «Attacco del 7 ottobre vendetta per la morte di Soleimani». Ma Hamas smentisce: è risposta all'occupazione, Il Mattino, 27 dicembre 2023.

    Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

    Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

    Controllo di autoritàBNF (FRcb181394052 (data) · J9U (ENHE987012548576805171