Memorandum di Wye River

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il memorandum di Wye River è stato un accordo negoziato tra Israele e l'Autorità Nazionale Palestinese per l'attuazione del precedente accordo ad interim del 28 settembre 1995.

Mediato da parte degli Stati Uniti presso l'Aspen Institute di Wye Plantation, vicino al Wye River, Maryland, è stato firmato il 23 ottobre 1998. [1][2]

L'accordo è stato firmato da Benjamin Netanyahu e dal presidente dell'OLP Yasser Arafat alla Casa Bianca, con il Presidente Clinton che svolse un ruolo fondamentale come testimone. Il 17 novembre 1998, i 120 membri del Parlamento Israeliano, la Knesset, approvarono il Memorandum di Wye River con un voto di 75-19.

Con lo scoppio della seconda Intifada nel settembre 2000, ed i conseguenti contro-attacchi da parte delle Forze di Difesa Israeliane, le intese di Wye River ed i loro obbiettivi rimasero in sospeso.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dennis Ross, The Missing Peace: The Inside Story of the Fight for Middle East Peace, New York, Farrar, Straus and Giroux, 2004, p. 237, ISBN 0-374-19973-6.
  2. ^ Barton Gellman, Netanyahu, Arafat Sign Accord; Talks Nearly Founder After Israel Demands Convicted Spy's Release, The Washington Post, 24 ottobre 1998, p. A1.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eran, Oded. "Arab-Israel Peacemaking." The Continuum Political Encyclopedia of the Middle East. Ed. Avraham Sela. New York: Continuum, 2002.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia