Voivodato della Cuiavia-Pomerania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Voivodato della Cuiavia-Pomerania
voivodato
Województwo kujawsko-pomorskie
Voivodato della Cuiavia-Pomerania – Stemma Voivodato della Cuiavia-Pomerania – Bandiera
Dati amministrativi
Stato Polonia Polonia
Capoluogo Bydgoszcz, Toruń
Voivoda Ewa Mes (PSL)
Data di istituzione 1999
Territorio
Coordinate
del capoluogo
53°07′N 18°00′E / 53.116667°N 18°E53.116667; 18 (Voivodato della Cuiavia-Pomerania)Coordinate: 53°07′N 18°00′E / 53.116667°N 18°E53.116667; 18 (Voivodato della Cuiavia-Pomerania)
Superficie 17 971,34 km²
Abitanti 2 069 575 (2010)
Densità 115,16 ab./km²
Distretti 4+19
Voivodati confinanti Łódź, Grande Polonia, Masovia, Pomerania, Varmia-Masuria
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
ISO 3166-2 PL-KP
Codice GUS 04
Targa C
Localizzazione

Voivodato della Cuiavia-Pomerania – Localizzazione

Sito istituzionale

Il voivodato della Cuiavia-Pomerania (in polacco Województwo kujawsko-pomorskie) è uno dei 16 voivodati della Polonia. Il voivodato si trova nel centro-nord del territorio polacco ed è stato creato nella riforma del 1999 dalla fusione dei precedenti voivodati di Bydgoszcz, di Toruń e di Włocławek.

I capoluoghi del voivodato sono Bydgoszcz come sede del voivoda, dell'amministrazione finanziaria, delle risorse interne e della Polizia, mentre Toruń è sede del Maresciallo del voivodato, del suo governo e del parlamento (Sejmik).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il voivodato della Cuiavia-Pomerania venne creato il 1º gennaio 1999, come risultato della riforma dell governo locale polacco adottata nel 1998. Comprendendo al suo interno i territori degli ex voivodati di Bydgoszcz, Toruń e Włocławek. L'area adesso conosciuta come Cuiavia-Pomerania era precedentemente divisa tra la regione della Cuiavia e il feudo polacco della Prussia Reale. Delle due città principali dell'attuale voivodato della Cuiavia-Pomerania, una è (Bydgoszcz) storicamente situato in Cuiavia, mentre l'altra (Toruń) era un'importante città della Prussia Reale.

Storia della Cuiavia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cuiavia.

Agli inizi dello stato in Cuiavia sono collegati con lo stato tribale dei Goplanie. I Goplanie, che alcuni ricercatori identificano con i Mazowszanie-Kłobianie o semplicemente con i Cuiaviani, avevano creato un paese con i principali centri a Gniezno e Kruszwica.

In quel momento, furono conquistati da un'altra tribù, i Polani. Secondo Andrzej Bańkowski, i Polani si stabilirono nella regione della Grande Polonia dopo aver lasciato insieme con i Moravi, i loro ex territori in Pannonia, conquistati dagli Avari. Secondo alcune ricerche, durante la guerra tra i Polani e i Goplanie, Polani furono supportati dall'esercito della Grande Moravia. A seguito dell'occupazione dei territori dei Goplanie, le terre della Cuiavia furono sottoposte a una forte influenza della cultura pannonica, perdendo il loro originario spirito masoviano. Il nome Cuiavia venne usato per la prima volta nel 1136, nella Bolla di Gniezno. Essa riguarderà solo più tardi la regione della Cuiavia, confinante con il fiume Vistola. Dal XIII secolo. questo nome iniziò a essere usato per definire le terre dei Kruszwicko-Włocławski.

Boleslao III di Polonia,al momento della sua morte, nel 1138, che diede avvio alla frammentazione del regno polacco, suddivise i suoi domini tra i quattro figli: tra questi Boleslao IV (1125-1173) ottenne la Masovia e la Cuiavia costituendo il ducato indipendente di Masovia-Cuiavia, con capitale Płock,

Nel 1186, la regione fu conquistata da Mieszko III il Vecchio, che instaurò il Ducato di Kuyaviajawy per uno dei figli, Bolesław. Dopo la morte di quest'ultimo, avvenuta nel 1195, il ducato fu reicorporato nel Ducato di Masovia-Cuiavia. All'incirca nel 1231, il Duca Corrado I di Masovia ristabilì il ducato come proprietà del figlio Casimiro I di Cuiavia. Dopo la sua morte nel 1267, il ducato fu ulteriormente diviso in due ducati separati: Inowrocław e Brześć-Kujawy, governati dai suoi successori

Inowrocław è famosa perla sue miniere di sale

Nel 1332 la regione della Cuiavia fu conquistata dai Teutoni, che la controllarono fino al 1343. Infatti il loro dominio sulla regione fu giudicato fuorilegge dalla corte papale e entro il 1364 la Polonia riconquistò tutti i territori. Tuttavia, nel XIV e XV secolo la Cuiavia continuò più di una volta a essere oggetto di disputa tra i polacchi e teutonici.

Dopo l'unione delle terre polacche nel XIV secolo venne introdotta la divisione in province e contee. Questa divisione finalizzata nel XV secolo, esistette fino alla caduta della Confederazione Polacco-Lituana. Nel XV secolo la Cuiavia venne divisa in due province: Brześć-Kujawy e Inowrocław con un consiglio regionale condiviso a Radziejów. La provincia di Brześć-Kujawy fu divisa in cinque tribunali distrettuali: Brześć, Kowalsk, Kruszwica, Prządeck e Radziejów. La provincia di Inowrocław fu divisa nelle due contee di province Bydgoszcz e Inowrocław.

Come risultato della Prima spartizione della Polonia, nel 1772, il Regno di Prussia prese una considerabile parte della provincia di Inowrocław e la parte occidentale della provincia di Brześć-Kujawy. Dopo la Seconda spartizione della Polonia, nel 1793,tutta la Cuiavia venne annessa Prussia. Nel 1815 per disposizione del Congresso di Vienna, la Cuiavia venne divisa tra il Regno di Polonia (rimasto in una unione personale con la Russia) e il Regno di Prussia. La provincia Brześć-Kujawy (contee: Aleksandrów, Radziejów e Włocławek) rimasero al Regno di Polonia. La provincia di Inowrocław (contee: Inowrocław e Mogileńs) venne incamerata dalla Prussia.

Questa divisione rimase fino agli inizi della Prima guerra mondiale. Nel 1909 venne istituito a Włocławek il museo distrettuale di Kujawy e Dobrzyń. Venne fondato dal Società turistica polacca.

Al tempo della Seconda Repubblica di Polonia, dal 1938, la parte occidentale della Cuiavia apparteneva alla provincia Poznański, e l'altra parte, orientale, apparteneva alla provincia di Varsavia. Nel 1938 quasi tutta la Cuiavia diventò una parte della Provincia della Pomerania. Nel 1934 venne costruito il Museo Nadgoplańskie a Kruszwica;poi aperto al pubblico nel 1939, il quale aveva una preziosa collezione di oggetti etnografici, tra cui: arredamento e abbigliamento.

Localizzazione della Cuiavia nella mappa dei voivodati e dei distretti

Durante la Seconda guerra mondiale quasi tutta la Cuiavia venne inglobata nei confini del distretto di Warta “Warthegau”, eccetto la regione di Bydgoszcz che era unita al Reichsgau Danzig-Westpreußen (Danzica-Prussia occidentale).

Negli anni 1945-1975 la Cuiavia era nei confini della provincia Bydgoszcz. La provincia di Włocławek fu istituita nel 1975, e la parte occidentale della Cuiavia rimase alla provincia Bydgoszcz. Nel 1999 quasi l'intera della Cuiavia fu unita al voivodato della Cuiavia-Pomerania. Inoltre, piccole parti della Cuiavia furono incluse nei confini della Masovia (regioni tra il confine della provincia e il fiume Skrwa) e il voivodato della Grande Polonia (Przedecz, Wierzbinek).

Storia della Prussia Reale[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Prussia Reale.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Prussia occidentale.

Prima dell'invasione dei Cavalieri teutonici agli inizi del XIV secolo, la regione includeva la Pomerelia e la porzione sud-occidentale della Prussia.

Durante la Guerra dei tredici anni ("Guerra delle Città "),nel febbraio 1454, la Confederazione prussiana, guidata dalle città di Danzica (Danzig), Elbląg (Elbing), e Toruń (Thorn), della borghesia prussiana, così come dai signori della Terra di Chełmno (Kulmerland) chiesero il sostegno del re di Polonia contro il potere dell'ordine Teutonico e per incorporare la Prussia nel regno polacco.

La ribellione includeva anche le maggiori città della parte orientale delle terre dell'Ordine, come Kneiphof, un parte di Königsberg. La guerra terminò nel ottobre del 1466 con la Seconda pace di Toruń, che prevedeva la cessione dell'Ordine, alla corona polacca, dei suoi diritti sulla metà occidentale della Prussia, includendo la Pomerelia e i distretti di Elbing, Malbork (Marienburg), and Chełmno (Kulm).

La Prussia Reale godette di sostanziale autonomia nella sua affiliazione alla Corona di Polonia (essa aveva la sua propria Dieta, tesoreria, unita monetaria e esercito). Era governata da un consiglio, subordinato al re polacco, i cui membri erano scelti dai signori locali e ricchi cittadini.I Prussiani aveva anche dei seggi riservati per loro nella Dieta polacca, ma scelsero di non usare questo diritto fino all'Unione di Lublino.

Il vescovato di Varmia aveva rivendicato il titolo dello status di Principe-vescovo imperiale, presumibilmente dato dall'Imperatore Carlo IV. Sebbene questa affermazione non sia supportata da nessun documento,fu ampiamente utilizzata nel XVII secolo. Il vescovado continuò a difendere questo status fino alla fine del Sacro Romano Impero nel 1806.

La parte orientale della Prussia rimase sotto il dominio dei Cavalieri teutonici e dei suoi successori, diventato Ducato di Prussia nel 1525, quando l'ultimo Gran Maestro dell'ordine, Alberto von Hohenzollern,adatto il luteranesimo e secolarizzò la terra come suo dominio ereditario.

Nel 1618 il ducato fu ereditato da Giovanni Sigismondo di Hohenzollern. Rimase sotto la sovranità polacca (e brevemente svedese) e dei governanti del Brandeburgo, i quali, dovevano giurare formalmente fedeltà, nel ruolo di Duchi di Prussia, alla corona polacca. Il Brandeburgo raggiunse la piena sovranità sul ducato nel trattato di Wehlau del 1657.

Come risultato dell'Unione di Lublino nel 1569, l'autonomia della Prussia Reale venne abolita e la regione fu unita alla corona polacca. Gli elettori prussiani divennero senatori e rappresentanti nel parlamento polacco, il Sejm.

Durante la prima (1772) e la seconda (1793) spartizione della Polonia, la Prussia Reale fu gradualmente annessa dal Regno di Prussia. Il suo territorio in gran parte costituito dalla provincia della Prussia occidentale creata nel 1773 ad eccezione della Varmia che fu unita al Ducato di Prussia per formare la Prussia orientale. Nel 1806, con le guerre napoleoniche, le parti meridionali della Prussia occidentale furono assegnate al Ducato di Varsavia. Dal 1824 al 1878 la Prussia occidentale fu unita alla provincia Prussia orientale per formare la Provincia della Prussia, ma dopo il 1878 furono ristabilite come province separate

I territori della Prussia Reale rimase sotto il Regno di Prussia e poi, sempre nell'ambito della Prussia dell'Impero tedesco fino alla fine della Prima guerra mondiale.

Dopo il Trattato di Versailles del 1919, gran parte della Prussia occidentale fu assegnata alla Seconda Repubblica di Polonia(Corridoio di Danzica, mentre piccole parti a est e ad ovest della provincia rimasero alla Germania. La parte restante a ovest formò la Marca di Poznań-Prussia Occidentale nel 1922, mentre la parte orientale divenne parte del Distretto della Prussia occidentale all'interno della Prussia orientale.

Con l'invasione nazista del 1º settembre 1939, la Germania si annesse i territori della Prussia occidentale.

Con la Conferenza di Potsdam del 1945, dopo la seconda guerra mondiale, tutta la ex Prussia occidentale fu posta sotto l'amministrazione della Polonia e nei decenni successivi fu riconosciuta come parte dello stato polacco anche dalla Germania Est e Ovest.

La Landsmannschaft Westpreußen (espressione tedesca che significa "Associazione etnica della Prussia occidentale") è un'organizzazione no-profit formata nel 1948 da rifugiati tedeschi nella Germania Ovest, scacciati dalle loro case nella Prussia occidentale durante l'occupazione sovietica e durante le espulsioni dei tedeschi dopo la seconda guerra mondiale.

La provincia storica della Prussia Reale era composta da tre voivodati: voivodato della Pomerania, il voivodato di Chelmno e il voivodato di Malbork. Nell'attuale struttura amministrativa della Polonia gli ex territori della Prussia Reale sono divisi tra il voivodato di Pomerania che comprende per intero l'ex voivodato di Malbork e la parte centro settentrionale dell'ex voivodato di Pomerania, e Il voivodato della Cuiavia-Pomerania che comprende la parte meridionale dell'ex voivodato di Pomerania e l'intero ex voivodato di Chelmo,salvo piccoli tratti che ricadano nel'attuale voivodato di Masovia.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Mappa Fisica della regione

Demografia[modifica | modifica sorgente]

Dati del 31 dicembre 2007[1]:

Descrizione Totale Donne Uomini
Unità persone % persone % persone %
Popolazione 2 066 136 100 1 069 475 51,8 996 661 48,2
Area 17 971,69 km²
Densità di popolazione
(abitanti/km²)
115,0 59,5 55,5

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Voivodati della Polonia.
Bydgoszcz È la più grande città del voivodato ed è sede del suo governatore (Voivoda)
Suddivisione amministrativa della Regione

Le funzioni di città capitale sono condivise tra due città: Bydgoszcz e Toruń. Bydgoszcz serve come sede del come sede del governatore centrale o voivoda (in polacco: wojewoda), nominato dal Presidente del consiglio; mentre Toruń è la sede dell'assemblea regionale eletta ogni quattro anni (sejmik województwa), e dell'esecutivo eletto de questa assemblea, presieduta dal Maresciallo del voivodato (marszałek województwa).

Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

Il voivodato della Cuiavia-Pomerania è diviso in 23 distretti e 4 distretti urbani e 19 distretti rurali. Questi sono ulteriormente suddivisi in 144 comuni. A volte una distretto porta il loro nome, senza però comprenderle nella loro amministrazione.

I distretti sono elencati nella tabella seguente (ordinate attraverso categorie al diminuire della popolazione).

Italiano and
nomi polacchi
Area
(km²)
Popolazione
(2007)
Sede Altre città Totale
comune
Distretti urbani
POL Bydgoszcz COA.svgBydgoszcz 175 361,222 1
POL Toruń COA.svg Toruń 116 206,619 1
POL Włocławek COA.svgWłocławek 84 118,432 1
POL Grudziądz COA.svgGrudziądz 58 99,090 1
Distretti rurali
POL powiat inowrocławski COA.svg Distretto di Inowrocław
powiat inowrocławski
1,225 164,571 Inowrocław Kruszwica, Janikowo, Gniewkowo, Pakość 9
POL powiat bydgoski COA.svg Distretto di Bydgoszcz
powiat bydgoski
1,395 99,386 Bydgoszcz * Solec Kujawski, Koronowo 8
POL powiat świecki COA.svg Distretto di Świecie
powiat świecki
1,473 97,037 Świecie Nowe 11
POL powiat toruński COA.svgDistretto di Toruń
powiat toruński
1,230 91,963 Toruń * Chełmża 9
POL powiat włocławski COA.svgDistretto di Włocławek
powiat włocławski
1,472 85,303 Włocławek * Brześć Kujawski, Kowal, Lubraniec, Izbica Kujawska, Chodecz, Lubień Kujawski 13
POL powiat nakielski COA.svgDistretto di Nakło
powiat nakielski
1,120 85,050 Nakło nad Notecią Szubin, Kcynia, Mrocza 5
POL powiat brodnicki COA.svgDistretto di Brodnica
powiat brodnicki
1,039 75,204 Brodnica Jabłonowo Pomorskie, Górzno 10
POL powiat żniński COA.svg Distretto di Żnin
powiat żniński
985 69,736 Żnin Barcin, Łabiszyn, Janowiec Wielkopolski 6
POL powiat lipnowski COA.svgDistretto di Lipno
powiat lipnowski
1,016 66,063 Lipno Skępe, Dobrzyń nad Wisłą 9
POL powiat aleksandrowski COA.svgDistretto di Aleksandrów Kujawski
powiat aleksandrowski
476 55,367 Aleksandrów Kujawski Ciechocinek, Nieszawa 9
POL powiat chełmiński COA.svgDistretto di Chełmno
powiat chełmiński
528 51,412 Chełmno 7
POL powiat tucholski COA.svg Distretto di Tuchola
powiat tucholski
1,075 47,310 Tuchola 6
POL powiat mogieliński COA.svgDistretto di Mogilno
powiat mogileński
676 46,833 Mogilno Strzelno 4
POL powiat golubsko-dobrzyński COA.svgDistretto di Golub-Dobrzyń
powiat golubsko-dobrzyński
613 45,111 Golub-Dobrzyń Kowalewo Pomorskie 6
POL powiat rypiński COA.svg Distretto di Rypin
powiat rypiński
587 44,143 Rypin 6
POL powiat radziejowski COA.svgDistretto di Radziejów
powiat radziejowski
607 41,972 Radziejów Piotrków Kujawski 7
POL powiat sępoleński COA.svgDistretto di Sępólno
powiat sępoleński
791 40,990 Sępólno Krajeńskie Więcbork, Kamień Krajeński 4
POL powiat grudziądzki COA.svgDistretto di Grudziądz
powiat grudziądzki
728 38,559 Grudziądz * Łasin, Radzyń Chełmiński 6
POL powiat wąbrzeski COA.svgDistretto di Wąbrzeźno
powiat wąbrzeski
501 34,763 Wąbrzeźno 5
* Sede non parte del distretto

Città e paesi[modifica | modifica sorgente]

La città medievale di Toruń, luogo di nascita di Niccolò Copernico, è oggi sede dell'assemblea provinciale

Il voivodato contiene 52 città e paesi. Questi sono elencati di seguito in ordine decrescente di popolazione.

Politica[modifica | modifica sorgente]

Il governo del voivodato della Cuiavia-Pomerania è guidato dal voivoda (governatore) che è nominato dal Primo ministro polacco. Il Voivoda è poi assistito nello svolgimento dei suoi doveri dal Maresciallo del voivodato, che è il presidente designato per il governo del voivodato eletto dal sejmik (assemblea regionale). Il Sejmik della Cuiavia-Pomerania è composto da 33 membri.

Lista dei Marescialli del voivodato[modifica | modifica sorgente]

Nr Maresciallo del voivodato Mandato
da a
1 Waldemar Achramowicz (SLD-UP)
1999
24 novembre 2006
2 Piotr Całbecki (PO)
24 novembre 2006
28 novembre 2010
3 Piotr Całbecki (PO)
28 novembre 2010

Lista dei Voivoda[modifica | modifica sorgente]

Nr Voivoda Mandato Primo ministro
da a
1 Józef Rogacki (AWS/SKL)
1º gennaio 1999
21 ottobre 2001
Jerzy Buzek
2 Romuald Kosieniak (SLD-UP)
21 ottobre 2001
26 gennaio 2006
Leszek Miller e Marek Belka
3 Józef Ramlau (PiS)
26 gennaio 2006
24 luglio 2006
Kazimierz Marcinkiewicz
Marzenna Drab (PiS) (p.o.)
24 luglio 2006
7 novembre 2006
Jarosław Kaczyński
4 Zbigniew Hoffmann (PiS)
7 novembre 2006
29 novembre 2007
5 Rafał Bruski (PO)
29 novembre 2007
Donald Tusk

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Le infrastrutture di trasporto sono d'importanza critica per l'economia del voivodato. La Cuiavi-Pomerania è uno dei maggiori punti nodali nel sistema dei trasporti polacco.Le linee ferroviarie provenienti da sud e da est passano attraverso Bydgoszcz al fine di raggiungere i maggiori porti del Mar Baltico. In aggiunta a questo, Bydgoszcz è sede della PESA SA, il più grande e moderno produttore di prodotti ferroviari e tramviari della Polonia. L'unico aeroporto internazionale della provincia è l'Aeroporto di Bydgoszcz, situato a Bydgoszcz e ha collegamenti ad numerose destinazioni europee così come Varsavia, che sono tutti gestiti dal vettore irlandese Ryanair o Polskie Linie Lotnicze LOT.

La principale stazione ferroviaria del voivodato sono Bydgoszcz Centrale e Toruń Centrale;entrambe le stazioni sono servite dai veloci treni PKP Intercity i quali le connettono con la capitale Varsavia, così come le altre maggiori città polacche. In aggiunta a questi veloci servizi espressi, treni interregionali sono gestiti dalla società Regionalne Przewozy, mentre il trasporto ferroviario nazionale all'interno il voivodato è fornito da Arriva RP, una ditta privata a cui il governo provinciale ha subappaltato la fornitura del servizio di trasporto ferroviario.

Tutte le maggiori città della provincia hanno compagnie di trasporto municipale di autobus, mentre Bydgoszcz, Toruń e Grudziądz hanno inoltre un esteso sistema di tram.

Strade principali[modifica | modifica sorgente]

Strade nazionali che attraversano la regione

Aeroporti[modifica | modifica sorgente]

  • Aeroporto di Bydgoszcz
  • Aeroporto di Bydgoszcz-Biedaszkowo
  • Aeroporto di Toruń-Bielany
  • Aeroporto di Kruszyn (Włocławek)
  • Aeroporto di Grudziądz-Lisie Kąty
  • Aeroporto di Inowrocław

Istruzione[modifica | modifica sorgente]

Bydgoszcz[modifica | modifica sorgente]

Toruń[modifica | modifica sorgente]

Włocławek[modifica | modifica sorgente]

  • Scuola Superiore Professionale di Stato di Włocławek
  • University college di Lettere ed Economiadi Włocławek
  • University college di Informatica|College di scienze informatiche di Łódź (Campus Succursale di Wloclawek)
  • University college di tecnologie e imprenditorialità di Włocławek
  • Seminario maggiore di Włocławek

Grudziądz[modifica | modifica sorgente]

Świecie[modifica | modifica sorgente]

  • University college di Management di Swiecie
  • University college di lingue straniere di Swiecie

Tuchola[modifica | modifica sorgente]

  • Scuola di Gestione Ambientale di Tuchola

Aree protette[modifica | modifica sorgente]

Le Aree protette nel voivodato della Cuiavia-Pomerania include i nove Parchi Paesaggistici (in polacco Park Krajobrazowy) elencati qui di seguito.

Riserve Naturali[modifica | modifica sorgente]

Al 30 aprile 2004 il voivodato aveva 91 riserve naturali per una superficie totale di 8044,8 ettari, che rappresentano circa lo 0,5% della superficie.

Ripartizione delle riserve per tipologia:

  • 46 foreste
  • 16 fiori, di cui 2 di vegetazione steppa
  • 11 fen
  • 9 faunistica, 8 ornitologico
  • 4 Paesaggio
  • 2 geomorfologico
  • 1 Acquatico

Riserve più grande per superficie:

Le riserve integrali sono:

Riserve della Biosfera[modifica | modifica sorgente]

Monumenti Naturali[modifica | modifica sorgente]

Il registro provinciale di conservazione naturale contiene 1.708 monumenti della natura, tra cui 891 alberi singoli, 642 gruppi di alberi, 87 massi erratici, 55 viali e 57 altri oggetti. Tra gli l'alberi nella lista è presente la "quercia della Repubblica" vecchia di 400 anni vicino a Górzno e la quercia di 600 anni, "Chrobry", nel villaggio di Nogat vicino a Lasin. I viali più importanti sono vicino a Radomin - questi sono alberati con il Faggio, lungo il tragitto tra Radomin, Bocheniec e Piórkowa. La città più ricca di monumenti naturali è Bydgoszcz (82 oggetti). Molti alberi monumentali e gruppi di alberi sono situati nei parchi rurali e nei palazzi di corte.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lucyna Nowak, Joanna Stańczyk, Agnieszka Znajewska: Ludność. Stan i struktura w przekroju terytorialnym (Stan w dniu 31 XII 2007 r.). Warszawa: Główny Urząd Statystyczny, 2008. ISSN 1734-6118. (pol.)

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia