Distretti della Polonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polonia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Polonia









Altri stati · Atlante
Mappa della Polonia suddivisa in distretti

Il distretto (in polacco powiat, al plurale powiaty) è un'entità territoriale posta al secondo livello della suddivisione amministrativa della Polonia. I distretti sottostanno ai voivodati e sopraintendono ai comuni. Nel caso delle città più grandi si hanno i cosiddetti distretti urbani (powiaty grodzkie) che fondono il secondo e il terzo livello amministrativo. Gli altri distretti (powiaty ziemskie) sono formati dall'unione di più comuni di vario tipo.

Al 31 dicembre 2010 la Polonia contava 379 distretti, 65 dei quali urbani[1].

Il potere legislativo e il potere giudiziario di ogni distretto è svolto dal consiglio distrettuale (rada powiatu). Il potere esecutivo è assegnato alla figura dello starosta, eletto dal consiglio distrettuale.

Nel caso dei distretti urbani si ha un consiglio cittadino eletto (rada miasta), un sindaco eletto direttamente (burmistrz o prezydent) e le commissioni permanenti e ad hoc allestite per le varie funzioni.

Alcuni distretti hanno il proprio capoluogo al di fuori del loro territorio, in una città che dà il nome allo stesso distretto. Tipicamente avviene con distretti che sorgono come cintura di grandi città, nella quale sono presenti solo piccole cittadine o comunità rurali (ad es. il Distretto di Poznań).

Lista dei distretti della Polonia[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Lista dei distretti della Polonia.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (PL) (EN) Size and structure of population and vital statistics by territorial division in 2010. URL consultato il 2-4-2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Polonia Portale Polonia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Polonia