Ronco all'Adige

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ronco all'Adige
comune
Ronco all'Adige – Stemma Ronco all'Adige – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto-Stemma.png Veneto
Provincia Provincia di Verona-Stemma.png Verona
Amministrazione
Sindaco Moreno Boninsegna (lista civica) dal 07/05/2012
Territorio
Coordinate 45°20′00″N 11°14′00″E / 45.333333°N 11.233333°E45.333333; 11.233333 (Ronco all'Adige)Coordinate: 45°20′00″N 11°14′00″E / 45.333333°N 11.233333°E45.333333; 11.233333 (Ronco all'Adige)
Altitudine 23 m s.l.m.
Superficie 42,82 km²
Abitanti 6 227[2] (01-12-2011)
Densità 145,42 ab./km²
Frazioni Albaro, Scardevara, Tombazosana[1]
Comuni confinanti Albaredo d'Adige, Belfiore, Isola Rizza, Oppeano, Palù, Roverchiara, Zevio
Altre informazioni
Cod. postale 37055
Prefisso 045
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 023064
Cod. catastale H540
Targa VR
Cl. sismica zona 3 (sismicità bassa)
Nome abitanti ronchesani
Giorno festivo 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Ronco all'Adige
Posizione del comune di Ronco all'Adige all'interno della provincia di Verona
Posizione del comune di Ronco all'Adige all'interno della provincia di Verona
Sito istituzionale

Ronco all'Adige (Rónco in veneto[3]) è un comune italiano di 6.227 abitanti della provincia di Verona, in Veneto, situato nella Bassa Veronese.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Ronco all'Adige dista circa 28 chilometri a sud-est di Verona. È lambito dal fiume Adige.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del paese deriverebbe dai conti di Ronco, soprannominati Sambonifacio e feudatari nella zona a partire dal 909, quando si insediò al potere il conte Milone.

È da notare, però, che "Ronco" è una denominazione che ricorre spesso nei luoghi di campagna, richiamando l'origine del luogo, reso coltivabile grazie all'intervento di bonificatori che, nel periodo medioevale, utilizzavano tra gli altri attrezzi anche la roncola, oggetto che poi entrò nel nome di molti paesi in Italia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Abitato in epoca romana, come testimoniano i reperti rinvenuti nella zona, il paese sarebbe stato distrutto dalla presunta alluvione del 589 d.C. e dalla successiva pestilenza. Dopo il Mille vennero realizzate opere idrauliche, ma nel 1224 il centro è dato alle fiamme. Si registrò un periodo di sviluppo delle attività economiche durante la dominazione degli Scaligeri e dei Veneziani, che decretarono l'annessione di Ronco al vicariato di Isola Rizza. Nacque nel 1593 il consorzio di bonifica.

Secondo la tradizione, dal campanile di Ronco venne diretta da Napoleone la Battaglia del Ponte di Arcole contro gli austriaci, che restarono i dominatori fino al 1866, quando il Veneto divenne italiano.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiese[modifica | modifica wikitesto]

Conserva strutture romaniche medioevali con intatta l'abside dell'antica Pieve del 1100.

  • Vecchia chiesa parrocchiale di Ronco - XV secolo

Più volte ricostruita, interessante l'abside del 1400.

Custodisce una deposizione di Felice Riccio, detto il Brusasorci

  • Chiesa parrocchiale di Sant'Andrea e Santa Sofia in Albaro

Chiesa moderna, con l'impianto di una basilica paleocristiana, imponente. È suddivisa in tre navate, il soffitto è a travi scoperte, non v'è balaustra che separa l'altare dai fedeli, essendo la chiesa stata costruita durante la metà del secolo scorso. Al suo interno vi sono diverso affreschi di Giuseppe Resi e una Pietà.



Ville[modifica | modifica wikitesto]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sagra di San Lorenzo

In agosto nella frazione Albaro, presso il campo sportivo di Albaro

  • Sagra della Natività di Maria

Seconda domenica di settembre, presso il campo sportivo di Ronco all'Adige

Mostra della Mela e della Pera Ultima domenica di settembre, frazione di Tombazosana

  • Sagra di Canton

Si svolge in Zona industriale di Canton (Ronco all'Adige). Organizzata dal Comitato "San Francesco di Paola" di Canton

  • Sagra di Sant'Anna

Si svolge dal 24 al 28 luglio a Scardevara, con programmi: concorso canoro per cantanti dilettanti il 27 luglio e il 28 luglio ultima serata con la 43ª corsa con le rane al termine fuochi artificiali.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

A Ronco all'Adige era presente una stazione della tranvia Verona-Albaredo-Coriano, in servizio solo fra il 1898 e il 1925. Tale linea, con trazione a vapore, fu all'inizio del secolo interessata da un esperimento di trasporto integrato che prevedeva la costruzione di un grande porto fluviale sull'Adige, presso Albaredo.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte dell'area di produzione del Riso Nano Vialone Veronese che viene coltivato su terreni della pianura veronese irrigati con acqua di risorgiva.

Famoso da sempre per la coltivazione di mele e pere

Economia emergente nella produzione di asparagi bianchi.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
settembre 1985 giugno 1990 Giovanni Salvagno Democrazia Cristiana Sindaco [5]
giugno 1990 dicembre 1990 Armando Pachera Democrazia Cristiana Sindaco Sfiducia costruttiva[6]
dicembre 1990 giugno 1992 Elda Sinigaglia Democrazia Cristiana Sindaco Giunta decaduta[7]
agosto 1992 febbraio 1993 Maria Rosaria Laganà Commissario Prefettizio [8][9]
febbraio 1993 giugno 1993 Maria Rosaria Laganà Commissario Prefettizio [10][11]
giugno 1993 agosto 1993 Marco Zamboni Democrazia Cristiana Sindaco Decadenza[12]
giugno 1994 maggio 1998 Marco Zamboni Partito Popolare Italiano Sindaco [13]
maggio 1998 maggio 2002 Marco Zamboni Lista Civica Sindaco [14]
maggio 2002 maggio 2007 Massimo Fin Lega Nord Sindaco [15]
maggio 2007 maggio 2012 Massimo Fin Alleanza Nazionale Sindaco [16]
maggio 2012 in carica Moreno Boninsegna Lista Civica Sindaco [17]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Ronco all'Adige - Statuto.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 novembre 2011.
  3. ^ Provincia In - Storia e curiosità dei 97 Comuni de la Provincia Veronese, La Rena Domila, l'informassion veronese. URL consultato il 26 novembre 2011.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ amministratori.interno.it - 1985. URL consultato il 24 novembre 2013.
  6. ^ amministratori.interno.it - 1990 1. URL consultato il 24 novembre 2013.
  7. ^ amministratori.interno.it - 1990 2. URL consultato il 24 novembre 2013.
  8. ^ amministratori.interno.it - 1992 prefettizio. URL consultato il 24 novembre 2013.
  9. ^ amministratori.interno.it - 1992 straordinario. URL consultato il 24 novembre 2013.
  10. ^ amministratori.interno.it - 1993 prefettizio. URL consultato il 24 novembre 2013.
  11. ^ amministratori.interno.it - 1993 straordinario. URL consultato il 24 novembre 2013.
  12. ^ amministratori.interno.it - 1993. URL consultato il 24 novembre 2013.
  13. ^ amministratori.interno.it - 1994. URL consultato il 24 novembre 2013.
  14. ^ amministratori.interno.it - 1998. URL consultato il 24 novembre 2013.
  15. ^ amministratori.interno.it - 2002. URL consultato il 24 novembre 2013.
  16. ^ amministratori.interno.it - 2007. URL consultato il 24 novembre 2013.
  17. ^ amministratori.interno.it - 2012. URL consultato il 24 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]