Marius Lăcătuș

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marius Lăcătuș
Marius Lăcătus.JPG
Dati biografici
Nome Marius Mihai Lăcătuș
Nazionalità Romania Romania
Altezza 181 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Squadra CSMS Iasi CSMS Iași
Ritirato 2000 - giocatore
Carriera
Giovanili
1977-1981 Brasov Brașov
Squadre di club1
1981-1983 Brasov Brașov 45 (5)
1983-1990 Steaua Bucarest Steaua Bucarest 168 (60)
1990-1991 Fiorentina Fiorentina 21 (3)
1991-1993 Real Oviedo Real Oviedo 51 (7)
1993-1999 Steaua Bucarest Steaua Bucarest 151 (39)
1999-2000 National Bucarest Național Bucarest 12 (0)
Nazionale
1984-1998
1997
Romania Romania
Europa Europa
84 (13)
1 (1)
Carriera da allenatore
2000-2001 National Bucarest Național Bucarest assistente
2001 Panamá Panamá assistente
2002 Farul Costanza Farul Costanza
2002-2003 Brasov Brașov
2003 Romania Romania assistente
2004 Ceahlaul Ceahlăul
2005 Inter Gaz Bucarest Inter Gaz Bucarest
2006-2007 UTA Arad UTA Arad
2007-2008 Steaua Bucarest Steaua Bucarest
2008-2009 Steaua Bucarest Steaua Bucarest
2009 Vaslui Vaslui
2010-2011 Steaua Bucarest Steaua Bucarest
2012 Targu Mures Târgu Mureș
2013- CSMS Iasi CSMS Iași
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 settembre 2010

Marius Mihai Lăcătuș (Brașov, 4 aprile 1964) è un allenatore di calcio ed ex calciatore rumeno, di ruolo attaccante.

Ha vinto la Coppa dei Campioni 1985-1986 con la Steaua Bucarest.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Cresce calcisticamente nelle giovanili del Brașov, con cui debutta nella Divizia A (com'era all'epoca chiamata la Liga 1) nel 1981.

Due anni dopo riceve la chiamata della Steaua, con Emerich Jenei che lo inserisce nel gruppo dei giovani che devono risollevare il club rossoblù dalla crisi dei primi anni ottanta. Divenuto subito un titolare inamovibile, Lăcătuș guadagna la convocazione in nazionale nel 1984 e l'anno dopo contribuisce alla conquista del titolo.

Nel 1986 vince la Coppa dei Campioni e la Supercoppa Europea.

Negli anni seguenti con la Steaua porta a 5 i titoli rumeni conquistati e a 4 le coppe nazionali.

Partecipa ai Mondiali di Italia '90 con la Nazionale rumena, che viene eliminata dall'Irlanda agli ottavi. Nella stessa estate passa alla Fiorentina di Mario Cecchi Gori, acquistato per 3 miliardi di lire.[1]

Nel 1991 viene ceduto al Real Oviedo, poi nel 1993 torna in patria, nella Steaua, dove per sette stagioni è capitano e per la quale vince altri 5 campionati e 3 coppe nazionali.[2]

Partecipa al campionato d'Europa 1996.

Partecipò anche ad un'amichevole che l'Europa giocò contro il Resto del mondo nel 1997.[3]

Dopo la parentesi del 2000 nel Național Bucarest, decide di ritirarsi.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Dopo il ritiro, Lăcătuș resta al Național come assistente dell'allenatore. Ricevuto il patentino di allenatore, guida alcune squadre locali, salvo una breve parentesi nel 2003 come assistente dell'ex compagno di squadra nella Steaua campione d'Europa Anghel Iordănescu, all'epoca commissario tecnico della nazionale rumena. Nel 2005 il presidente della Steaua George Becali gli affida la dirigenza del club, ma Lăcătuș preferisce il terreno di gioco agli uffici. Si dimette a breve dall'incarico e torna in panchina, guidando, nel 2006, l'UTA Arad. Nel novembre 2007 rimpiazza Massimo Pedrazzini sulla panchina della Steaua Bucarest. Pedrazzini diventa il suo vice.
Nell'ottobre del 2008, dopo la sconfitta in Champions League per 3-5 contro il Lione, Lăcătuș rassegna le sue dimissioni abbandonando la guida tecnica della formazione.
Nella stagione 2009-2010 è allenatore del Vaslui, ma dopo la finale di Coppa di Romania contro il Cluj, persa 5-4 ai calci di rigore, Lacatus decide di abbandonare la guida della formazione, nonostante il terzo posto in campionato.
Il 27 settembre 2010, dopo circa tre anni dalla sua ultima apparizione sulla panchina dello Steaua Bucarest, torna alla guida della formazione della capitale rumena a seguito delle dimissioni di Ilie Dumitrescu.

Il 7 marzo 2011, dopo la sconfitta interna per 3-0 ad opera del Brașov, si dimette dall'incarico.[4]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Competizioni nazionali[modifica | modifica sorgente]

Steaua Bucarest: 1984-1985, 1985-1986, 1986-1987, 1987-1988, 1988-1989, 1993-1994, 1994-1995, 1995-1996, 1996-1997, 1997-1998
Steaua Bucarest: 1984-1985, 1986-1987, 1987-1988, 1988-1989, 1995-1996, 1996-1997, 1998-1999
Steaua Bucarest: 1994, 1995, 1998

Competizioni internazionali[modifica | modifica sorgente]

Steaua Bucarest: 1985-1986
Steaua Bucarest: 1986

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 7 (1990-1991), Panini, 18 giugno 2012, p. 10.
  2. ^ (RO) Marius Lacatus, SteauaFC.com. URL consultato l'8 novembre 2012.
  3. ^ Europa 2 - Resto Mondo 5. URL consultato il 5 aprile 2013.
  4. ^ (RO) Marius Lacatus a demisionat, steauafc.com.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]