Jon Bon Jovi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jon Bon Jovi
Jon Bon Jovi al Tribeca Film Festival 2009
Jon Bon Jovi al Tribeca Film Festival 2009
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Pop metal[1]
Hard rock[1][2]
Hair metal[1]
Album-oriented rock[1]
Arena rock[1]
Adult alternative rock[2]
Pop rock
Periodo di attività 1983 – in attività
Album pubblicati 2
Studio 2
Sito web

Jon Bon Jovi (Perth Amboy, 2 marzo 1962) è un cantante, musicista e attore statunitense, leader dei Bon Jovi, noto gruppo rock del New Jersey.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Jon Bon Jovi è nato a Perth Amboy (New Jersey) con il nome di John Francis Bongiovi Jr da padre statunitense di origini italiane (precisamente di Sciacca, in provincia di Agrigento) e slovacche e da madre statunitense di origini tedesche e russe. La madre, Carol Sharkey, è stata una Playboy Bunny (una cameriera presso i Playboy Club con la famosa divisa), mentre suo padre, John Bongiovi, stilista di acconciature per capelli. John Francis, primo di tre fratelli (gli altri due sono Anthony e Matt), fin da piccolo dimostrò un carattere forte e ribelle e un forte desiderio di mettersi in mostra; inoltre nessuno è mai riuscito a dissuaderlo dal tenere i capelli costantemente lunghi.

Ricevette la sua prima chitarra a sette anni, ma solo a dieci iniziò a suonarla con serietà, prendendo lezioni da un maestro del suo quartiere. A tredici anni fondò la sua prima band, che si chiamava "Starz"; ma riuscì a tenere un solo concerto anche perché già esisteva una band molto più popolare con lo stesso nome. Jon cambiò allora il nome in "Raze", ma l'esperienza portò comunque ad un fallimento.

Jon Bon Jovi a Dublino nel 2006

John partecipò, in seguito, ad un provino per il film Footloose, e fu scelto per il ruolo di protagonista dalla Paramount, che aveva intenzione di cambiare la sceneggiatura da ballerino a stella del rock. Qui John fece la sua prima vera scelta, rifiutando il ruolo: infatti affermò che non voleva nascere come attore con aspirazioni da rockstar, era la musica il suo mondo. Da quel momento iniziò a credere più concretamente ad una carriera da cantante e, supportato dalla famiglia, specialmente dalla madre Carol, decise di scegliere uno pseudonimo più facile da pronunciare: nasce così Jon Bon Jovi, utilizzato per la prima volta quando firmò il contratto con la prima casa discografica.

Oltre alla chitarra elettrica, suona l'armonica, il pianoforte e la chitarra acustica, anche se il suo ruolo principale è quello di cantante.

Ha frequentato la Sayreville War Memorial High School in Parlin, New Jersey, dove ha conosciuto David Bryan, attuale tastierista della band e Dorothea Hurley (29 settembre 1962), la sua attuale moglie. La coppia si è sposata il 29 aprile 1989 alla Graceland Chapel a Las Vegas e ha avuto quattro figli: una femmina, Stephanie Rose (nata il 31 maggio 1993), e tre maschi, Jesse James Louis (nato il 19 febbraio 1995), Jacob Hurley (nato il 7 maggio 2002) e Romeo Jon (nato il 29 marzo 2004). Bon Jovi fu scritturato per alcuni film e fece diverse comparse in alcuni telefilm, tra i quali Sex and the City ed Ally McBeal.

Jon Bon Jovi in Olanda il 26 maggio 2006

Oltre ai dischi con la band, Jon Bon Jovi ha registrato due album da solista: Blaze of Glory (1990) e Destination Anywhere (1997), oltre ad un album non ufficiale, edito in Italia col nome John Bongiovi, intitolato The Power Station Years. L'album contiene 14 inediti registrati tra il 1980 e il 1983, remixati e rimasterizzati nel 1997. Finora, Jon, ha venduto più di centoquaranta milioni di copie con la band Bon Jovi.

Nel 2004, con l'amico e chitarrista della band Richie Sambora, ha fondato una squadra di Arena Football, i Philadelphia Soul, vincitori del titolo AFL nel 2008. Bon Jovi è anche un grande fan dei New York Giants.

Nel 2007 ha dichiarato che uno dei suoi più grandi rammarichi è stato l'occasione persa di conoscere il suo più grande idolo, Frank Sinatra. "Più volte mi si è presentata l'occasione, ma io ho sempre declinato per paura di dovermi confrontare con un artista di un livello così superiore", ha detto Bon Jovi.

Il 13 ottobre 2007 ha condotto la puntata del Saturday Night Live e insieme alla band ha suonato nell'occasione Lost Highway e Who Says You Can't Go Home.

Il 18 gennaio 2009 Bon Jovi ha partecipato al concerto per l'insediamento del Presidente Obama cantando A Change is Gonna Come in duetto con Bettye LaVette.

Nel 2009, Jon Bon Jovi ha registrato, insieme al Washington D.C. Youth Choir, una nuova versione gospel della hit Keep The Faith, inserita nell'album Oh Happy Day: An All-Star Music Celebration.

Il 3 maggio 2009 è entrato nella New Jersey Hall of Fame.[3][4]

Il 19 dicembre 2011 è stato vittima di "death hoax", cioè nel mondo del web si vociferava della sua morte. Egli stesso ha smentito la notizia, commentando l'accaduto con la frase "Heaven looks a lot like New Jersey" ovvero "Il paradiso somiglia molto al New Jersey".[5]

Nel gennaio 2013, il sindaco di Sciacca Fabrizio Di Paola ha invitato Bon Jovi a visitare il paese dopo aver saputo che in un'intervista al David Letterman Show, il cantante ha rivelato che le sue radici appartengono proprio a quel posto[6].

Impegno sociale e politico[modifica | modifica sorgente]

Durante le elezioni del 2004 ha sostenuto la nomination di John Kerry. Il 21 settembre 2005 ha donato un milione di dollari ad Oprah Winfrey, conduttrice di un famoso talk-show negli Stati Uniti, per la sua fondazione di beneficenza Angel Network. È la più alta cifra che una celebrità abbia mai donato a Winfrey. Nel 2011 ha inaugurato un ristorante dove i meno abbienti possono pagare anche con lavori socialmente utili; tramite la sua fondazione ha costruito anche abitazioni per i più poveri[7]. Nel 2012 ha donato 1 milione di dollari per la ricostruzione dopo l'Uragano Sandy che ha colpito gli Stati Uniti.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

Con i Bon Jovi[modifica | modifica sorgente]

Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Bon Jovi è stato doppiato da:

Premi[modifica | modifica sorgente]

  • 1990: Golden Globe: Miglior Canzone, Blaze of Glory (dalla colonna sonora di Young Guns II)
  • 1997: MTV Europe Music Awards: Best Male, Destination Anywhere
  • 2001: Humanitarian of the Year dal The Food Bank of Monmouth & Ocean Counties per il suo lavoro a favore della gente del New Jersey
  • 2001: Honorary Doctorate in Humanities Laurea della Monmouth University del New Jersey, per il suo successo come artista e per la sua attività umanitaria
  • 2010: ottiene insieme alla sua band il premio GLOBAL ICON AWARDS agli EMA di Madrid

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e (EN) Stephen Thomas Erlewine, Bon Jovi in Allmusic, All Media Network.
  2. ^ a b (EN) William Ruhlmann, Jon Bon Jovi in Allmusic, All Media Network.
  3. ^ New Jersey Hall of Fame - Class of 2009. URL consultato il 27 giugno 2013.
  4. ^ International Business Times - Jon Bon Jovi elected to New Jersey Hall of Fame. URL consultato il 27 giugno 2013.
  5. ^ Jon Bon Jovi Victim of Death Hoax, gossipcop.com, 19 dicembre 2011. URL consultato il 28 marzo 2013.
  6. ^ Fabio Russello, "Caro Bon Jovi ti scrivo, vieni a ritrovare le radici", la Repubblica, 9 gennaio 2013. URL consultato il 28 marzo 2013.
  7. ^ Elmar Burchia, Disoccupati, poveri e senzatetto a cena (quasi) gratis da Jon Bon Jovi, Corriere della Sera, 21 ottobre 2011. URL consultato il 28 marzo 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 120070668 LCCN: n88615910