Something for the Pain

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Something for the Pain
Bon Jovi - Something for the Pain.jpg
Screenshot tratto dal video del brano
Artista Bon Jovi
Tipo album Singolo
Pubblicazione 14 settembre 1995
Durata 4:46
Album di provenienza These Days
Genere Hard rock
Etichetta Mercury
Produttore Peter Collins
Jon Bon Jovi
Richie Sambora
Registrazione 1995
Formati 7", CD
Bon Jovi - cronologia
Singolo precedente
(1995)
Singolo successivo
(1995)

Something for the Pain è una canzone dei Bon Jovi, scritta da Jon Bon Jovi, Richie Sambora e Desmond Child. È stata estratta come secondo singolo dal sesto album in studio del gruppo, These Days, nel settembre del 1995. Negli Stati Uniti è stata pubblicata come doppio lato A insieme a Lie to Me, raggiungendo la posizione numero 76 della Billboard Hot 100. Altrove, si è posizionata all'ottavo posto nel Regno Unito.

Una breve sezione centrale della canzone vede Richie Sambora come voce solista; si tratta dell'unico brano registrato in studio dai Bon Jovi a presentare tale particolarità.

Esibizioni dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

La canzone fu regolarmente inserita in quasi tutte le scalette dei concerti del These Days Tour, ma come molte altre canzoni di quell'album, venne raramente riproposta dal gruppo nei tour successivi. Il brano ritornò a sorpresa come punto stabile nelle scalette del The Circle Tour nel 2010, venendo eseguito in forma acustica. Una performance dal vivo delle canzone è presente nell'album live One Wild Night Live 1985-2001.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video musicale della canzone è stato diretto da Marty Callner e vede come protagonista un adolescente che entra in un negozio di dischi. Egli comincia ad ascoltare musica attraverso degli auricolari, quando sullo schermo vengono mostrati i Bon Jovi insieme (sotto lo stupore del ragazzo) ad altri artisti sconosciuti che cantano il brano in scenari differenti; si tratta in realtà di attori che interpretano caricature di Eddie Vedder, Snoop Dogg, Dr. Dre, Courtney Love e Scott Weiland. Il video si conclude con il ragazzo che prende una copia dell'album These Days.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale
  1. Something for the Pain (versione ridotta) – 3:57 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child)
  2. Something for the Pain – 5:36 (Bon Jovi, Sambora, Child)
Versione statunitense
Doppio lato A
  1. Something for the Pain (versione ridotta) – 3:57 (Bon Jovi, Sambora, Child)
  2. Lie to Me – 5:36 (Bon Jovi, Sambora)
Versione britannica
  1. Something for the Pain – 4:46 (Bon Jovi, Sambora, Child)
  2. This Ain't a Love Song (Live) – 6:27 (Bon Jovi, Sambora, Child)
  3. I Don' Like Mondays (Live feat. Bob Geldof) – 5:58 (Bob Geldof)
  4. Livin' On a Prayer (Live) – 5:56 (Bon Jovi, Sambora, Child)
Versione tedesca
  1. Something for the Pain – 4:46 (Bon Jovi, Sambora, Child)
  2. This Ain't a Love Song (Live) – 6:27 (Bon Jovi, Sambora, Child)
  3. You Give Love a Bad Name (Live) – 3:40 (Bon Jovi, Sambora, Child)
  4. Wild in the Streets (Live) – 5:01 (Bon Jovi, Sambora, Child)

Le tracce dal vivo sono state registrate al Wembley Stadium di Londra, Inghilterra, nel giugno del 1995.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1995) Posizione
massima
Australia[1] 14
Austria[2] 36
Belgio (Fiandre)[3] 37
Belgio (Vallonia)[3] 31
Canada[4] 15
Europa[5] 31
Finlandia[6] 4
Francia[7] 41
Germania[8] 51
Irlanda[9] 8
Nuova Zelanda[10] 16
Paesi Bassi[11] 14
Regno Unito[12] 8
Stati Uniti[13] 76
Stati Uniti (pop)[14] 39
Svezia[15] 33
Svizzera[16] 10

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Australian Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, australiancharts.com.
  2. ^ (DE) Austrian Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, austriancharts.at.
  3. ^ a b (NL) Ultratop Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, Ultratop.
  4. ^ (EN) Top Singles - Volume 62, No. 16, November 20 1995 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  5. ^ Chart data - Bon Jovi.
  6. ^ (EN) Finnish Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, finnishcharts.com.
  7. ^ (FR) Accès direct à ces Artistes, Infodisc.fr. URL consultato il 30 ottobre 2012. Selezionare BON JOVI e premere OK.
  8. ^ (DE) German Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, offiziellecharts.de.
  9. ^ Irish Recorded Music Association, Search the Charts - Something for the Pain, Fireball Media. URL consultato il 15 luglio 2014.
  10. ^ (EN) New Zealand Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, charts.org.nz.
  11. ^ (NL) Dutch Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, dutchcharts.nl.
  12. ^ (EN) Chart Archive – Bon Jovi – Something for the Pain, Chart Stats.
  13. ^ (EN) Bon Jovi – Chart History, Billboard. URL consultato il 24 giugno 2014.
  14. ^ (EN) Bon Jovi – Chart History (pop songs), Billboard. URL consultato il 24 giugno 2014.
  15. ^ (EN) Swedish Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, swedischcharts.com.
  16. ^ (DE) Swiss Charts – Bon Jovi – Something for the Pain, hitparade.ch.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock