Cross Road

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo singolo dei Mr. Children, vedi Cross Road (Mr. Children).
Cross Road
Artista Bon Jovi
Tipo album Raccolta
Pubblicazione 11 ottobre 1994
Durata 72:22
Dischi 1
Tracce 14
Genere Pop metal
Hair metal
Hard rock
Pop rock
Album-oriented rock
Etichetta Mercury Records
Produttore Bruce Fairbairn
Bob Rock
Jon Bon Jovi
Richie Sambora
Registrazione 1983/1994 - varie località
Certificazioni
Dischi d'oro Polonia Polonia[1]
(vendite: 50 000+)
Ungheria Ungheria[2]
(vendite: 10 000+)
Dischi di platino Argentina Argentina (4)[3]
(vendite: 240 000+)

Australia Australia (11)[4]
(vendite: 770 000+)
Austria Austria (3)[5]
(vendite: 150 000+)
Europa Europa (8)[6]
(vendite: 8 000 000+)
Finlandia Finlandia (2)[7]
(vendite: 123 354)[8] Francia Francia[9]
(vendite: 379 400)[10] Germania Germania (2)[11]
(vendite: 1 000 000+)
Giappone Giappone (4)[12]
(vendite: 1 150 000)[13] Italia Italia (5)[14]
(vendite: 500 000+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda (7)[15]
(vendite: 105 000+)
Regno Unito Regno Unito (6)[16]
(vendite: 1 800 000+)
Spagna Spagna (4)[17]
(vendite: 400 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (4)[18]
(vendite: 4 000 000+)
Svezia Svezia[19]
(vendite: 100 000+)

Svizzera Svizzera (3)[20]
(vendite: 150 000+)
Dischi di diamante Canada Canada[21]
(vendite: 1 000 000+)
Bon Jovi - cronologia
Album precedente
(1992)
Album successivo
(1995)
Singoli
  1. Always
    Pubblicato: 20 settembre 1994
  2. Someday I'll Be Saturday Night
    Pubblicato: 21 febbraio 1995

Cross Road è il primo greatest hits dei Bon Jovi, pubblicato nel 1994 dalla Mercury Records. È una raccolta dei brani più famosi del gruppo, che comprende alcuni dei loro maggiori successi dal disco di debutto, Bon Jovi del 1984, fino a Keep the Faith del 1992. Inoltre, sono presenti due canzoni inedite: Always e Someday I'll Be Saturday Night, entrambe estratte come singoli. Nella versione dell'album distribuita per il Nord America appare anche una nuova versione della celebre Livin' on a Prayer, chiamata Prayer '94. Contemporaneamente all'uscita del disco, fu pubblicata la registrazione Cross Road: The Videos, contenente 16 videoclip dei Bon Jovi.

Nel 2005, Cross Road fu messo in commercio sotto forma di un cofanetto in edizione speciale denominato "Deluxe Sound & Vision", comprendente 3 dischi: l'album originale rimasterizzato, un CD Bonus contenente alcune b-sides e rarità del gruppo, e il DVD Live from London.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Livin' on a Prayer – 4:13 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child) – dall'album Slippery When Wet
  2. Keep the Faith – 5:47 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child) – dall'album Keep the Faith
  3. Someday I'll Be Saturday Night – 4:39 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child) – Inedito
  4. Always – 5:55 (Jon Bon Jovi) – Inedito
  5. Wanted Dead or Alive – 5:11 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora) – dall'album Slippery When Wet
  6. Lay Your Hands on Me – 6:04 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora) – dall'album New Jersey
  7. You Give Love a Bad Name – 3:46 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child) – dall'album Slippery When Wet
  8. Bed of Roses – 6:38 (Jon Bon Jovi) – dall'album Keep the Faith
  9. Blaze of Glory – 5:40 (Jon Bon Jovi, Danny Kortchmar) – dall'album Blaze of Glory
  10. In These Arms (nelle versioni internazionali) / Prayer '94 (nella versione per il Nord America) / Tokyo Road (nella versione per il Giappone)  – 5:20 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, David Bryan / Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child / Jon Bon Jovi, Richie Sambora) – dall'album Keep the Faith / Inedito / 7800° Fahrenheit
  11. Bad Medicine – 5:16 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora, Desmond Child) – dall'album New Jersey
  12. I'll Be There for You – 5:47 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora) – dall'album New Jersey
  13. In and Out of Love – 4:23 (Jon Bon Jovi) – dall'album 7800° Fahrenheit
  14. Runaway – 3:53 (Bon Jovi, George Karak) – dall'album Bon Jovi
Traccia bonus per le versioni internazionali (non presente nella versione per il Nord America)
  1. Never Say Goodbye – 4:50 (Jon Bon Jovi, Richie Sambora) – dall'album Slippery When Wet

CD Bonus del cofanetto "Deluxe Sound & Vision"[modifica | modifica wikitesto]

  1. The Radio Saved My Life Tonight - 5:08 - dall'album 100,000,000 Bon Jovi Fans Can't Be Wrong
  2. Wild in the Streets - 3:55 - dall'album Slippery When Wet
  3. Diamond Ring - 3:46 - dall'album These Days
  4. Good Guys Don't Always Wear White - 4:30 - dall'album 100,000,000 Bon Jovi Fans Can't Be Wrong
  5. The Boys Are Back in Town (*) - 4:04 - dalla compilation di artisti vari Stairway to Heaven/Highway to Hell
  6. Edge of a Broken Heart - 4:35 - dall'album 100,000,000 Bon Jovi Fans Can't Be Wrong
  7. Postcard From The Wasteland (Demo) - 4:24 - dall'edizione Giapponese dell'album Bounce
  8. Blood on Blood (versione live) - 6:49 - versione studio sull'album New Jersey
  9. Let It Rock - 5:23 - dall'album Slippery When Wet
  10. Starting All Over Again (Japan Bonus Track) - 3:44 - dall'edizione Giapponese dell'album Keep the Faith
  11. Blood Money (versione live) - 2:27 - versione studio sull'album Blaze of Glory
  12. Save a Prayer - 5:56 - dall'album Keep the Faith
  13. Lucky (B-Side) - 3:47 - B-Side del singolo Everyday
  14. Why Aren't You Dead? - 3:32 - dall'album 100,000,000 Bon Jovi Fans Can't Be Wrong
  15. Raise Your Hands - 4:15 - dall'album Slippery When Wet

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Cross Road ottenne un successo clamoroso, raggiungendo la top 3 di ben venticinque paesi, in tredici dei quali si piazzò in prima posizione. L'album risultò essere il più venduto in Europa per sette settimane consecutive, con oltre otto milioni di copie vendute: per questo ricevette la certificazione di otto dischi di platino dalla IFPI. Inoltre, risultò il disco più venduto nel Regno Unito nel 1994. Cross Road vendette 5 milioni di copie nel mondo solamente nelle prime cinque settimane dalla messa in commercio, e ancora oggi continua a registrare buoni risultati: al settembre del 2009, le copie vendute negli Stati Uniti risultano essere 4.775.236. Fu il primo disco dei Bon Jovi a raggiungere la prima posizione in Italia, risultato che successivamente sarebbe stato eguagliato solo da Crush del 2000. In totale sono state vendute circa 21 milioni e nezzo di copie nel mondo,[22] risultando essere il disco dei Bon Jovi più venduto dai tempi di Slippery When Wet del 1986.

Enorme successo ottenne anche il singolo Always, che vendette circa 4 milioni di copie nel mondo, di cui 1,5 milioni nei soli Stati Uniti, diventando la hit più venduta di sempre dei Bon Jovi. La canzone raggiunse la posizione n.4 della Billboard Hot 100, insieme al primo posto in diverse classifiche internazionali. Come successo per l'album Cross Road, Always risultò essere il singolo più venduto nel Regno Unito nel 1994.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
Australia[46] 3
Austria[47] 17
Canada[48] 33
Francia[49] 32
Germania[50] 21
Giappone[51] 66
Italia[35] 7
Nuova Zelanda[52] 37
Paesi Bassi[53] 9
Regno Unito[54] 1
Spagna[55] 14
Svizzera[56] 47
Classifica (1995) Posizione
Australia[57] 26
Austria[58] 8
Belgio (Fiandre)[59] 30
Belgio (Vallonia)[60] 22
Germania[61] 11
Giappone[62] 31
Paesi Bassi[63] 15
Regno Unito[64] 35
Spagna[55] 12
Stati Uniti[65] 41
Sudafrica[66] 1
Svizzera[67] 11

Classifiche di fine decennio[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1990–1999) Posizione
Austria[68] 9

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Bon Jovi[modifica | modifica wikitesto]

Altro personale[modifica | modifica wikitesto]

Errori[modifica | modifica wikitesto]

Tour promozionale[modifica | modifica wikitesto]

Per promuovere la raccolta, il gruppo intraprese il Crossroad Promo Tour, partito il 25 marzo 1994 dai Compass Point Studios di Nassau, e conclusosi il 16 dicembre dello stesso anno al Count Basie Theatre di Red Bank.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PL) Przyznane w 1996 roku, ZPAV. URL consultato il 4 agosto 2011.
  2. ^ (HU) Arany- és platinalemezek › Adatbázis › 2000, ZPAV. URL consultato il 29 luglio 2013.
  3. ^ (ES) Gold & Platinum Discs su CAPIF. URL consultato il 12 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  4. ^ (EN) ARIA Charts - Accreditations - 2010 Albums, ARIA Charts. URL consultato il 7 marzo 2011.
  5. ^ Austrian album certifications – Bon Jovi – Cross Road, IFPI Austria. URL consultato il 7 agosto 2012.
  6. ^ IFPI Platinum Europe Awards – 2007, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 2 febbraio 2014.
  7. ^ Kultalevyjen myöntämisrajat, Musiikkituottajat.
  8. ^ Bon Jovi, Musiikkituottajat.
  9. ^ (FR) French albums certifications, InfoDisc. URL consultato il 17 ottobre 2011.
  10. ^ (FR) Les Albums Platine su infodisc.fr, SNEP. URL consultato il 31 agosto 2011.
  11. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank, Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 22 ottobre 2014.
  12. ^ (JA) The Record > November 1996 > List of Highest Certified International Albums and Singles (1989-1996) (PDF), Recording Industry Association of Japan. URL consultato il 19 gennaio 2014.
  13. ^ Oricon Album Chart Book: Complete Edition 1970–2005, Roppongi, Tokyo, Oricon Entertainment, 2006, ISBN 4-87131-077-9.
  14. ^ Luca Dondoni, Milano: concerto del gruppo per 34 mila fans Bon Jovi, heavy metal addio arrivano melodia e un film, La Stampa, 24 maggio 1995. URL consultato il 26 luglio 2010.
  15. ^ (EN) Latest Gold / Platinum Albums, Radioscope. URL consultato il 14 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  16. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. Digitare "Bon Jovi" in "Keywords", dunque premere "Search".
  17. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 1996–1999, 1ª ed., ISBN 84-8048-639-2.
  18. ^ (EN) American album certifications – Bon Jovi – Cross Road, Recording Industry Association of America. URL consultato il 18 settembre 2010.Se necessario, cliccare "Advanced", poi "Format", selezionare quindi "Album" e premere SEARCH.
  19. ^ Guld- och Platinacertifikat − År 1987−1998 (PDF), IFPI Svezia, p. 15. URL consultato il 20 dicembre 2014.
  20. ^ Hung Medien, The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Bon Jovi; 'Coss Road'). URL consultato il 20 dicembre 2014.
  21. ^ (EN) Gold Platinum Database - Cross Road, Music Canada. URL consultato il 7 agosto 2014.
  22. ^ (EN) Bon Jovi scores incredible chart hit around the world, outside-org.co.uk, 3 dicembre 2010. URL consultato l'11 marzo 2011.
  23. ^ (EN) Australian Charts – Bon Jovi – Cross Road, australiancharts.com.
  24. ^ (DE) Austrian Charts – Bon Jovi – Cross Road, austriancharts.at.
  25. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Belgium, Billboard, 3 dicembre 1994, p. 51. URL consultato il 13 maggio 2012.
  26. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 60, No. 16, November 07 1994 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  27. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Chile, Billboard, 4 marzo 1995, p. 53. URL consultato il 25 luglio 2012.
  28. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Denmark, Billboard, 26 novembre 1994, p. 91. URL consultato il 13 maggio 2012.
  29. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Eurochart Hot 100, Billboard, 19 novembre 1994, p. 45. URL consultato il 13 maggio 2012.
  30. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Finland, Billboard, 19 novembre 1994, p. 45. URL consultato il 13 maggio 2012.
  31. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, Infodisc.fr. URL consultato il 30 ottobre 2012. Selezionare BON JOVI e premere OK.
  32. ^ (DE) German Charts – Bon Jovi – Cross Road, offiziellecharts.de.
  33. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Japan, Billboard, 29 ottobre 1994, p. 58. URL consultato il 13 maggio 2012.
  34. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Ireland, Billboard, 12 novembre 1994, p. 47. URL consultato il 13 maggio 2012.
  35. ^ a b Gli album più venduti del 1994, hitparadeitalia.it. URL consultato il 15 novembre 2014.
  36. ^ (EN) Norwegian Charts – Bon Jovi – Cross Road, norwegiancharts.com.
  37. ^ (EN) New Zealand Charts – Bon Jovi – Cross Road, charts.org.nz.
  38. ^ (NL) Dutch Charts – Bon Jovi – Cross Road, dutchcharts.nl.
  39. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Portugal, Billboard, 19 novembre 1994, p. 45. URL consultato il 13 maggio 2012.
  40. ^ (EN) All the Number One Albums: 1994, The Official Charts Company. URL consultato il 20 luglio 2011.
  41. ^ Nielsen Business Media, Inc., Hits of the World - Portugal, Billboard, 21 gennaio 1995, p. 48. URL consultato il 13 maggio 2012.
  42. ^ (EN) Bon Jovi – Chart History, Billboard. URL consultato il 24 giugno 2014.
  43. ^ (EN) Swedish Charts – Bon Jovi – Cross Road, swedischcharts.com.
  44. ^ (DE) Swiss Charts – Bon Jovi – Cross Road, hitparade.ch.
  45. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Magyar Hanglemezkiadók Szövetsége, 4 dicembre 1994. URL consultato il 20 luglio 2011.
  46. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1994, ARIA Charts. URL consultato il 16 giugno 2014.
  47. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1994, Austriancharts.at. URL consultato il 26 maggio 2014.
  48. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 60, No. 21, December 12 1994 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  49. ^ (FR) Les Albums (CD) de 1994 par InfoDisc (PHP), Infodisc.fr. URL consultato il 5 aprile 2015.
  50. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1994, offiziellecharts.de. URL consultato il 24 giugno 2014.
  51. ^ (JA) 1994年 アルバム年間TOP100 [Oricon Year-end Albums Chart of 1994]. URL consultato il 12 gennaio 2014.
  52. ^ (EN) Top Selling Albums of 1994, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 12 aprile 2014.
  53. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1994, dutchcharts.nl. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  54. ^ Peter Buckley, Bon Jovi in The Rough Guide to Rock, 3ª ed., Rough Guides, 2003, p. 121, ISBN 1-84353-105-4.
  55. ^ a b Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  56. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1994 su Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  57. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1995, ARIA Charts. URL consultato il 16 giugno 2014.
  58. ^ (DE) Austriancharts – Jahreshitparade 1995, Austriancharts.at. URL consultato il 26 maggio 2014.
  59. ^ (NL) Jaaroverzichten 1995 (Vl) su Ultratop.be/nl, ULTRATOP & Hung Medien / hitparade.ch.. URL consultato il 29 novembre 2013.
  60. ^ (FR) Jaaroverzichten 1995 (Wa) su Ultratop.be/fr. URL consultato il 29 novembre 2014.
  61. ^ (DE) Album – Jahrescharts 1995, offiziellecharts.de. URL consultato il 24 giugno 2014.
  62. ^ (JA) 1995年 アルバム年間TOP100 [Oricon Year-end Albums Chart of 1995]. URL consultato il 12 gennaio 2014.
  63. ^ (NL) Dutch charts jaaroverzichten 1995, dutchcharts.nl. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  64. ^ CIN Artist Albums - Year-End - 1995. URL consultato l'11 luglio 2011.
  65. ^ (EN) 1995: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 12 luglio 2011.
  66. ^ (AF) Radio Sonder Grense: SA Top-20, South African Broadcasting Corporation. URL consultato il 5 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 16 giugno 2014).
  67. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1995 su Hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 19 ottobre 2013.
  68. ^ (DE) Bestenlisten – 90er-Album su Austriancharts.at, Hung Medien. URL consultato il 5 dicembre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]