Colpo grosso (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Colpo grosso (sexy game al casinò)
Logo del programma Colpo grosso (sexy game al casinò)
Anno 1987/1993
Genere Intrattenimento
Durata 45 min
Presentatore Umberto Smaila (1987-1991), Maurizia Paradiso (1991-1992), poi Massimo Guelfi e Gabriella Lunghi (1992)
Regia Pino Callà, Celeste Laudisio
Rete Italia 7 (1987-1991), Happy Channel (repliche 1998-2005)
« Cin cin fruttine prelibate cin cin - Cin cin ci innamoriamo cin cin - Cin cin - cin cin ricoprimi di baci Cin cin - cin cin assaggia e poi mi dici Cin cin - cin cin diventeremo amici brinda alla fortuna festeggia con noi! »
(Sigla di entrata delle Ragazze CinCin)

Colpo grosso era una trasmissione televisiva notturna italiana, agli inizi serale, in onda dal 16 novembre 1987 al 1991 sulla rete Italia 7, condotta da Umberto Smaila, sostituito nell'ultima edizione da Maurizia Paradiso prima e Massimo Guelfi con Gabriella Lunghi poi, la regia era affidata a Celeste Laudisio.

Il programma[modifica | modifica sorgente]

La produzione era a cura della GEIT, la realizzazione a cura di ASA Television per conto della Fininvest con cui la syndication Italia 7 all'epoca aveva un contratto per la fornitura di programmi televisivi. Le puntate venivano registrate presso il Teatro 12 della Icet Studios in Via Peppino Rossi 11/13 a Cologno Monzese[1] (oggi il capannone viene affittato ad uso magazzino), mentre per l'ultima edizione il set venne trasferito negli studi di Asa Television a Cinisello Balsamo. Sebbene fosse una trasmissione da molti critici considerata di basso profilo e dubbio gusto, raggiunse notevoli valori di share nelle fasce orarie in cui veniva trasmessa (intorno alle 22.30, nella seconda edizione raggiunse i 2 milioni di spettatori[2]), ma soprattutto diventò un fenomeno di costume in Italia e non solo. Lo stesso presentatore Umberto Smaila, in un'intervista, rivelò che la fascia di pubblico televisivo che seguiva assiduamente la trasmissione si identificava inequivocabilmente nella medio-alta.

Durante la prima edizione lo studio in cui avveniva la trasmissione era arredato con uno stile che ricordava un casinò e i concorrenti gareggiavano in scommesse e giochi; le vincite venivano poi utilizzate per far togliere i vestiti alle mascherine, che erano sia uomini che donne. I concorrenti stessi si potevano spogliare per raccogliere soldi da giocare nelle scommesse. Scopo del gioco era di spogliare completamente tutte le mascherine (l'ultimo pezzo di vestito che queste si toglievano era proprio la maschera sugli occhi) e fare il cosiddetto Colpo grosso, vincendo l'intero montepremi. Il concorrente che realizzava la maggiore vincita, ma non il Colpo grosso, aveva la possibilità di rimanere come campione in carica per la puntata successiva.

Le ragazze Cin Cin

Dalla seconda stagione vennero introdotte 7 vallette, chiamate prima "Portafortuna" e dall'anno successivo "Ragazze Cin Cin". Le "Portafortuna" rappresentavano 7 talismani (legati ai simboli presenti in alcune slot machines, come la coccinella, il quadrifoglio, il ferro di cavallo, etc..), mentre le "Cin Cin" 7 frutti (ananas, fragola, limone, mandarino, kiwi, ciliegia, mirtillo, ecc..) che, oltre a differenziare il colore del loro costume, erano presenti durante gli stacchetti/strip che eseguivano, nella forma di un segnalino, messo a coprire uno dei loro capezzoli. Queste ragazze, di diverse nazionalità, divennero in breve tempo una delle caratteristiche più note del programma, tanto che la parte finale di uno dei loro stacchetti veniva proposta in quegli anni ogni sera all'interno della sigla di Blob.

Dalla seconda e ancora di più dalla terza edizione (probabilmente quelle di maggior successo con Smaila alla conduzione affiancato da Linda Lorenzi, Monique Sluyter e la procace Tiziana D'Arcangelo), pur mantenendo giochi ispirati al casinò, il premio in denaro fu sostituito da un viaggio all'estero pagato dalla produzione e dallo sponsor del programma (gli infissi Panto, a cui in alcune stagioni era anche stato dedicato un gioco specifico), le mascherine divennero esclusivamente donne, ognuna rappresentante una nazione europea. Infine richiami alla geografia e al viaggio vennero inclusi nella scenografia, cambiata sensibilmente rispetto a quella della prime 2 edizioni (ispirata ad un aeroporto nell'89/90 e ad una nave da crociera nel '90/91 e '91/92). Durante la seconda e la terza edizione spesso alle ragazze venivano affibbiati nomi originali come "Esagerata", "Scappatella", "Maria la O" e "Tripla", mentre nelle ultime edizioni in caso di Colpo grosso veniva usata come sigla finale lo spogliarello integrale di una delle ragazze, chiamata Superstar, in alcuni casi una "Cin Cin" degli anni precedenti.

Nella versione tedesca trasmessa da RTL, al contrario dell'edizione italiana, vennero mantenuti dei premi in denaro per ogni ragazza che il concorrente era riuscito a spogliare con i punti acquisiti.

L'ultima edizione italiana venne condotta da Maurizia Paradiso (che era già nota al pubblico notturno per aver presentato alcune trasmissioni con contenuti erotici su diverse televisioni locali) e Gabriella Lunghi. Quest'ultima, in seguito all'abbandono della Paradiso per dissapori con la produzione, concluse la serie come conduttrice al fianco dell'attore Massimo Guelfi.

Dopo 5 anni di programmazione lo show è stato interrotto, tra i motivi (stando alle dichiarazioni dei responsabili di Italia 7 durante l'annuncio della chiusura) un calo di pubblico dovuto al disinteresse per la tematica "spogliarello", ma anche la minore qualità dei presentatori succeduti a Smaila.[2] Un ultimo tentativo di recupero del programma venne fatto proponendo la conduzione al cantante Pupo, ma non venne trovato un accordo sulle richieste di modifiche al programma avanzate da questo.[2]

Repliche ed edizioni estere[modifica | modifica sorgente]

Nel 1990 il format venne esportato anche all'estero, in Spagna con il titolo ¡Ay, qué calor!, trasmesso da Telecinco (condotto da Luis Cantero con l'ex miss Spagna 1988 Eva María Pedraza López[3]), e soprattutto in Germania come Tutti Frutti (condotto da Hugo Egon Balder) sul network privato RTL dove ottenne un successo addirittura maggiore che in Italia. Entrambe le edizioni avevano cadenza settimanale, anziché quotidiana come in Italia, e venivano realizzate nei medesimi studi milanesi con parte del cast e della produzione italiana. L'edizione tedesca vide anche la pubblicazione di una serie di VHS relative al programma Das schärfste aus Tutti Frutti.

Anni dopo venne realizzata, sempre in Italia ma con minor fortuna, una versione per la Svezia sempre con il nome di Tutti frutti, condotta da Bruno Wintzell e dalla playmate Dominka Peczynski. Infine in Brasile venne prodotta una versione del tutto analoga, ma girata in loco, con il nome di Cocktail condotta da Luís Carlos Miele sul network SBT, con sigla, costumi e scenografie identici alla versione italiana del 1990/91.

Diverse stagioni dello show sono state replicate periodicamente da alcune TV locali, dall'emittente satellitare Happy Channel e in alcuni stati esteri come la Turchia e il Giappone (qui in una versione sottotitolata venduta anche su internet come contenuto Pay-per-view), rendendolo di fatto uno dei pochi format televisivi italiani di successo.

Le ragazze del programma[modifica | modifica sorgente]

Esther "Amy" Kooiman, la ciliegia

Parte delle ragazze presenti nello show avevano già esperienze nel mondo della fotografia glamour o erotica. In alcuni casi ragazze che si erano presentate come concorrenti venivano poi assunte nel programma come spogliarelliste e a loro volta alcune spogliarelliste venivano promosse a ragazze Cin Cin. Alcune delle spogliarelliste e delle ragazze Cin Cin hanno poi continuato la carriera nel mondo dello spettacolo o sono comunque entrate a far parte del cosiddetto star-system. Tra queste:

  • Esther "Amy" Kooiman, la ciliegia delle ragazze Cin Cin 89/90, lasciato il programma è divenuta celebre come pornostar con il nome d'arte di "Zara White".
  • Sempre nell'edizione 89/90 ha partecipato prima come concorrente poi come ragazza Cin Cin, la fotomodella svedese Jasmine Lipovsek, successivamente moglie del pilota di Formula Uno Ivan Capelli.[4]
  • Monique Sluyter e Tiziana D'Arcangelo, pur apparendo solo nell'edizione 89/90 di Colpo grosso, hanno invece preso parte alla versione tedesca Tutti Frutti sia nell'89/90 che la stagione successiva 90/91 (la Sluyter fece un breve ritorno a "Colpo grosso" per poche puntate nel '91 sostituendo Amy "Tripla" Charles). Monique Sluyter continuerà poi la carriera come playmate (ottenendo per quattro volte la copertina nell'edizione olandese di Playboy[5]) e avrà anche alcuni camei in film non erotici, oltre a tentare la professione di cantante con un singolo (I want your body) prodotto dalla EMI.[6][7] Nel 2005 la Sluyter prese parte ad un remake di Colpo grosso intitolato Showgirls, in onda su Happy Channel. Tiziana D'Arcangelo comparirà invece in ruoli secondari in alcuni film italiani ed olandesi[8].
  • La gallese Amy Charles, prima spogliarellista, poi al fianco di Smaila con il ruolo di "valletta-cassiera", dopo la fine del programma incise alcuni brani dance, pubblicati in diverse raccolte durante gli anni novanta.[9]
  • L'ungherese Deborah Wells, esibitasi come spogliarellista nel programma, in seguito è divenuta celebre come pornostar, lavorando in svariate produzioni hard europee e americane.
  • L'attrice californiana Tracy Dali, presente nel 1991 nell'edizione tedesca della trasmissione come spogliarellista, negli anni reciterà in diverse decine di film, sia tra i protagonisti che come comparsa (ruolo quest'ultimo per cui aveva già esperienza prima di Colpo grosso, essendo brevemente apparsa in Ritorno al futuro - Parte II)
  • Nadia Picciurro, procace e sfortunata valletta della prima edizione 1988, morì a soli 19 anni nel giugno di quell'anno in un incidente stradale[10]. Le puntate registrate andarono comunque in onda contro il parere dei suoi familiari. La ragazza aveva partecipato anche come ospite fissa della trasmissione L'araba fenice di Antonio Ricci, proprio in qualità di valletta di Colpo grosso.
  • Nel 2007 Nadia Visintainer, l'"ananas" delle "ragazze Cin-Cin" edizione '89/90, ha preso parte a due puntate della trasmissione Matrix (nel corso della quale dichiarò di aver avuto, illo tempore, alcune "avances" da un politico che, in cambio, le prometteva una brillante carriera nel mondo dello spettacolo, ma lei oppose un netto rifiuto ed ebbe, naturalmente, molte difficoltà per rimanere nel "giro") ospite a lucignolo, i soliti ignoti, in una serata dedicata interamente a colpo grosso su rai due condotto da Alda de Eusanio, ha raccontato la sua nuova professione di produttrice teatrale, in attesa di uscita il suo libro dedicato appunto alla sua esperienza di ragazza cin cin .
  • Alma Lo Moro, una delle poche italiane fra le ragazze di tutte le edizioni, è stata portafortuna col simbolo del quadrifoglio e successivamente cin cin col mirtillo. Ha poi recitato nel 1989 nel film erotico La boutique di Lorenzo Onorati.
  • Elke Jeinsen, nasce a Stoccolma il 25 luglio 1966, ma dall'età di un anno cresce in Germania dove, nel 1986, diventa miss Hannover e seconda a Miss Germania. Sempre nello stesso anno posa per l'edizione tedesca di Playboy. Nel 1991 è nel cast di Colpo Grosso, come ragazza cin cin. È la fragola. Continua quindi la carriera di modella, partecipando a varie trasmissioni, film e serie TV (tra cui una puntata di Baywatch e una parte in Crocodile Dundee 3). Compare anche nel video della canzone Night Call di Joe Cocker. Negli anni 2000, si dedica anche a film soft-core come "Every Man's Fantasy 2."
  • Stella Kobs, il limone del primo gruppo di ragazze Cin-Cin, ha lavorato per 15 anni come modella in Europa e a Los Angeles, California. È stata Playmate dell'edizione tedesca di Playboy nel luglio 1986 e nel giugno 1987 (qui con il nome di Stella Adorf). Attualmente è ipnoterapeuta per Training autogeno per il benessere, la bellezza e anti-età e promuove in rete, sul sito che porta il suo nome, un sistema di cura e bellezza del corpo attraverso sedute in cui si inducono stati di trance.
  • Debora Vernetti (o anche Deborah) è stata spogliarellista col nome di Orbetella. Ha recitato in Paprika di Tinto Brass e alcuni film per la TV negli anni '90.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

La sigla finale della terza stagione "C'hai presente Colpo grosso" era scritta ed interpretata dal presentatore Umberto Smaila.

Tra il 1989 e il 1990 fu pubblicato (anche come remix) il tormentone che presentava le ragazze Cin Cin.[11]

L'eredità del programma[modifica | modifica sorgente]

Il regista, Celeste Laudisio, dopo la chiusura di Colpo grosso, curò e presentò la puntata pilota di un nuovo programma, "Caffè Corretto", che doveva unire il talk show agli spogliarelli di alcune delle ragazze Cin Cin di Colpo grosso. La trasmissione, che in parte riprendeva la struttura di un altro programma di Laudisio "Rosso di Sera", prevedeva la presenza di Monique Sluyter nella parte di sexy cameriera. Italia 7 la trasmise nel novembre 1992, ma mentre sul circuito non ebbe seguito[2], su alcune tv locali della Romagna andò in onda una serie completa, presentata però da una nuova coppia di conduttori[senza fonte].

Nella primavera del 1994 Carmen Russo (assente da diversi anni nella televisione italiana, per aver lavorato nella spagnola Telecinco) condusse con il comico Ric due edizioni di un programma di spogliarelli, Notte italiana, sempre su Italia 7, con parte dello staff originale di Colpo grosso.[12] Il programma, scritto da Cristiano Minellono per la regia di Laudisio, prevedeva che due uomini, definiti playboy, si sfidassero in alcuni giochi, che comprendevano anche lo spogliarello delle otto ragazze Bon Bon. Chi vinceva aveva come premio un week end a Riccione, da trascorrere con una persona di propria scelta o con una delle ragazze Bon Bon.[13]

Nel 2005 ne venne realizzato un remake intitolato Showgirls, condotto dall'ex concorrente del Grande Fratello Sergio Volpini. Il programma andò in onda per pochi mesi a tarda sera sul canale satellitare Happy Channel.

L'impatto culturale di Colpo grosso[modifica | modifica sorgente]

Colpo Grosso riscosse grande successo anche in Albania, da dove era possibile vedere la trasmissione che era trasmessa dall'emittente pugliese Telenorba (una delle affiliate alla syndication di Italia 7) tramite la versione locale Telenorba Shqiptare che oggi come ieri si può ricevere benissimo nel "paese delle aquile".

Nel film di successo Notte prima degli esami di Fausto Brizzi[14] il racconto del vissuto catodico quotidiano della fine degli anni ottanta avviene proprio attraverso questa trasmissione e le sue "ragazze Cin-Cin", nella scena in cui i ragazzi sono davanti al televisore.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • La puntata del sabato della prima edizione prevedeva la partecipazioni di concorrenti vip, tra cui Cicciolina; in una edizione successiva anche Milly D'Abbraccio e Antonio Zequila presero parte al programma nello stesso ruolo.
  • La scenografia dell'edizione 89/90 ambientata in un aeroporto venne realizzata dallo scenografo Mario Catalano (sotto lo pseudonimo "Mac Kat") riciclando alcune parti del set del programma Odiens.
  • Nel 1990 venne realizzato un film hard-core parodia di Colpo grosso intitolato Giochi proibiti o Tutti Frutti (dal nome del programma in Germania), con Ron Jeremy nella parte di Smaila, Eva Orlowsky in quello di Linda Lorenzi, la partecipazione di un giovanissimo Rocco Siffredi come concorrente e con Jon Dough, Joy Karins, Miss Pomodoro, Ray Victory, Isabelle Neyle e Sofia Randovic.[15]
  • Durante una puntata della terza edizione, Smaila estrasse una pistola giocattolo che sparava palline da ping pong, da usare contro i concorrenti che sbagliavano. Il nome era quello di "pistola punitiva", suscitando l'ilarità generale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Li' dove si spoglia un pezzo d' Italia, articolo de La Repubblica, del 1º dicembre 1988
  2. ^ a b c d Il video strip è morto di overdose, articolo de Il Corriere della Sera, del 18 novembre 1992
  3. ^ (ES) 1990-1994: Un arranque prometedor, dal sito della televisione spagnola Telecinco
  4. ^ Ivan Capelli sposo, articolo de Il Corriere della Sera, del 4 marzo 1993
  5. ^ Copertine di Playboy con Monique Sluyter, dal sito pbcovers.com
  6. ^ (EN) Sito ufficiale di Monique Sluyter
  7. ^ Scheda di Monique Sluyter, dal sito discogs.com
  8. ^ (EN) Tiziana D'Arcangelo in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.
  9. ^ Scheda di Amy Charles su discogs. URL consultato il 12 agosto 2010.
  10. ^ FORLI' , MUORE A 19 ANNI IN UN INCIDENTE 'MISS SENO' - Repubblica.it » Ricerca, articolo di Repubblica sulla morte della valletta Nadia Picciurro
  11. ^ Scheda sul sito discogs.com
  12. ^ Carmen spoglia la Notte italiana, articolo de Il Corriere della Sera, del 2 aprile 1994
  13. ^ Al Grand Hotel con ragazza premio. in camera matrimoniale ? è polemica, articolo de Il Corriere della Sera, dell'8 aprile 1994
  14. ^ Italica - Brizzi Fausto: Notte prima degli esami
  15. ^ (EN) Giochi proibiti / Tutti Frutti in Internet Movie Database, IMDb.com Inc.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]