Matrix (programma televisivo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Matrix
Logo del programma Matrix
Anno 2005-in corso
Genere Talk Show
Durata 120'
Produttore Videonews (2009-)
Presentatore Enrico Mentana (2005-2009)
Alessio Vinci (2009-2012)
Luca Telese (2013-in corso)
Regia Giorgio Bardelli
Rete Canale 5
Sito web www.matrix.mediaset.it

Matrix è un programma televisivo di attualità e approfondimento giornalistico in onda su Canale 5, ideato e condotto da Enrico Mentana dal settembre 2005, fino al febbraio 2009. Successivamente, a partire dal 24 febbraio 2009, in seguito al suo licenziamento da Mediaset, Enrico Mentana è stato sostituito da Alessio Vinci, ex direttore della redazione romana della CNN. Dopo un anno di pausa il programma tornerà il 10 settembre 2013 con la conduzione di Luca Telese.

La trasmissione va in onda in seconda serata tre sere a settimana dallo studio 14 del Centro Palatino di Roma. In ogni puntata è trattato un tema di prima pagina di stretta attualità, di cronaca, politica o spettacolo, con ospiti in studio e numerosi filmati; in particolare, le prime due sere sono dedicate all'attualità, quella del venerdì a temi più leggeri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Mentana, dopo essere stato sostituito come direttore del TG5 (da lui fondato nel 1992) da Carlo Rossella per decisione aziendale,[1] sbarca in seconda serata con un nuovo programma di informazione e approfondimento, in diretta concorrenza con Bruno Vespa ed il suo Porta a porta, sostituendo come fascia oraria il Maurizio Costanzo Show, che da oltre un decennio occupava la seconda serata dell'ammiraglia Mediaset. Per ideare e dirigere il programma, Mentana si è avvalso per le prime due stagioni della collaborazione di uno dei più affermati autori della tv italiana, Davide Parenti, già padre del fortunato show televisivo Le Iene.

Prima edizione[modifica | modifica wikitesto]

Il programma debutta il 5 settembre 2005, concludendo la sua prima stagione il 2 giugno successivo e riscuotendo successo e andando in onda nelle seconde serate del lunedì, del mercoledì e del venerdì alternandosi al Maurizio Costanzo Show. Il titolo della prima puntata era "Guerra per banche"[2] Nella prima edizione, il programma segue le Elezioni politiche 2006, affrontando dei confronti tra politici come quelli tra Silvio Berlusconi e Francesco Rutelli, tra Silvio Berlusconi e Oliviero Diliberto, tra Gianfranco Fini e Francesco Rutelli, tra Piero Fassino e Giuseppe Pisanu. Saltarono i confronti tra Pier Ferdinando Casini e Gianfranco Fini e tra Francesco Rutelli e Piero Fassino Sono stati sviluppati dei confronti anche per le elezioni Comunali di Milano del 2006, tra Letizia Moratti e Bruno Ferrante per le Comunali 2006 di Milano, andato in onda occasionalmente su Italia 1. Gli autori di questa stagione sono il già citato Davide Parenti e Giovanni Benincasa.

Seconda edizione[modifica | modifica wikitesto]

La seconda edizione della trasmissione è iniziata il 26 settembre 2006 per terminare il 14 settembre 2007, visto il prolungamento del programma in una versione estiva. Nell'autunno il programma va in onda il martedì, il mercoledì e il venerdì, mentre nella seconda parte della stagione, la prima puntata settimanale torna al lunedì. Nella seconda edizione, andata in onda senza particolari approfondimenti e speciali come invece fu per l'anno precedente, complice la presenza di imminenti elezioni politiche, si sviluppò più volte il tema delle televisioni locali per commemorare i trenta anni di televisione privata. La versione estiva del programma, in onda il venerdì, era dedicata alla docu-fiction Erba, I giorni dell'odio, andata in onda in prima serata e riguardante l'omicidio di Erba. Autore di questa edizione è, per la seconda e ultima serie, Davide Parenti.

Terza edizione[modifica | modifica wikitesto]

Mentana chiude la trasmissione

La terza edizione del programma è andata in onda dal 17 settembre 2007 al 3 settembre 2008, sempre condotta da Mentana, dapprima nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì, mentre nella seconda parte della stagione la prima puntata della settimana viene spostata a martedì. Per la seconda stagione il programma ha un'edizione estiva, in onda il mercoledì. Il programma, in questa stagione, ha dedicato molto spazio alle iniziative di Beppe Grillo (come il V-Day) e, nella seconda parte, alle Elezioni politiche italiane del 2008, dedicando, venerdì 11 aprile 2008 in prima serata due interviste; una al candidato premier per il Partito Democratico e Italia dei Valori Walter Veltroni e una al candidato premier per il Popolo della Libertà, Lega Nord e Movimento per l'Autonomia Silvio Berlusconi. L'11 aprile 2008 ospiti della trasmissione sono Silvio Berlusconi e Walter Veltroni. Al termine della puntata, Silvio Berlusconi interrompe Mentana e simula l'apposizione del voto sullo schermo sul quale era mostrata la scheda elettorale. Mentana interrompe Berlusconi chiudendo la trasmissione. L'allora presidente del consiglio si allontana dallo studio visibilmente adirato.[3][4]

Quarta edizione[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 settembre 2008 parte la quarta edizione del programma, che si rivelerà la più burrascosa. Dopo l'autunno, trascorso senza particolari avvenimenti di rilievo riportati dal programma, il 9 febbraio 2009 si apprende della morte di Eluana Englaro, donna che ha vissuto in stato vegetativo per 17 anni in seguito ad un incidente stradale, il cui caso scatenò particolare clamore in Italia. Mediaset non ha concesso né a Mentana né al TG5 di trattare l'argomento in prima serata con uno speciale, né permettendo brevi finestre informative durante la normale programmazione di prima serata, né anticipando la chiusura del programma in prima serata stesso, una puntata del Grande Fratello 9. Per questo motivo, Mentana direttore editoriale di Mediaset, ha presentato le dimissioni da tale carica. Queste dimissioni sono state estese poi dall'emittente televisiva, anche alla conduzione e alla direzione del programma, che quindi è stato immediatamente sospeso dalla messa in onda. Il programma tornerà in onda solo il 24 febbraio, con la conduzione di Alessio Vinci, proveniente dalla direzione della redazione romana della CNN. La prima novità dopo il cambio di conduzione è Matrix Live, che consiste in domande rivolte al Ministro Renato Brunetta via e-mail. Altra particolare puntata dello spettacolo è avvenuta il 7 aprile, quando il programma va in onda "sul campo", con il conduttore Alessio Vinci in diretta da L'Aquila, città devastata dal terremoto il giorno prima. Il programma con l'addio di Mentana passerà sotto il controllo della testata giornalistica Videonews.

Quinta edizione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un'edizione estiva in onda il mercoledì, l'8 settembre 2009 debutta la quinta edizione del programma, nuovamente condotta da Alessio Vinci[5]. La prima puntata del talk show è stata anticipata rispetto al giorno previsto per il debutto della nuova edizione per commemorare Mike Bongiorno, celebre conduttore televisivo scomparso proprio lo stesso giorno. Con la nuova edizione è stata presentata anche la nuova scenografia, in precedenza rimasta invariata dal 2005 e per la prima volta il programma è stato trasmesso in formato 16:9.

Sesta edizione[modifica | modifica wikitesto]

A settembre 2010 parte la nuova edizione di Matrix, per due giorni settimanali. Programmato fin da principio per il mercoledì e il venerdì, dopo poche settimane passa ad occupare il martedì e il giovedì. La nuova edizione è sempre condotta dal giornalista Alessio Vinci. Vengono realizzati alcuni speciali Matrix Live, il venerdì, con il conduttore Alessio Vinci che presenta la puntata direttamente dai luoghi dei fatti di cronaca, in diretta. Da febbraio 2011 la programmazione torna ad avere tre appuntamenti settimanali: martedì, mercoledì e giovedì e termina venerdì 17 giugno 2011, dando appuntamento al pubblico per il successivo settembre 2011. Il 21 dicembre 2010 ospite unico della trasmissione è Silvio Berlusconi che viene introdotto con le seguenti parole da Alessio Vinci: Oggi è il giorno più buio, a portare un po' di luce qua nello studio di Matrix [...] Silvio Berlusconi, presidente del consiglio.[6][7]

Settima edizione[modifica | modifica wikitesto]

Dal 13 settembre 2011 al 31 maggio 2012 va in onda la settima edizione di Matrix, per tre giorni settimanali, il martedì, mercoledì e il venerdì e sempre condotta dal giornalista Alessio Vinci. In questa nuova stagione entrano a far parte della redazione nuovi giornalisti provenienti da altre testate Mediaset, Gaetano Savatteri e Giancarlo Dotto. Fece particolarmente scalpore l'intervista del 1 febbraio 2012 all'allora Premier Mario Monti[8] (da molti definita come un "monologo a senso unico" e come una "intervista senza contraddittorio") in cui Monti disse che il posto fisso è monotono, i giovani si abituino a cambiare. L'articolo 18 può essere pernicioso per lo sviluppo dell'Italia, suscitando molte proteste da parte dei sindacati che ricordarono a Monti di essere stato per 25 anni (quindi per un lungo tempo) professore universitario (quindi con un "monotono posto fisso").

Una stagione di pausa e gli speciali del TG5[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2012-2013 Matrix non va in onda e viene sostituito dagli speciali del TG5 che continuano ad andare in onda anche dalla stagione successiva ma una vanno in onda una volta a settimana il sabato.

Ottava edizione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una stagione intera di pausa, dal 10 settembre 2013 va in onda l'ottava edizione di Matrix con la conduzione di Luca Telese, appena approdato a Mediaset da La7, per due appuntamenti settimanali in seconda serata, il martedì e il venerdì: dopo la pausa natalizia la puntata del martedì viene spostata alla domenica[9]; dal 25 marzo 2014 il programma si sposta al martedì e al giovedì[10]. Il programma continua la sua messa in onda fino al 17 luglio 2014. [11]

Nona edizione[modifica | modifica wikitesto]

La nona edizione di Matrix sempre con la conduzione di Luca Telese, inizierà dall'11 settembre 2014.

Informazioni sul programma[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma attuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Conduttore: Luca Telese.
  • Regista: Giorgio Bardelli.

Passate[modifica | modifica wikitesto]

  • Ex autori: Giovanni Benincasa (edizione 2005/2006); Davide Parenti (edizione 2005/2006 e 2006/2007)
  • Ex giornalisti ed autori televisivi: Giorgio Terruzzi, Anna Migotto, Alessandro Sortino, Marco Occhipinti, Ivan Mazzoletti, Luca Lancise, Mario Molinari, Pietro Valicenti, Marco Ferrante, Stefano Cappellini, Francesca Nava, Massimiliano Lenzi, Chiara Cazzaniga, Barbara Li donni, Pietro Suber. Con l'allontanamento di Mentana, se ne sono andati anche Silvia Brasca (ex caporedattore), Roberto Pavone e Claudia Marchionni.
  • Ex conduttori: Enrico Mentana (dal 2005 al 2009) e Alessio Vinci (dal 2009 al 2012).

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph Baroni. Dizionario della Televisione, pagg 272-274. Raffaello Cortina Editore. ISBN 88-7078-972-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione