Roserio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roserio
Milano - Chiesa di San Giorgio in Roserio.JPG
Rovine della chiesa di San Giorgio, unico resto del borgo rurale di Roserio
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Milano Milano
Città CoA Città di Milano.svg Milano
Circoscrizione Municipio 8
Altitudine 141 m s.l.m.
Nome abitanti roseriesi
Mappa di localizzazione: Milano
Roserio
Roserio
Roserio (Milano)

Coordinate: 45°31′03″N 9°07′10″E / 45.5175°N 9.119444°E45.5175; 9.119444

Roserio (Roseri in dialetto milanese, IPA: [ruˈze:ri]) un quartiere di Milano appartenente al Municipio 8 e posto nella periferia nord-occidentale della città, l'unico con la Cassina Triulza a trovarsi a nord dell'autostrada A4.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Roserio era un insediamento rurale di antica origine.

Nell'ambito della suddivisione del territorio milanese in pievi, apparteneva alla Pieve di Bollate. Il territorio comunale confinava a nord con Baranzate, ad ovest con Cassina Triulza, a sud con Musocco e a est con Vialba. Il 19 aprile 1674 venne eretto il feudo di Novate con Roserio cui feudatari furono i marchesi Pogliaghi fino all'abolizione, da parte dei francesi, di tutti i privilegi feudali.[1] Nell'estimo voluto dall'imperatrice Maria Teresa nel 1771, Roserio risultò avere 106 abitanti.[2]

In età napoleonica, dal 1809 al 1816, Roserio fu aggregata a Bollate, recuperando l'autonomia con la costituzione del regno Lombardo-Veneto.

All'unità d'Italia, nel 1861, il paese contava 177 abitanti. Nel 1869 Roserio fu aggregata a Musocco[3], a sua volta annessa a Milano nel 1923.[4] L'unificazione di Roserio con Musocco fu peraltro un'anomalia storica, dato che per secoli la comunità era dipesa, sia civilmente che religiosamente, dall'anticamente influente borgo di Bollate.[5]

Dopo l'annessione a Milano, la zona di Roserio è stata segnata dalla costruzione del Sanatorio di Vialba e, dopo la Seconda guerra mondiale, del grande svincolo autostradale di Fiorenza, che connette l'autostrada Torino-Trieste all'autostrada dei Laghi. A Roserio ha anche sede un grande deposito di Poste Italiane.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia di Novate Milanese (877-1877), Lorenzo Caratti di Valfrei
  2. ^ Comune di Roserio, 1757 - 1797 – Istituzioni storiche – Lombardia Beni Culturali
  3. ^ Regio Decreto n° 4839 del 17 gennaio 1869, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia n° 54 del 23 febbraio 1869
  4. ^ Regio Decreto 2 settembre 1923, n. 1912, art. 1
  5. ^ Ancora nel 1869 ad esempio, Roserio era ricompresa nella parrocchia di Bollate.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Milano Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Milano