Quartiere Mirabello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Quartiere Mirabello
Milano - quartiere Mirabello - 01.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLombardia
LocalitàMilano
Coordinate45°29′46.14″N 9°12′01.12″E / 45.49615°N 9.200311°E45.49615; 9.200311Coordinate: 45°29′46.14″N 9°12′01.12″E / 45.49615°N 9.200311°E45.49615; 9.200311
Informazioni generali
Condizioniin uso
Costruzione1939
Stilerazionalista
Usoappartamenti
Realizzazione
ArchitettoGaetano Angilella

Il quartiere Mirabello, già quartiere "Rodolfo Carabelli", è un complesso di edilizia residenziale pubblica di Milano.

Occupa l'isolato posto fra le vie Vassallo, Frignani e Ghislanzoni, e prende nome dall'antica Villa Mirabello, sita nei pressi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il complesso edilizio, denominato in origine "Quartiere Rodolfo Carabelli", fu costruito nel 1939 dall'Istituto Fascista Autonomo Case Popolari (IFACP) di Milano, su progetto di Gaetano Angilella[1]. Successivamente prese la denominazione di "Quartiere Mirabello".

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Mappa del complesso edilizio

Il complesso edilizio consta di 12 palazzine, a due o tre piani, costruite nello stile razionalista tipico dell'epoca, e caratterizzate da forme fortemente plastiche[1].

La tipologia a palazzine, ripresa dal vicino Villaggio dei Giornalisti, denotava la destinazione del complesso al ceto impiegatizio[1].

Trattandosi di un intervento progettato nel periodo delle sanzioni, la costruzione fu improntata a criteri di economia, escludendo l'uso del calcestruzzo armato[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Pugliese, p. 112.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Raffaele Pugliese (a cura di), La casa popolare in Lombardia. 1903-2003, Milano, Unicopli, 2005, ISBN 88-400-1068-8.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]