Calvairate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Calvairate
Calvairate borgo.jpg
Il piccolo borgo rurale di Calvairate
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Milano Milano
Città CoA Città di Milano.svg Milano
Circoscrizione Municipio 4
Altitudine 114 m s.l.m.
Nome abitanti calvairatesi
Patrono Santa Maria Nascente
Mappa di localizzazione: Milano
Calvairate
Calvairate
Calvairate (Milano)

Coordinate: 45°27′18″N 9°13′21″E / 45.455°N 9.2225°E45.455; 9.2225

Calvairate (Calvairaa in dialetto milanese, IPA: [kalvai'rɒ:]) è un quartiere di Milano posto nella zona orientale della città, appartenente al Municipio 4.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il quartiere è delimitato:

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Calvairate deriva dall'antica cappella dedicata a Santa Maria Nascente e al monte Calvario, in latino "mons Calvarius", fatta costruire da alcuni crociati di ritorno dalla Terra Santa probabilmente nel XII o XIII secolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'antico borgo agricolo, di cui è stata cancellata ogni testimonianza, si sviluppava nell'area attualmente occupata da piazzale Ferdinando Martini, e si centrava sulla locale parrocchia di Santa Maria Nascente, costruita nel 1581 per volere dell'arcivescovo Carlo Borromeo su progetto di Pellegrino Tibaldi. La zona era abitata da poco più di mille persone e faceva parte dei Corpi Santi di Porta Orientale.[1] Il borgo di Calvairate fu poi annesso al comune Milano nel 1873.[2]

Quartiere IACP Molise di piazzale Vincenzo Cuoco

Tra la fine dell'ottocento e gli inizi del novecento anche quest'area di città iniziò ad espandersi. Il piano Beruto del 1884 disegnò due grandi piazze (Martini ed Insubria), collegate da un ampio viale alberato (via Laura Ciceri Visconti), destinate a diventare il fulcro del quartiere circostante. Il nuovo piano urbanistico cancellò la chiesa cinquecentesca e la Giazzera de Calvairaa, la ghiacciaia più grande di tutta Milano. Nel 1912 fu costruito ad est del quartiere (odierno viale Molise) il nuovo macello della città, trasferito da piazza Sant'Agostino.

L'area di Calvairate venne urbanizzata secondo le previsioni del piano Pavia-Masera del 1912. Inizialmente, a partire dagli anni venti, sorsero alcuni complessi di case popolari. Successivamente, fino al secondo dopoguerra, seguirono gli edifici di edilizia libera. L'area, ad alta densità edilizia, è comunque ricca di aree verdi ben disegnate e molto apprezzate.

Nel 1927 venne decisa la costruzione della nuova chiesa, completata nel 1929, che sorse sull'isolato compreso fra le vie Ennio e Lattanzio e che prese il nome della demolita Santa Maria Nascente con l’aggiunta della dedica a San Pio V. Dal 1965 ha sede in via Cesare Lombroso il mercato ortofrutticolo più grande d'Italia.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Calvairate è raggiungibile attraverso le linee tranviarie 12 e 16, che fanno capolinea rispettivamente in viale Molise e via Monte Velino, le linee filoviarie 90, 91, 92, 93 e le linee automobilistiche 66 e 84. Il quartiere è servito a nord dalla stazione sotterranea del passante ferroviario di Porta Vittoria ed a sud dalla stazione ferroviaria di Porta Romana e dalla stazione Lodi T.I.B.B. della linea M3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Milano Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di milano