Porta Genova (Milano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la porta di Milano, vedi Porta Genova.
Porta Genova
Navigli / Porta Genova
4045 - Milano - Naviglio Grande - Foto Giovanni Dall'Orto, 7-July-2007.jpg
Il Naviglio Grande nel punto in cui si getta nella Darsena
Stato Italia Italia
Regione Lombardia Lombardia
Provincia Milano Milano
Città CoA Città di Milano.svg Milano
Circoscrizione Municipio 6
Altri quartieri Porta Genova · Conchetta · Moncucco · Barona · Quartiere Sant'Ambrogio · Quartiere Cascina Bianca · Boffalora · Quartiere Teramo · San Cristoforo · Quartiere Lodovico il Moro · Ronchetto sul Naviglio · Quartiere Villa Magentino · Arzaga · Giambellino · Lorenteggio · Villaggio dei Fiori · Creta · Assisi
Mappa di localizzazione: Milano
Porta Genova
Porta Genova
Porta Genova (Milano)

Coordinate: 45°27′20.34″N 9°10′23.4″E / 45.455649°N 9.173166°E45.455649; 9.173166

Porta Genova è un quartiere di Milano, a sud-ovest del Duomo, appartenente al Municipio 6. Il quartiere prende il nome dall'omonima porta realizzata attorno al 1870 nel tracciato delle mura spagnole, nell'attuale piazzale Cantore dove ancora oggi sono presenti i caselli daziari ottocenteschi.

Parte della più ampia zona dei Navigli, il quartiere di Porta Genova è idealmente delimitato dal quadrilatero formato da via Solari, via Bergognone, il Naviglio Grande e la Darsena, con centro costitutivo in piazzale Stazione Genova. Particolare è il ponte pedonale di sovrappasso dei binari, in ferro riverniciato di verde, conosciuto come la Scaletta. Collega con via Tortona e funziona da cintura di unione delle due metà del quartiere, separate dai binari della stazione. Il ponte compare in una celebre scena del film Ratataplan di Maurizio Nichetti del 1979. Caratteristico è il "vicolo dei lavandai", dove si sono conservate le pietre adoperate in passato dalle lavandaie della zona per la lavatura dei panni, rigorosamente a pagamento, in un canaletto che attingeva acqua dal naviglio. Le donne giravano per le case del quartiere raccogliendo e riportando la biancheria da lavare, ciascuna lavandaia aveva la propria pietra da lavaggio su cui strofinava il panno bagnato.

La zona dei Navigli, e con essa Porta Genova, è notevolmente mutata negli ultimi decenni. I vecchi opifici e laboratori sono stati progressivamente sostituiti da attività commerciali, perlopiù negozi di moda e locali notturni. Le caratteristiche "case di ringhiera" sono state in gran parte ammodernate, così aumentandone notevolmente il valore. Spesso le strette vie sono intasate da una grande quantità di automobili in transito o parcheggiate. I bacini della Darsena e del Naviglio Grande sono aree di cantiere da alcuni anni. In definitiva, la zona è divenuta una delle più alla moda e produttive di reddito della città, ma a costo della sua snaturazione e perdita di fascino.

Il quartiere è servito dalla Linea M2, con la fermata Porta Genova, ubicata nel piazzale antistante la stazione ferroviaria, alla quale afferisce la Milano-Mortara, con treni regionali anche per Alessandria.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Milano Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Milano