Dergano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dergano
Stazione Dergano.JPG
La stazione della metropolitana di Dergano, in via Carlo Imbonati
StatoItalia Italia
RegioneLombardia Lombardia
ProvinciaMilano Milano
CittàCoA Città di Milano.svg Milano
CircoscrizioneMunicipio 9
Altitudine134 m s.l.m.
Nome abitantiderganesi
PatronoSan Nicola
Mappa di localizzazione: Milano
Dergano
Dergano
Dergano (Milano)

Coordinate: 45°30′09″N 9°10′38″E / 45.5025°N 9.177222°E45.5025; 9.177222

Dèrgano (Dèrghen in dialetto locale, IPA:['dɛrgen]) è un quartiere della periferia settentrionale di Milano, compreso nel Municipio 9.
Già comune indipendente, fu annesso nel 1868 ad Affori, e nel 1923 assieme a quello alla città di Milano.[1]

Tra le personalità legate a Dergano va ricordato Enrico Mattei che qui impiantò una sua fabbrica di produzione di prodotti chimici per concerie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La piccola località rurale di Dergano, di antica origine, costituiva un comune compreso nella Pieve di Bruzzano, parte del Ducato di Milano.

Registrata agli atti del 1751 come un villaggio milanese di 236 abitanti saliti a 395 nel 1771, alla proclamazione del Regno d'Italia nel 1805 Dergano risultava avere 403 residenti.[2] Nel 1808 il governo napoleonico lo annesse per la prima volta a Milano,[3] ma gli austriaci annullarono il provvedimento nel 1816 dopo l'istituzione del Regno Lombardo-Veneto.[4]

Nel 1853 il comune di Dergano contava 854 abitanti, nel 1861 ne aveva 930. Il municipio venne aggregato nel 1868 ad Affori, località a sua volta fusa con Milano in età fascista.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il quartiere di Dergano è lambito a sud dalla circonvallazione esterna (della 90/91) e a est dal Viale Enrico Fermi, ovvero la parte iniziale della Superstrada Milano-Meda. Inoltre, nel quartiere ha origine il percorso della strada Comasina, che collega Milano (Piazzale Maciachini) a Como e alla Svizzera. Anticamente, la principale strada che collegava Milano a Como era la così chiamata "Comasinella"; questa è l'attuale Via Benigno Crespi, ovvero la strada che marca il confine tra Dergano e Montalbino.

Nel quartiere sono presenti due stazioni della linea M3 della metropolitana di Milano, Dergano e Maciachini; quest'ultima si trova lungo il confine tra Dergano, la Zona Farini e Montalbino.

Varie linee di autobus e filobus, gestite da ATM, collegano Dergano ai quartieri limitrofi e a tutti gli altri quartieri che sorgono lungo la circonvallazione.

Dergano potrebbe essere servito, in un eventuale futuro, da una stazione ferroviaria della cintura ferroviaria, che lambisce il quartiere a nord. Il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS) del 2015, presentato dal comune di Milano, infatti, accarezzava l'ipotesi della costruzione di nuove stazioni ferroviarie lungo la cintura ferroviaria, tra cui, appunto Dergano[5].

L'ASD Dergano, squadra di calcio legata alla parrocchia di San Nicola in Dergano, milita nel campionato a 11 CSI categoria open A, già matematicamente sicura di una promozione in open Eccellenza.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Milano Portale Milano: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di milano