Jérôme d'Ambrosio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jérôme d'Ambrosio
Jerome d'Ambrosio.jpg
Nazionalità Belgio Belgio
Altezza 172 cm
Peso 62 kg
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria GP2, Formula 1, Formula E
Squadra Dragon Racing
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 27 marzo 2011
Stagioni 2011-2012
Scuderie Renault, Virgin, Lotus
GP disputati 20
Carriera in Formula E
Esordio 13 settembre 2014
Stagioni dal 2014-2015
Scuderie Dragon Racing
Miglior risultato finale 4° (2014-15)
GP disputati 40
GP vinti 2
Podi 6
Punti ottenuti 221
Pole position 2
Giri veloci 1
Statistiche aggiornate al EPrix di Roma 2018

Jérôme d'Ambrosio (Etterbeek, 27 dicembre 1985) è un pilota automobilistico belga, di origine italiana.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

D'Ambrosio ha iniziato la sua carriera nei kart, vincendo la Junior Monaco Kart Cup nel 2000. Passato sulle vetture a ruote scoperte nel 2003, ha fatto sua la Formula Renault belga 1.6 cc, guidando per il team dell'ex pilota di Formula 1 Thierry Boutsen; nello stesso anno partecipa anche al campionato di Formula König in Germania, dove termina quarto in classifica finale. Nel 2004 passa alla categoria da 2000 cc, correndo prima nel campionato francese poi in quello italiano l'anno successivo; in entrambe le stagioni è stato impegnato anche nell'Eurocup. Nel 2005, D'Ambrosio ha partecipato anche a una gara della Formula 3000 italiana; l'impegno è divenuto più ampio l'anno seguente, in cui è giunto quinto in campionato, con un secondo posto nella gara 1 corsa a Vallelunga. Nel 2006 ha corso nella categoria più importante della Formula Renault, la 3.5; nello stesso anno ha preso parte a una gara del Campionato FIA GT, con una Gillet Vertigo nella classe GT2. Nel 2007 partecipa all'International Formula Master, campionato che vince col Cram Competition; si impone in 5 gare e coglie in totale 100 punti, frutto anche di tre secondi posti e altrettanti terzi.

GP2[modifica | modifica wikitesto]

D'Ambrosio guida per il team francese DAMS sul Circuito di Silverstone nella GP2 2009.

Nel 2008 il belga partecipa alla GP2 e alla GP2 Asia col team francese DAMS e ha come compagno di scuderia Kamui Kobayashi. Undicesimo nella stagione 2008, ottiene lo stesso risultato anche nella serie principale, cogliendo due secondi posti nelle gare sprint di Valencia e Spa-Francorchamps. Nella stagione 2008-2009, D'Ambrosio giunge secondo in classifica, proprio dietro al compagno di squadra Kobayashi; sempre con la DAMS affronta il campionato GP2, dove termina nono (miglior risultato il secondo posto nella sprint di Monaco). Partecipa anche alla stagione 2010, quale parte della collaborazione fra la DAMS e la Renault; il 16 maggio 2010 si aggiudica il suo primo gran premio nella classe GP2 sul Circuito di Montecarlo davanti all'olandese van der Garde e al francese Bianchi diventando così il primo belga a vincere una gara in categoria.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

D'ambrosio al Gran Premio della Malesia 2011 a bordo della Virgin

Nel gennaio 2010 viene annunciato il suo ingaggio quale collaudatore per la Renault perché le finanze di Vitalij Petrov fanno sfumare la sua candidatura al ruolo di titolare così come quella di Ho-Pin Tung;[1] il 19 marzo 2010 testa la Renault R29, la vettura del campionato 2009, sul Circuito di Silverstone.[2] Dal Gran Premio di Singapore passa alla Virgin come pilota di riserva, partecipando alla prima sessione di prove libere in sostituzione di Lucas Di Grassi;[3] ne prende il posto anche nei seguenti gran premi, tranne l'ultimo ad Abu Dhabi, in quanto impegnato in GP2. Nel campionato 2011 il belga è stato pilota titolare della scuderia inglese, avendo sostituito proprio Di Grassi.[4] Nella stagione 2012 viene nominato terzo pilota della Lotus;[5] nel Gran Premio d'Italia sostituisce il compagno Romain Grosjean, squalificato nel precedente Gran Premio del Belgio per aver causato un incidente alla partenza; nel fine settimana ha conquistato il suo miglior piazzamento in qualifica, 17º, e in gara è riuscito a concludere al 13º posto. Viene poi confermato nello stesso ruolo anche nella stagione 2013.

Dopo la Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Terminata l'esperienza in Formula 1, nel 2014 passa al campionato Blancpain Endurance Series con il team M-Sport Bentley.

Formula E[modifica | modifica wikitesto]

D'Ambrosio a Berlino nel 2017.

2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Dalla stagione 2014-2015 partecipa al neonato campionato di Formula E con il team Dragon Racing, ottenendo una vittoria e due secondi posti nelle ultime quattro gare della stagione e giungendo al quarto posto in classifica generale.

2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

Nella seconda stagione viene confermato dal team, e riesce a giungere a podio già alla terza gara, vincendo poi in Messico e concludendo la stagione al quinto posto con 83 punti.

2016-2017[modifica | modifica wikitesto]

La terza stagione, invece, non va nel migliore dei modi con il belga che riesce a conquistare soltanto 13 punti nell'intera stagione.

2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Per la sua quarta stagione nella categoria viene nuovamente confermato dal team Dragon Racing.[6]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Riassunto della carriera[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Campionato Squadra Gare Pole Vittorie Podi Punti Pos
2003 Formula Renault 1.6 Belgio Thierry Boutsen Racing ? ? ? ? ?
Formula König ? ? ? ? ? 240
2004 Formula Renault 2.0 Francia Graff Racing 14 0 0 ? 156
Eurocup Formula Renault 2.0 7 0 0 2 28 16º
2005 Formula Renault 2.0 Italia Euronova Racing 17 1 1 4 199
Formula Renault 2.0 Italia Winter Series 2 ? 2 ? 40
Eurocup Formula Renault 2.0 6 0 0 ? 22 15º
Formula 3000 Italia 1 0 0 ? 9
2006 Euroseries 3000 Euronova Racing 10 0 0 3 39
Formula Renault 3.5 Series Tech 1 Racing 7 0 0 0 0 36º
Campionato FIA GT Belgian Racing (GT2) 1 0 0 0 0 N.C.
2007 International Formula Master Cram Motorsport 16 1 5 11 100
2008 GP2 Series DAMS 20 0 0 2 21 11º
GP2 Asia Series 10 0 0 2 12 11º
2008–09 GP2 Asia Series DAMS 11 1 0 4 36
2009 GP2 Series DAMS 20 0 0 3 29
2010 GP2 Series DAMS 18 1 1 2 21 12º
Formula 1 Renault F1 Collaudatore
Virgin Racing
2011 Formula 1 Marussia Virgin Racing 19 0 0 0 0 24º
2012 Formula 1 Lotus F1 Team 1 0 0 0 0 23º
2013 Formula 1 Lotus F1 Team Collaudatore
2014 Blancpain Endurance Series M-Sport 5 0 0 0 15 17º
2014–15 Formula E Dragon Racing 11 0 1 3 113
2015–16 Formula E Dragon Racing 10 2 1 3 83
2016–17 Formula E Faraday Future Dragon Racing 12 0 0 0 13 18º
2017–18 Formula E Dragon Racing 7 0 0 0 12

Risultati in GP2[modifica | modifica wikitesto]

N.B. Le gare in grassetto indicano una pole position mentre quelle in corsivo indicano il giro più veloce in gara. (Legenda)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Pos Punti
2008 DAMS CAT
FEA

Rit
CAT
SPR

15
IST
FEA

Rit
IST
SPR

Rit
MON
FEA

9
MON
SPR

7
MAG
FEA

6
MAG
SPR

Rit
SIL
FEA

9
SIL
SPR

12
HOC
FEA

Rit
HOC
SPR

11
HUN
FEA

9
HUN
SPR

Rit
VAL
FEA

5
VAL
SPR

2
SPA
FEA

8
SPA
SPR

2
MNZ
FEA

7
MNZ
SPR

6
11º 21
2009 DAMS CAT
FEA

3
CAT
SPR

3
MON
FEA

6
MON
SPR

2
IST
FEA

Rit
IST
SPR

15
SIL
FEA

19
SIL
SPR

12
NUR
FEA

10
NUR
SPR

7
HUN
FEA

16
HUN
SPR

Rit
VAL
FEA

9
VAL
SPR

4
SPA
FEA

Rit
SPA
SPR

Rit
MNZ
FEA

4
MNZ
SPR

4
ALG
FEA

Rit
ALG
SPR

10
29
2010 DAMS CAT
FEA

Rit
CAT
SPR

10
MON
FEA

8
MON
SPR

1
IST
FEA

10
IST
SPR

8
VAL
FEA

Rit
VAL
SPR

8
SIL
FEA

11
SIL
SPR

11
HOC
FEA
HOC
SPR
HUN
FEA

6
HUN
SPR

Rit
SPA
FEA

Rit
SPA
SPR

Rit
MNZ
FEA

5
MNZ
SPR

2
YMC
FEA

14
YMC
SPR

8
12º 21

Risultati in GP2 Asia[modifica | modifica wikitesto]

N.B. Le gare in grassetto indicano una pole position mentre quelle in corsivo indicano il giro più veloce in gara. (Legenda)

Stagione Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 Pos Punti
2008 DAMS DUB1
FEA

11
DUB1
SPR

8
IDN
FEA

Ret
IDN
SPR

Ret
MYS
FEA

3
MYS
SPR

Ret
BHR
FEA

11
BHR
SPR

12
DUB2
FEA

7
DUB2
SPR

3
11º 12
2008–2009 DAMS CHN
FEA

9
CHN
SPR

5
DUB
FEA

7
DUB
SPR

C
BHR1
FEA

2
BHR1
SPR

3
QAT
FEA

5
QAT
SPR

7
MYS
FEA

Ret
MYS
SPR

DSQ
BHR2
FEA

3
BHR2
SPR

2
36

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

2010 Scuderia Vettura Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Punti Pos.
Virgin VR-01 SP SP SP SP
2011 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Turkey.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
Virgin MVR-02 14 Rit 20 20 20 15 14 22 17 18 19 17 Rit 18 21 20 16 Rit 19 0 24º
2012 Scuderia Vettura Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of India.svg Flag of the United Arab Emirates.svg Flag of the United States.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
Lotus E20 13 0 23º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Risultati in Formula E[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 Punti Pos
2014-15 Dragon Racing Spark-Renault SRT 01E CHN
6
MAL
5
URY
8
ARG
15
MIA
4
LBH
6
MON
5
GER
1
RUS
12
GBR
2
GBR
2
113
2015-16 Dragon Racing Spark-Venturi VM200-FE-01 CHN
5
MAL
14
URY
3
ARG
16
MEX
1
USA
7
FRA
11
GER
16
GBR
8
GBR
3
83
2016-17 Faraday Future Dragon Racing Spark-Penske 701-EV HKG
7
MAR
13
ARG
8
MEX
14
MON
Rit
FRA
Rit
GER
13
GER
13
USA
Rit
USA
10
CAN
11
CAN
9
13 18º
2017-18 Dragon Racing Spark-Penske EV-2 HKG
NC
HKG
15
MAR
15
CIL
8
MEX
11
URY
9
ITA
7
FRA
GER
SVI
USA
USA
12

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Renault R30 presenta Petrov e i tester D'Ambrosio e Tung, in italiaracing.net, 31 gennaio 2010. URL consultato il 7 aprile 2010.
  2. ^ Shakedown a Silverstone con la Renault per Jan Charouz, in racingworld.it, 19 marzo 2010. URL consultato il 7 aprile 2010.
  3. ^ Jerome D'Ambrosio alla Virgin Racing, in gpupdate.net, 20 settembre 2010. URL consultato il 20 settembre 2010.
  4. ^ Roberto Ferrari, F1 2011, Virgin: D’Ambrosio titolare, auto.fanpage.it, 24 dicembre 2010. URL consultato il 28 dicembre 2010.
  5. ^ D'Ambrosio: «Sarò terzo pilota alla Lotus», in corrieredellosport.it, 25 gennaio 2012. URL consultato il 30 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  6. ^ Mercato, Jérôme D’Ambrosio resterà alla Dragon Racing, 11 giugno 2017. URL consultato il 19 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]