E-Prix di New York 2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stati Uniti E-Prix di New York 2018
Gare 11-12 di 12 del Campionato di Formula E 2017-2018
New York City Layout 2018.png
Data 14]]-[[15 luglio 2018
Nome ufficiale 2018 Qatar Airways New York City E-Prix
Luogo Circuito cittadino di Brooklyn
Percorso 2,373 km / 1,475 US mi
Circuito Cittadino
Clima Nuvoloso/Pioggia
Risultati
Gara 1
Distanza 45 giri, totale 106,785 km
Pole position Giro più veloce
Svizzera Sébastien Buemi Svezia Felix Rosenqvist
Renault-e.dams in 1:13.911 Mahindra Racing in 1:14.663
(nel giro 42 di 45)
Podio
1. Brasile Lucas Di Grassi
Audi Sport ABT
2. Germania Daniel Abt
Audi Sport ABT
3. Svizzera Sébastien Buemi
Renault-e.dams
Gara 2
Distanza 43 giri, totale 102.039 km
Pole position Giro più veloce
Svizzera Sébastien Buemi Germania Daniel Abt
Renault-e.dams in 1:17.973 Audi Sport ABT in 1:15.552
(nel giro 15 di 43)
Podio
1. Francia Jean-Éric Vergne
Techeetah
2. Brasile Lucas Di Grassi
Audi Sport ABT
3. Germania Daniel Abt
Audi Sport ABT

L'E-Prix di New York 2018 è stato l'ultimo appuntamento, suddiviso in due gare, della quarta stagione del campionato di Formula E, destinato ai soli veicoli elettrici. La gara 1 è stata vinta da Lucas Di Grassi, su Audi Sport ABT e la gara 2 ha visto prevalere Jean-Éric Vergne, su Techeetah.

Prima dell'evento[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

  • Il layout del circuito viene modificato rispetto all'anno precedente. In sostituzione del tornante tra i due rettilinei principali viene aggiunta una sezione di 4 curve. Viene inoltre modificato il passaggio tra curva 2 e 3 (8 e 9 nel vecchio layout).[1]
  • Edoardo Mortara, impegnato nel DTM, viene sostituito da Tom Dillmann per le ultime due gare della stagione.[2]

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

  • Oliver Turvey viene sostituito da Ma Qinghua per l'ultima gara della stagione dopo l'infortunio dell'inglese durante le prove di Gara 1.[3]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Gara 1[modifica | modifica wikitesto]

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Oliver Turvey non prende parte alla qualifica e alla successiva gara dopo essere stato protagonista di un incidente durante le prove libere 2 ed aver subito un infortunio al polso.[4]

Dopo aver fatto segnare i migliori tempi i due piloti della Techeetah, Jean-Éric Vergne e André Lotterer, sono stati squalificati per aver raggiunto la massima potenza troppo presto durante la sessione di qualifica.[5]

Pos. N. Pilota Squadra Qualifica Gap SuperPole Gap Griglia
1 9 Svizzera Sébastien Buemi Francia Renault-e.dams 1:14.178 +0.197 1.13.911 1
2 20 Nuova Zelanda Mitch Evans Regno Unito Panasonic Jaguar Racing 1:14.050 +0.069 1:14.465 +0.554 2
3 8 Francia Nicolas Prost Francia Renault-e.dams 1:14.198 +0.217 1:14.921 +1.010 3
4 7 Belgio Jérôme d'Ambrosio Stati Uniti Dragon Racing 1:14.121 +0.140 1:15.391 +1.480 4
5 66 Germania Daniel Abt Germania Audi Sport ABT 1:13.981 1:16.579 +2.668 5
6 3 Brasile Nelson Piquet Jr. Regno Unito Panasonic Jaguar Racing 1:14.203 +0.222 6
7 6 Argentina José María López Stati Uniti Dragon Racing 1:14.244 +0.263 7
8 5 Germania Maro Engel Monaco Venturi Grand Prix 1:14.292 +0.311 8
9 4 Francia Tom Dillmann Monaco Venturi Grand Prix 1:14.304 +0.323 9
10 23 Germania Nick Heidfeld India Mahindra Racing 1:14.322 +0.341 10
11 1 Brasile Lucas Di Grassi Germania Audi Sport ABT 1:14.325 +0.344 11
12 28 Portogallo António Félix da Costa Stati Uniti MS&AD Andretti 1:14.382 +0.401 12
13 36 Regno Unito Alex Lynn Regno Unito DS Virgin Racing 1:14.473 +0.492 13
14 2 Regno Unito Sam Bird Regno Unito DS Virgin Racing 1:14.484 +0.503 14
15 68 Italia Luca Filippi Regno Unito NIO Formula E Team 1:14.523 +0.542 15
16 19 Svezia Felix Rosenqvist India Mahindra Racing 1:14.825 +0.844 16
Tempo limite 110%: 1:21.379
27 Francia Stéphane Sarrazin Stati Uniti MS&AD Andretti 1:26.036 +12.055 17
18 Germania André Lotterer Cina Techeetah SQ 18
25 Francia Jean-Éric Vergne Cina Techeetah SQ 19
16 Regno Unito Oliver Turvey Regno Unito NIO Formula E Team INF

Gara[modifica | modifica wikitesto]

La gara si conclude con due giri di anticipo per aver raggiunto il limite massimo di tempo.

Jean-Éric Vergne si laurea campione del 2017-2018 con una gara di anticipo.[6]

Pos. N. Pilota Squadra Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1 Brasile Lucas Di Grassi Audi Sport ABT 43 11 25
2 66 Germania Daniel Abt Audi Sport ABT 43 +0.965 13 19[7]
3 9 Svizzera Sébastien Buemi Renault-e.Dams 43 +2.583 1 18[8]
4 4 Francia Tom Dillmann Venturi 39 +4.090 9 12
5 25 Francia Jean-Éric Vergne Techeetah 43 +4.679 19 10
6 23 Germania Nick Heidfeld Mahindra Racing 43 +5.142 10 8
7 18 Germania André Lotterer Techeetah 43 +5.810 18 6
8 5 Germania Maro Engel Venturi 43 +6.312 8 4
9 2 Regno Unito Sam Bird DS Virgin Racing 43 +6.833 14 2
10 8 Francia Nicolas Prost Renault-e.Dams 43 +8.389 3 1
11 28 Portogallo António Félix da Costa MS&AD Andretti 43 +9.114 12
12 27 Francia Stéphane Sarrazin MS&AD Andretti 43 +12.242 17
13 7 Belgio Jérôme d'Ambrosio Dragon Racing 43 +13.805 4
14 19 Svezia Felix Rosenqvist Mahindra Racing 43 +35.452 16
15 68 Italia Luca Filippi NIO Formula E Team 42 +1 giro 15
Rit 36 Regno Unito Alex Lynn DS Virgin Racing 33 Incidente 15
Rit 6 Argentina José María López Dragon Racing 30 Ritirato 7
Rit 3 Brasile Nelson Piquet Jr. Panasonic Jaguar Racing 30 Perdita di potenza 6
Rit 20 Nuova Zelanda Mitch Evans Panasonic Jaguar Racing 0 Cambio 2
NP 16 Regno Unito Oliver Turvey NIO Formula E Team Infortunio

Gara 2[modifica | modifica wikitesto]

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

António Félix da Costa non prende parte alle qualifiche per problemi al cambio.[9]

Lucas Di Grassi è protagonista di un incidente durante il suo tentativo di SuperPole e per questo abortisce il giro.

Pos. N. Pilota Squadra Qualifica Gap SuperPole Gap Griglia
1 9 Svizzera Sébastien Buemi Francia Renault-e.dams 1:18.139 +0.272 1:17.973 - 1
2 18 Germania André Lotterer Cina Techeetah 1:18.315 +0.448 1:18.013 +0.040 2
3 25 Francia Jean-Éric Vergne Cina Techeetah 1:18.571 +0.704 1:18.031 +0.058 3
4 66 Germania Daniel Abt Germania Audi Sport ABT 1:18.432 +0.565 1:18.145 +0.172 4
5 1 Brasile Lucas Di Grassi Germania Audi Sport ABT 1:17.867 Senza Tempo 5
6 20 Nuova Zelanda Mitch Evans Regno Unito Panasonic Jaguar Racing 1:18.580 +0.713 6
7 3 Brasile Nelson Piquet Jr. Regno Unito Panasonic Jaguar Racing 1:18.704 +0.837 7
8 2 Regno Unito Sam Bird Regno Unito DS Virgin Racing 1:18.794 +0.927 8
9 19 Svezia Felix Rosenqvist India Mahindra Racing 1:18.828 +0.961 9
10 27 Francia Stéphane Sarrazin Stati Uniti MS&AD Andretti 1:19.017 +1.150 10
11 6 Argentina José María López Stati Uniti Dragon Racing 1:19.114 +1.247 11
12 7 Belgio Jérôme d'Ambrosio Stati Uniti Dragon Racing 1:19.124 +1.257 12
13 23 Germania Nick Heidfeld India Mahindra Racing 1:19.168 +1.301 13
14 4 Francia Tom Dillmann Monaco Venturi Grand Prix 1:19.365 +1.498 14
15 68 Italia Luca Filippi Regno Unito NIO Formula E Team 1:19.454 +1.587 15
16 8 Francia Nicolas Prost Francia Renault-e.dams 1:19.529 +1.662 16
17 5 Germania Maro Engel Monaco Venturi Grand Prix 1:19.540 +1.673 17
18 36 Regno Unito Alex Lynn Regno Unito DS Virgin Racing 1:19.658 +1.791 18
Tempo limite 107%: 1:23.609
16 Cina Ma Qinghua Regno Unito NIO Formula E Team 1:26.086 +8.219 19
28 Portogallo António Félix da Costa Stati Uniti MS&AD Andretti Senza Tempo 20

Gara[modifica | modifica wikitesto]

La scuderia Audi Sport ABT si laurea campione costruttori 2017-2018 superando nell'ultima gara la Techeetah di soli 2 punti.

Pos. N. Pilota Squadra Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 25 Francia Jean-Éric Vergne Techeetah 43 3 25
2 1 Brasile Lucas Di Grassi Audi Sport ABT 43 +0.508 5 18
3 66 Germania Daniel Abt Audi Sport ABT 43 +1.287 4 16[7]
4 9 Svizzera Sébastien Buemi Renault-e.Dams 43 +1.780 1 15[8]
5 19 Svezia Felix Rosenqvist Mahindra Racing 43 +12.146 9 10
6 20 Nuova Zelanda Mitch Evans Panasonic Jaguar Racing 43 +20.050 6 8
7 3 Brasile Nelson Piquet Jr. Panasonic Jaguar Racing 43 +20.592 7 6
8 23 Germania Nick Heidfeld Mahindra Racing 43 +24.275 13 4
9 18 Germania André Lotterer Techeetah 43 +28.821 2 2
10 2 Regno Unito Sam Bird DS Virgin Racing 43 +32.810 8 1
11 8 Francia Nicolas Prost Renault-e.Dams 43 +34.100 16
12 27 Francia Stéphane Sarrazin MS&AD Andretti 43 +34.594 10
13 16 Cina Ma Qinghua NIO Formula E Team 42 +1 giro 19
14 36 Regno Unito Alex Lynn DS Virgin Racing 42 +1 giro 18
15 28 Portogallo António Félix da Costa MS&AD Andretti 40 Ritirato 20
Rit 5 Germania Maro Engel Venturi Grand Prix 15 Ritirato 17
Rit 68 Italia Luca Filippi NIO Formula E Team 7 Incidente 15
Rit 7 Belgio Jérôme d'Ambrosio Dragon Racing 6 Incidente 12
Rit 6 Argentina José María López Dragon Racing 5 Sospensione 11
Rit 4 Francia Tom Dillmann Venturi Grand Prix 4 Ritirato 14

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Piloti

+/– Pos Pilota Punti
1rightarrow blue.svg 1 Francia Jean-Éric Vergne 198
1uparrow green.svg 1 2 Brasile Lucas Di Grassi 144 (–54)
1downarrow red.svg 1 3 Regno Unito Sam Bird 143 (–55)
1rightarrow blue.svg 4 Svizzera Sébastien Buemi 125 (–73)
1uparrow green.svg 1 5 Germania Daniel Abt 120 (–78)

Classifica Squadre

+/– Pos Squadra Punti
1uparrow green.svg 1 1 Germania Audi Sport ABT 264
1downarrow red.svg 1 2 Cina Techeetah 262 (–2)
1rightarrow blue.svg 3 Regno Unito DS Virgin Racing 160 (–104)
1rightarrow blue.svg 4 India Mahindra 138 (–126)
1uparrow green.svg 1 5 Francia Renault-e.dams 133 (–131)

Altre gare[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nuovo layout per l’ePrix di New York, su www.formulapassion.it. URL consultato il 14 luglio 2018.
  2. ^ (DE) Tom Dillmann ersetzt Edo Mortara bei Formel-E-Finale in New York, su www.e-formel.de. URL consultato il 14 luglio 2018.
  3. ^ Ma Quinghua sostituisce Oliver Turvey per Gara 2 dell'E-Prix di New York, su it.motorsport.com. URL consultato il 15 luglio 2018.
  4. ^ (EN) Oliver Turvey will not be starting the race, su www.fiaformulae.com. URL consultato il 14 luglio 2018.
  5. ^ (EN) Vergne starts last while Buemi takes Pole in New York, su www.fiaformulae.com. URL consultato il 14 luglio 2018.
  6. ^ Vergne è campione con una gara di anticipo, su www.motorsport.motorionline.com. URL consultato il 15 luglio 2018.
  7. ^ a b 1 punto aggiuntivo per il giro veloce
  8. ^ a b 3 punti aggiuntivi per la Pole position
  9. ^ Antonio Felix Da Costa annuncia che non parteciperà alla qualifica, su it.motorsport.com. URL consultato il 15 luglio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo