Sam Bird

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sam Bird
Sam Bird 2012-1.JPG
Sam Bird nel 2012
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Altezza 160 cm
Peso 68 kg
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Specialità Velocità
Categoria Formula E
Ruolo Pilota
Squadra Regno Unito Jaguar
Carriera
Carriera in Formula E
Esordio 13 settembre 2014
Stagioni dal 2014-2015
Scuderie Regno Unito Virgin 2014-2020
Regno Unito Jaguar 2020-
Miglior risultato finale 3º (2017-2018)
GP disputati 89
GP vinti 12
Podi 23
Punti ottenuti 713
Pole position 6
Giri veloci 8
Maggior numero di E-prix disputati
Statistiche aggiornate al E-Prix di Roma 2022

Sam Jamie Bird (Londra, 9 gennaio 1987) è un pilota automobilistico britannico, che corre in Formula E nel team Jaguar e nelle competizioni GT con Ferrari nella Scuderia AF Corse.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Formula BMW[modifica | modifica wikitesto]

Bird si fece un nome in monoposto grazie alla Formula BMW, arrivando 14º alla stagione di debutto (2004). Arrivò 2º nel 2005, quindi al solo secondo anno nella categoria e fu inoltre 4º nelle finali mondiali, la cui gara venne vinta dal tedesco Marco Holzer.

Formula Renault[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 Bird partecipò alla Formula Renault inglese, dove vinse quattro gare e giunse 4º in campionato, 111 punti dietro al campione della serie Sebastian Hohental.

Formula 3[modifica | modifica wikitesto]

Bird in Formula 3 Euro Series ad Hockenheim nel 2009

Nel 2007 Bird corse nella Formula 3 inglese con la Carlin Motorsport, correndo con una Dallara motorizzata Mercedes. Nel marzo 2007, Bird si assicurò la sponsorizzazione della BP: "Il brand è già presente nel WRC" commentò Mark Reader, il direttore del marekting della BP. "Sam è un talento incredibile e siamo felici di aver stretto un contratto con lui a questo punto della sua carriera" aggiunse.[1] Bird venne eletto alla Race Elite Scheme della Motor Sports Association nell'aprile del 2007, insieme ad altri cinque piloti presenti in diverse serie inglesi e partecipò anche ad alcuni test aerodinamici della Williams, in Formula 1.

Bird si spostò alla Manor Motorsport in Formula 3 Euro Series nel 2008 e fu un anno di transizione, concluso all'11º posto con 23 punti - 16 dei quali arrivati con il secondo posto nelle gare del sabato di Barcellona e Le Mans e prendendo altri punti solo in altre tre gare. Per il 2009, raggiunse Alexander Sims (vincitore del McLaren Autosport BRDC Award), Christian Vietoris (pilota della Mücke nel 2008) e il secondo arrivato in Formula BMW europea Marco Wittmann al team Mücke Motorsport. Conquistò la sua prima pole position e il suo primo giro veloce, ma non riuscì a vincere nemmeno una gara delle otto alle quali partecipò.

GP2 Series[modifica | modifica wikitesto]

Bird saltò l'ultima gara di Formula 3 Euro Series per correre con il team ART Grand Prix per la stagione 2009-2010 di GP2 Asia Series: concluse al 7º posto, con un 2º ottenuto all'ultima gara.

Bird partecipò alla stagione 2010 di GP2 Series con la ART, guidando a lungo con fortune alterne per la squadra francese. Era rapido, ma spesso sfortunato, in quanto perse diversi potenziali arrivi a punti per noie tecniche, rotture di motori o collisioni. Tuttavia, ottenne la sua prima vittoria della serie in gara-1 a Monza, gara nella quale ottenne anche il suo terzo giro più veloce in quella stagione.

Per il 2011 Bird passò all'iSport International, affiancando Marcus Ericsson. La sua stagione conta tre ritiri in quattro gare, nonostante dopo un grande avvio si trovasse 2º in campionato, con lo stesso numero di punti del leader Romain Grosjean. Dopo quattro gare, però, scivolò lentamente in classifica, ritrovandosi 6º alla fine della stagione.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Il 16 novembre 2010 prese parte ai test per giovani piloti a Yas Marina, guidando la Mercedes GP.[2] Per la stagione 2012 viene ingaggiato come collaudatore della stessa casa di Stoccarda[3].

Endurance[modifica | modifica wikitesto]

Sam Bird durante la 24 Ore di Le Mans 2014

Nel 2014 Bird partecipa alla 6 Ore di Silverstone e la 24 Ore di Le Mans come pilota ospite del team ufficiale della Ferrari, AF Corse[4]. Nella prima gara di durata chiude terzo nella classe GTE mentre a Le Mans conquista la Pole position nella categoria ma in gara durante il suo stint ha un incidente con due vetture LMP1 che lo costringe al ritiro.

Bird nella classe LMP2 nel 2015

Per la stagione 2015 del WEC viene ingaggiato dal team G-Drive Racing nella classe LMP2 insieme a Roman Rusinov e Julien Canal[5]. L'equipaggio a guida della Ligier JS P2 conquista quattro vittorie e conquistano altri tre podi, tra qui il secondo posto alla 24 Ore di Le Mans 2015 dietro alla Oreca 05 del team KCMG. Grazie questi risultati Bird insieme ai suoi si laurea campione nella classe LMP2.

Bird a guida della Ferrari alla 24 Ore di Le Mans 2020

Nel 2016 torna a correre nel GT, nella classe LMGTE Pro di nuovo con AF Corse a guida della Ferrari 488 GTE[6]. Insieme agli italiani Davide Rigon e Andrea Bertolini vincono le prime due gare, la 6 Ore di Silverstone e la 6 Ore di Spa-Francorchamps[7]. Ma nel resto della stagione non tornano al vertice e chiudono al secondo posto in classifica. L'anno successivo continua con AF Corse conquistando altre due vittorie, la 6 Ore del Bahrain e per la seconda volta la 6 Ore di Spa.

La stagione 2018-2019 è l'ultima completa del pilota britannico[8]. Bird viene affiancato da Davide Rigon e nelle gare più lunghe anche dallo spagnolo Miguel Molina. Rispetto le stagioni passate non riesce a vincere nessuna gara e conquista un solo podio, un terzo posto alla 6 Ore di Spa-Francorchamps.

Nel 2020 partecipa solo alla 24 Ore di Le Mans insieme a Davide Rigon e Miguel Molina[9], dove sono costretti al ritiro (per ordini di scuderia) al ultimo giro[10].

L'anno successivo ritorna ancora a Le Mans per ottava volta. Bird si divide la Ferrari 488 GTE Evo con Miguel Molina e il pilota brasiliano Daniel Serra. Chiudono quinti nella classe e trentasettesimi nella classifica generale.

Formula E[modifica | modifica wikitesto]

Virgin (2014-2019)[modifica | modifica wikitesto]

Partecipa al primo campionato di auto elettriche, la Formula E 2014-15 con il team DS Virgin Racing e Jaime Alguersuari come compagno di team[11]. Nella gara inaugurale a Pechino conclude terzo, la prima vittoria arriva la gara seguente nel E-Prix di Putrajaya[12]. Si ripete vincendo l'ultima gara stagionale a Londra davanti a Jérôme d'Ambrosio, chiudendo quinto nella classifica finale. Nelle due stagioni successive, il 2015-16 e il 2016-17, sempre con la stessa squadra ottiene il quarto posto in campionato e 3 vittorie in totale.

Per la stagione 2017-18 viene confermato dalla DS Virgin Racing. Con una buona regolarità di risultati riesce a lottare per il campionato fino all'E-Prix di New York, ma termina terzo in classifica generale, superato da Jean-Éric Vergne e Lucas Di Grassi, per quello che resta comunque il suo miglior risultato nella categoria. Nel corso della stagione ottiene due vittorie, nella prima gara dell'E-Prix di Hong Kong e in occasione della prima edizione dell'E-Prix di Roma.

Nel 2018-19 viene confermato dal team per disputare la quinta stagione nella categoria[13]. Nel E-Prix di Santiago conquista la sua settima vittoria in Formula E davanti al ex pilota di Formula 1, Pascal Wehrlein[14]. Conquista un altro podio a Marrakech e chiude nono in classifica generale con 85 punti.

Bird viene confermato per la sesta stagione dalla Virgin insieme a Robin Frijns[15]. La stagione inizia con una vittoria nel E-Prix di Dirʿiyya ma a causa della pandemia per il Covid-19 il campionato viene interrotto e ripreso con sei gare a Berlino dove il pilota britannico con brilla per risultati e finisce decimo in campionato, il suo peggior risultato in Formula E.

Jaguar (2020-in corso)[modifica | modifica wikitesto]

Dopo sei anni Bird lascia la Virgin per passare alla Jaguar Racing nella stagione 2020-2021[16]. Nel E-Prix di Dirʿiyya conquista davanti a Robin Frijns la sua prima vittoria con il nuovo team, conquista a Roma un altro podio e nella seconda gara del E-Prix di New York conquista la sua seconda vittoria stagionale. Chiude sesto in classifica a soli dodici punti dal primo. Visto i buoni risultati viene confermato anche per la stagione successiva[17].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Sommario[modifica | modifica wikitesto]

Anno Serie Team Gare Vittorie Pole Gpv Podi Punti Pos.
2004 Formula BMW inglese Carlin Motorsport 20 0 0 0 0 22 14º
2005 Formula BMW inglese Fortec Motorsport 20 6 9 3 12 218
Finali Mondiali Formula BMW 1 0 0 0 0 N/A
2006 Formula Renault britannica Fortec Motorsport 20 4 7 5 7 373
2007 Formula 3 britannica Carlin Motorsport 22 2 0 1 10 180
Gran Premio di Macao 1 0 0 0 0 N/A
Masters di Formula 3 1 0 0 0 0 N/A 27º
2008 Formula 3 Euro Series Manor Motorsport 20 0 0 0 2 23 11º
Gran Premio di Macao 1 0 0 0 0 N/A NC
Masters di Formula 3 1 0 0 0 0 N/A
2009 Formula 3 Euro Series Mücke Motorsport 18 0 1 2 4 40
Masters di Formula 3 1 0 0 0 0 N/A
Formula 3 britannica Fortec Motorsport 2 0 0 0 0 0 NC†
Gran Premio di Macao di Formula 3 ART Grand Prix 1 0 0 0 1 N/A
2009–10 GP2 Asia Series ART Grand Prix 8 0 0 1 1 12
2010 GP2 Series ART Grand Prix 20 1 1 4 5 48
2011 GP2 Asia Series iSport International 4 0 0 0 0 2 12º
GP2 Series iSport International 18 0 1 3 3 45
2012 Formula Renault 3.5 Series ISR Racing 17 2 1 0 7 177
Formula 1 Mercedes AMG Petronas Collaudatore
2013 GP2 Series Russian Time 22 5 2 3 6 181
2014 FIA WEC– GT Cup AF Corse 2 0 0 0 0 1 34°
FIA WEC- LMGTE Am 2 0 2 1 1 17 16°
24 Ore di Le Mans - LMGTE Am 1 0 1 0 0 N/A DNF
IMSA - PC Starworks Motorsport 4 0 0 0 1 29 40°
2014–15 Formula E Virgin Racing 11 2 0 2 3 103
2015 FIA WEC – LMP2 G-Drive Racing 8 4 4 1 7 178
24 Ore di Le Mans - LMP2 1 0 1 0 0 N/A
2015–16 Formula E DS Virgin Racing 10 1 3 0 2 88
2016 FIA WEC - LMGTE Pro AF Corse 9 2 2 1 5 134
24 Ore di Le Mans - LMGTE Pro 1 0 0 0 0 N/A DNF
2016–17 Formula E DS Virgin Racing 12 2 1 2 4 122
2017 FIA WEC - LMGTE Pro AF Corse 8 2 4 1 4 139
24 Ore di Le Mans - LMGTE Pro 1 0 0 0 0 N/A
IMSA - GTD Scuderia Corsa 1 0 0 0 0 15 74°
2017–18 Formula E DS Virgin Racing 12 2 0 1 6 143
2018 IMSA - GTD Scuderia Corsa 1 0 0 0 0 26 51°
24 Ore di Le Mans - LMGTE Pro AF Corse 1 0 0 0 0 N/A
2018–19 Formula E Envision Virgin Racing 13 1 1 0 2 85
FIA WEC - LMGTE Pro AF Corse 8 0 0 1 1 54.5 12°
2019 Blancpain GT Series Endurance Cup AF Corse 1 0 0 0 0 0 NC
24 Ore di Le Mans - LMGTE Pro 1 0 0 0 0 N/A DNF
Intercontinental GT Challenge Ferrari 1 0 0 0 0 0 NC
2019–20 Formula E Envision Virgin Racing 11 1 0 1 2 63 10°
FIA WEC - LMGTE Pro AF Corse 1 0 0 0 0 0 47°
2020 24 Ore di Le Mans - LMGTE Pro AF Corse 1 0 0 0 0 N/A NC
2020–21 Formula E Jaguar Racing 15 2 1 0 3 87
2021 FIA WEC- LMGTE Pro AF Corse 1 0 1 1 0 3 25°
24 Ore di Le Mans - LMGTE Pro 1 0 0 0 0 N/A
2021–22 Formula E Jaguar TCS Racing 2 0 0 0 0 12*

† – Poiché Bird era una wild card, non poté prendere punti.
* Stagione in corso.

Risultati Formula 3 Euro Series[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team Telaio Motore 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Pos. Punti
2008 Manor Motorsport Dallara F308/036 Mercedes HOC1
1

10
HOC1
2

6
MUG
1

14
MUG
2

8
PAU
1

Rit
PAU
2

11
NOR
1

14
NOR
2

8
ZAN
1

4
ZAN
2

6
NÜR
1

22
NÜR
2

19
BRH
1

Rit
BRH
2

19
BAR
1

2
BAR
2

18
LMS
1

2
LMS
2

11
HOC2
1

16
HOC2
2

Rit
11º 23
2009 Mücke Motorsport Dallara F308 Mercedes HOC1
1

3
HOC1
2

6
LAU
1

5
LAU
2

3
NOR
1

8
NOR
2

Rit
ZAN
1

8
ZAN
2

2
OSC
1

12
OSC
2

20
NÜR
1

4
NÜR
2

8
BRH
1

6
BRH
2

3
BAR
1

Rit
BAR
2

Rit
DIJ
1

6
DIJ
2

5
40

Risultati GP2 Series[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 Pos. Punti
2010 ART Grand Prix ESP
FEA

9
ESP
SPR

4
MON
FEA

18
MON
SPR

10
TUR
FEA

3
TUR
SPR

10
VAL
FEA

3
VAL
SPR

10
GBR
FEA

4
GBR
SPR

NP
GER
FEA

14
GER
SPR

5
HUN
FEA

13
HUN
SPR

Rit
BEL
FEA

Rit
BEL
SPR

12
ITA
FEA

1
ITA
SPR

3
ABU
FEA

3
ABU
SPR

Ret
48
2011 iSport International TUR
FEA

2
TUR
SPR

3
ESP
FEA

3
ESP
SPR

5
MON
FEA

Rit
MON
SPR

13
VAL
FEA

5
VAL
SPR

12
GBR
FEA

5
GBR
SPR

6
GER
FEA

8
GER
SPR

7
HUN
FEA

17
HUN
SPR

5
BEL
FEA

12
BEL
SPR

5
ITA
FEA

4
ITA
SPR

4
45
2013 Russian Time MYS
FEA

7
MYS
SPR

Rit
BHR
FEA

6
BHR
SPR

1
ESP
FEA

21
ESP
SPR

12
MON
FEA

1
MON
SPR

24
GBR
FEA

1
GBR
SPR

5
GER
FEA

13
GER
SPR

8
HUN
FEA

10
HUN
SPR

8
BEL
FEA

1
BEL
SPR

14
ITA
FEA

2
ITA
SPR

4
SGP
FEA

8
SGP
SPR

1
ABU
FEA

10
ABU
SPR

4
181

Risultati GP2 Asia Series[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 Pos. Punti
2009–10 ART Grand Prix ABU1
FEA

18
ABU1
SPR

18
ABU2
FEA

Rit
ABU2
SPR

Rit
BHR1
FEA

13
BHR1
SPR

4
BHR2
FEA

6
BHR2
SPR

2
12
2011 iSport International ABU
FEA

7
ABU
SPR

Rit
ITA
FEA

Rit
ITA
SPR

Rit
12º 2

Risultati Formula Renault 3.5 Series[modifica | modifica wikitesto]

(legenda) (Le gare in grassetto indicano la pole position) (Gare in corsivo indicano Gpv)

Anno Team 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 Pos. Punti
2012 ISR Racing ALC
1

9
ALC
2

2
MON
1

1
SPA
1

3
SPA
2

5
NÜR
1

8
NÜR
2

4
MOS
1

3
MOS
2

Rit
SIL
1

Rit
SIL
2

1
HUN
1

10
HUN
2

4
LEC
1

10
LEC
2

3
CAT
1

2
CAT
2

8
177

Risultati in Formula E[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Vettura 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Punti Pos
2014-15 Virgin Racing Spark-Renault SRT_01E PEC
3
PUT
1
PDE
Rit
BNA
7
MIA
8
LBH
Rit
MON
4
BER
8
MOS
Rit
LON
6
LON
1
103
2015-16 DS Virgin Racing Spark-Virgin DSV-01 PEC
7
PUT
2
PDE
Rit
BNA
1
MEX
6
LHB
6
PAR
6
BER
11
LON
7
LON
Rit
88
2016-17 DS Virgin Racing Spark-Virgin DSV-02 HKG
13
MAR
2
BNA
Rit
MEX
3
MON
Rit
PAR
16
BER
7
BER
7
NYC
1
NYC
1
MTR
6
MTR
4
122
2017-18 DS Virgin Racing Spark-Virgin DSV-03 HKG
1
HKG
5
MAR
3
SAN
5
MEX
17
PDE
3
ROM
1
PAR
3
BER
7
ZUR
2
NYC
9
NYC
10
143
2018-19 Envision Virgin Racing Spark-Audi e-tron FE05 DIR
11
MAR
3
SAN
1
MEX
9
HKG
6
SAY
Rit
ROM
11
PAR
11
MON
16
BER
9
BRN
4
NYC
8
NYC
4
85
2019-20 Envision Virgin Racing Spark-Audi e-tron FE06 DIR
1G
DIR
Rit
SAN
10
MEX
Rit
MAR
10
BER
3
BER
6
BER
13
BER
11
BER
20
BER
14
63 10º
2020-21 Jaguar Racing Spark-Jaguar I-Type V DIR
Rit
DIR
1
ROM
2*
ROM
Rit*
VAL
SQ*
VAL
14
MON
7
PUE
Rit
PUE
12
NYC
9
NYC
1
LON
Rit
LON
Rit
BER
Rit
BER
7
87
2021-22 Jaguar Racing Spark-Jaguar I-Type V DIR
4
DIR
15
MEX
15
ROM
5
ROM
Rit
MON
Rit
BER
BER
JAK
MAR NYC
NYC
LON
LON
SEO
SEO
22
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito
  • G: Pilota col giro più veloce nel gruppo di qualifica.
  • *: Fanboost

Risultati WEC[modifica | modifica wikitesto]

Anno Team Classe Auto 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Punti Pos.
2014 AF Corse LMGTE Am Ferrari 458 Italia GT2 SIL
3
SPA LMS
Rit
COA FUJ SHA BHR SÃO 17 16°
2015 G-Drive Racing LMP2 Ligier JS P2 SIL
1
SPA
9
LMS
2
NÜR
2
COA
1
FUJ
1
SHA
2
BHR
1
178
2016 AF Corse LMGTE Pro Ferrari 488 GTE SIL
1
SPA
1
LMS
Rit
NÜR
2
MEX
4
COA
3
FUJ
4
SHA
5
BHR
3
134
2017 AF Corse LMGTE Pro Ferrari 488 GTE SIL
5
SPA
1
LMS
4
NÜR MEX
2
COA
3
FUJ
5
SHA
6
BHR
1
139
2018–19 AF Corse LMGTE Pro Ferrari 488 GTE Evo SPA
3
LMS
6
SIL
16
FUJ
10
SHA
6
SEB
6
SPA
6
LMS
Rit
54.5 12°
2019–20 AF Corse LMGTE Pro Ferrari 488 GTE Evo SIL FUJ SHA BHR COA SPA LMS
NC
BHR 0 47°
2021 AF Corse LMGTE Pro Ferrari 488 GTE Evo SPA ALG MNZ LMS
10
BHR BHR 3 25°

Risultati 24 ore di Le Mans[modifica | modifica wikitesto]

Anno Team Co-Piloti Auto Classe Giri Pos. Classe
Pos.
2014 Italia AF Corse Australia Stephen Wyatt
Italia Michele Rugolo
Ferrari 458 Italia GTC GTE
Am
22 DNF DNF
2015 Russia G-Drive Racing Russia Roman Rusinov
Francia Julien Canal
Ligier JS P2-Nissan LMP2 358 10°
2016 Italia AF Corse Italia Andrea Bertolini
Italia Davide Rigon
Ferrari 488 GTE GTE
Pro
143 DNF DNF
2017 Italia AF Corse Italia Davide Rigon
Spagna Miguel Molina
Ferrari 488 GTE GTE
Pro
339 21°
2018 Italia AF Corse Italia Davide Rigon
Spagna Miguel Molina
Ferrari 488 GTE Evo GTE
Pro
338 24°
2019 Italia AF Corse Italia Davide Rigon
Spagna Miguel Molina
Ferrari 488 GTE Evo GTE
Pro
140 DNF DNF
2020 Italia AF Corse Italia Davide Rigon
Spagna Miguel Molina
Ferrari 488 GTE Evo GTE
Pro
340 NC NC
2021 Italia AF Corse Brasile Daniel Serra
Spagna Miguel Molina
Ferrari 488 GTE Evo GTE
Pro
331 37°

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BP Ultimate sponsorizza Sam Bird in Formula 3, in Sito ufficiale BP, 15 marzo 2007. URL consultato il 5 aprile 2007 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2007).
  2. ^ (EN) Edd Straw, Ricciardo al top al primo giorno di test per i giovani piloti, in autosport.com, 16 novembre 2010. URL consultato il 17 novembre 2010.
  3. ^ (EN) Edd Straw, Sam Bird sure Abu Dhabi test work will pay off for Mercedes' 2012 F1 car, in autosport.com, 17 novembre 2011. URL consultato il 15 aprile 2018.
  4. ^ Gli equipaggi AF Corse: Sam Bird in GTE-Am, su italiaracing.net, 28 marzo 2014. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  5. ^ Matteo Nugnes, Sam Bird in LMP2 con la G-Drive Racing, su it.motorsport.com, 6 febbraio 2015. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  6. ^ (EN) John Dagys, Bird sbarca ferrari in factory drive con AF Corse in GTE-Pro, su sportscar365.com, 7 gennaio 2016. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  7. ^ (EN) Jake Kilshaw, AF Corse vince GTE-Pro a Spa, su sportscar365.com, 7 maggio 2016. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  8. ^ (EN) Daniel Lloyd, Incertezza sul futuro ferrari GTE-Pro di Bird, su sportscar365.com, 18 luglio 2019. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  9. ^ Luca Luppino, Sam Bird rientra nel WEC con AF Corse, su metropolitanmagazine.it, 9 febbraio 2020. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  10. ^ Marco Cortesi, Finale - Terzo successo Toyota Aston Martin al top nelle classi GT, su italiaracing.net, 20 settembre 2020. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  11. ^ Jaime Alguersuari and Sam Bird join Virgin Racing, in Formula E Operations, FIA Formula E Championship, 13 maggio 2014. URL consultato il 13 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 30 agosto 2017).
  12. ^ Malesia, vince il Team Virgin con Sam Bird, su quattroruote.it, 22 novembre 2014. URL consultato il 23 agosto 2021.
  13. ^ (EN) Virgin si presenta: fuori Lynn, con Bird c’è Frijns, 5 ottobre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  14. ^ Formula E, Bird vince a Santiago del Cile, su sportmediaset.mediaset.it, 26 gennaio 2019. URL consultato il 23 agosto 2021.
  15. ^ (EN) Sam Smith, Bird, Frijns to Remain at Envision Virgin for 2019-20 – e-racing365, su e-racing365.com. URL consultato il 25 luglio 2019.
  16. ^ (EN) Sam Bird to join Panasonic Jaguar Racing for season seven following mutual decision to part ways with Envision Virgin Racing, su fiaformulae.com, 14 luglio 2020. URL consultato il 17 luglio 2020 (archiviato l'8 ottobre 2020).
  17. ^ Season 8 Driver lineup Jaguar, su twitter.com, 3 agosto 2021. URL consultato il 6 agosto 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Sito ufficiale, su sambird.com. Modifica su Wikidata
  • (EN) Sam Bird, su racing-reference.info, NASCAR Digital Media LLC. Modifica su Wikidata
  • (EN) Sam Bird, su driverdb.com, DriverDB AB. Modifica su Wikidata