Gran Premio d'Europa 2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Europa Gran Premio d'Europa 2008
797º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 12 di 18 del Campionato 2008
Circuit Valensia street.svg
Data 24 agosto 2008
Nome ufficiale LII Grand Prix of Europe
Luogo Circuito urbano di Valencia
Percorso 5,419[1] km / 3,367 US mi
Circuito cittadino
Distanza 57 giri, 308,883 km/ 191,931 US mi
Clima soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Brasile Felipe Massa Brasile Felipe Massa
Ferrari in 1:38.989 Ferrari in 1:38.708
(nel giro 36)
Podio
1. Brasile Felipe Massa
Ferrari
2. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes
3. Polonia Robert Kubica
BMW

Il Gran Premio d'Europa 2008 è stata la dodicesima prova della stagione 2008 del Campionato Mondiale FIA di Formula 1. Svoltosi il 24 agosto sul nuovo Circuito urbano di Valencia è stato vinto da Felipe Massa su Ferrari, che ha preceduto Lewis Hamilton e Robert Kubica. Hanno inoltre ottenuto punti Kovalainen, Trulli, Vettel, Glock e Rosberg.

Vigilia[modifica | modifica wikitesto]

È la prima volta che un gran premio di F1 si corre su questo tracciato cittadino e, di conseguenza, non sono mancate le lamentele dei piloti sulla scarsa aderenza del tracciato durante le prove.
Sin da queste ultime infatti molti piloti trovano difficoltà ad impostare la curva Luna Rossa (la seconda del circuito) e la chicane che vede coinvolte le curve 12 e la 13.

Durante le prove Coulthard e Alonso sono stati multati di 10.000 $ per eccesso di velocità nella Pit Lane[2].

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del venerdì[3], si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Germania Sebastian Vettel STR-Ferrari 1:40.496
2 Brasile Felipe Massa Ferrari 1:40.654
3 Finlandia Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 1:40.822

Nella seconda sessione del venerdì[4], si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1:39.477
2 Spagna Fernando Alonso Renault 1:39.497
3 Regno Unito Jenson Button Honda 1:39.546

Nella sessione del sabato mattina[5], si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Polonia Robert Kubica BMW 1:38.754
2 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 1:38.877
3 Francia Sébastien Bourdais STR-Ferrari 1:39.009

Da segnalare le lamentele di numerose scuderie, in primis la McLaren, relative al cemento della pit lane, che si sgretola sotto le ruote delle vetture in movimento. La McLaren avrebbe anche chiesto, come requisito per tornare gli anni successivi a correre su questo circuito, il riasfaltamento della corsia box.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione di qualificazione[6], si è avuta questa situazione:

Pos N Nome Costruttore/Motore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 2 Brasile Felipe Massa Ferrari 1:38.176 1:37.859 1:38.989 1
2 22 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:38.464 1:37.954 1:39.199 2
3 4 Polonia Robert Kubica BMW Sauber 1:38.347 1:38.050 1:39.392 3
4 1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1:38.703 1:38.229 1:39.488 4
5 23 Finlandia Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 1:38.656 1:38.120 1:39.937 5
6 15 Germania Sebastian Vettel STR-Ferrari 1:38.141 1:37.842 1:40.142 6
7 11 Italia Jarno Trulli Toyota 1:37.948 1:37.928 1:40.309 7
8 3 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 1:38.738 1:37.859 1:40.631 8
9 7 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 1:38.595 1:38.336 1:40.721 9
10 14 Francia Sébastien Bourdais STR-Ferrari 1:38.622 1:38.417 1:40.750 10
11 8 Giappone Kazuki Nakajima Williams-Toyota 1:38.667 1:38.428 11
12 5 Spagna Fernando Alonso Renault 1:38.268 1:38.435 12
13 12 Germania Timo Glock Toyota 1:38.532 1:38.499 13
14 10 Australia Mark Webber Red Bull-Renault 1:38.559 1:38.515 14
15 6 Brasile Nelson Piquet Jr. Renault 1:38.787 1:38.744 15
16 16 Regno Unito Jenson Button Honda 1:38.880 16
17 9 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 1:39.235 17
18 21 Italia Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 1:39.268 18
19 17 Brasile Rubens Barrichello Honda 1:39.811 19
20 20 Germania Adrian Sutil Force India-Ferrari 1:39.943 20

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Splende il sole sul circuito cittadino di Valencia. Al via tutti i piloti di testa mantengono la propria posizione, tranne Räikkönen, che viene sopravanzato da Kovalainen; Kubica tenta di attaccare Hamilton ma l'inglese si difende bene. Giornata nera per l'idolo di casa Fernando Alonso, tamponato da Nakajima e costretto al ritiro (il giapponese invece prosegue): alcuni spettatori abbandonano immediatamente gli spalti.

Massa comincia subito a spingere e, inanellando un record dietro l'altro, effettua il primo pit-stop con una decina di secondi di vantaggio su Hamilton; rientra proprio davanti al compagno di scuderia, imbottigliato nel traffico. L'inglese della McLaren scende sotto il tempo della pole di Sabato ma al giro successivo (17°) si ferma ai box e rientra alle spalle di Räikkönen. Tra il 18º e il 22º giro riforniscono tutti i piloti di testa. Massa continua a condurre autorevolmente la gara mentre Räikkönen, malgrado si avvicini a Kovalainen, non riesce a passarlo. Al 37º giro Massa rientra per il secondo rifornimento ma nella ripartenza rischia un incidente con Sutil: il ferrarista, messo sotto inchiesta, verrà multato di 10.000 euro. Nei giri seguenti tutti i piloti restanti effettuano il secondo rifornimento.

Al 42º giro Sutil esce di scena andando a sbattere debolmente contro le barriere, ma la sua vettura è in una posizione non pericolosa e la safety-car non deve entrare. Al 43º giro tensione al box Ferrari: Kovalainen e Räikkönen rientrano insieme per il secondo rifornimento; la sosta del ferrarista è velocissima ma Kimi riparte prima di ricevere il via libera dai meccanici e ne travolge uno (il colpo gli procurerà una lieve frattura), perdendo l'opportunità di sorpassare il connazionale. Al 45º giro, come se non bastasse, cede il motore della Ferrari di Räikkönen a causa dello stesso problema alle bielle che aveva fermato Massa in Ungheria[7]. La gara prosegue senza emozioni: Massa va a vincere, Hamilton e Kubica completano il podio. Alle loro spalle arrivano Kovalainen, Trulli, Vettel Glock e Rosberg.

Nel campionato piloti Massa recupera due punti su Hamilton, sempre in testa con 70 punti, seguito proprio dal brasiliano a 64 e da Räikkönen a 57. Nel campionato costruttori la McLaren, a quota 113, si avvicina alla Ferrari, in testa con 121 punti. I risultati del GP sono stati i seguenti[8]:

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos N Pilota Costruttore/Motore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 2 Brasile Felipe Massa Ferrari 57 1:35:32.339 1 10
2 22 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 57 +5.611 2 8
3 4 Polonia Robert Kubica BMW Sauber 57 +37.353 3 6
4 23 Finlandia Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 57 +39.703 5 5
5 11 Italia Jarno Trulli Toyota 57 +50.684 7 4
6 15 Germania Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 57 +52.625 6 3
7 12 Germania Timo Glock Toyota 57 +1:07.990 13 2
8 7 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 57 +1:11.457 9 1
9 3 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 57 +1:22.177 8
10 14 Francia Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 57 +1:29.794 10
11 6 Brasile Nelson Piquet Jr. Renault 57 +1:32.717 15
12 10 Australia Mark Webber Red Bull-Renault 56 +1 giro 14
13 16 Regno Unito Jenson Button Honda 56 +1 giro 16
14 21 Italia Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 56 +1 giro 18
15 8 Giappone Kazuki Nakajima Williams-Toyota 56 +1 giro 11
16 17 Brasile Rubens Barrichello Honda 56 +1 giro 19
17 9 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 56 +1 giro 17
Rit 1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 45 Motore 4
Rit 20 Germania Adrian Sutil Force India-Ferrari 41 Incidente 20
Rit 5 Spagna Fernando Alonso Renault 0 Collisione con K.Nakajima 12

Sia Barrichello che Sutil sono partiti dalla Pit Lane.

Classifiche Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Team Punti
1 Italia Ferrari 121
2 Regno Unito McLaren-Mercedes 113
3 Germania BMW Sauber 96
4 Giappone Toyota 41
5 Francia Renault 31
6 Austria RBR-Renault 24
7 Regno Unito Williams-Toyota 17
8 Giappone Honda 14
9 Italia STR-Ferrari 11

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2008
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Turkey.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Europe.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2007
Gran Premio d'Europa
Edizione successiva:
2009
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1