Gran Premio di Spagna 2008

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Spagna Gran Premio di Spagna 2008
789º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 4 di 18 del Campionato 2008
Formula1 Circuit Catalunya.svg
Data 27 aprile 2008
Nome ufficiale L Gran Premio Telefónica de España
Luogo Montmeló
Percorso 4,655 km / 2,892 US mi
Pista
Distanza 66 giri, 307,104 km/ 190,826 US mi
Clima Soleggiato
Risultati
Pole position Giro più veloce
Finlandia Kimi Räikkönen Finlandia Kimi Räikkönen
Ferrari in 1'21"813 Ferrari in 1'21"670
(nel giro 46)
Podio
1. Finlandia Kimi Räikkönen
Ferrari
2. Brasile Felipe Massa
Ferrari
3. Regno Unito Lewis Hamilton
McLaren-Mercedes

Il Gran Premio di Spagna 2008 si è svolto il 27 aprile sul Circuito di Catalogna a Montmeló. La pole position, il giro più veloce e la gara, sono stati realizzati da Kimi Räikkönen, ottenendo così un hat trick.

La scuderia Super Aguri in notevoli difficoltà, ha gareggiato per tutto il fine settimana grazie agli aiuti della casa madre Honda anche se è stata la loro ultima partecipazione. Per i prossimi gran premi la sua partecipazione è fortemente a rischio[1]. Inoltre fu l'ultima gara per Takuma Satō e per Anthony Davidson.

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del venerdì[2], si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1:20.649
2 Brasile Felipe Massa Ferrari 1:20.699
3 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:21.192

Nella seconda sessione del venerdì[3], si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1:21.935
2 Brasile Nelsinho Piquet Renault 1:22.019
3 Spagna Fernando Alonso Renault 1:22.032

Nella sessione libera del sabato[4], si è avuta questa situazione:

Pos Nome Squadra/Motore Tempo
1 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 1:21.269
2 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 1:21.465
3 Spagna Fernando Alonso Renault 1:21.599

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Le qualifiche si sono svolte senza problemi, ed i risultati[5] sono riportati nella tabella seguente:

Pos Griglia Nome Squadra/Motore Q 1 Q 2 Q 3
1 1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 1:20.701 1:20.784 1:21.813
2 2 Spagna Fernando Alonso Renault 1:21.347 1:20.804 1:21.904
3 3 Brasile Felipe Massa Ferrari 1:21.528 1:20.584 1:22.058
4 4 Polonia Robert Kubica BMW Sauber 1:21.423 1:20.597 1:22.065
5 5 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 1:21.366 1:20.825 1:22.096
6 6 Finlandia Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 1:21.430 1:20.817 1:22.231
7 7 Australia Mark Webber Red Bull-Renault 1:21.494 1:20.984 1:22.429
8 8 Italia Jarno Trulli Toyota 1:21.158 1:20.907 1:22.529
9 9 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 1:21.466 1:20.815 1:22.542
10 10 Brasile Nelson Piquet Jr. Renault 1:21.409 1:20.894 1:22.699
11 11 Brasile Rubens Barrichello Honda 1:21.548 1:21.049
12 12 Giappone Kazuki Nakajima Williams-Toyota 1:21.690 1:21.117
13 13 Regno Unito Jenson Button Honda 1:21.757 1:21.211
14 14 Germania Timo Glock Toyota 1:21.427 1:21.230
15 15 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 1:21.472 1:21.349
16 16 Francia Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 1:21.540 1:21.724
17 17 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 1:21.810
18 18 Germania Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 1:22.108
19 19 Italia Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 1:22.516
20 20 Germania Adrian Sutil Force India-Ferrari 1:23.224
21 21 Regno Unito Anthony Davidson Super Aguri-Honda 1:23.318
22 22 Giappone Takuma Satō Super Aguri-Honda 1:23.496

Gara[modifica | modifica wikitesto]

La Formula 1 approda in Europa per il primo appuntamento mondiale nel vecchio continente. Il Gran Premio è stato dominato dall'inizio alla fine dalle due Ferrari.

Durante il giro di ricognizione, Alonso quasi perde il controllo della vettura scaldando le gomme e finisce sull'erba. Al via il suo scatto non è eccezionale e Felipe Massa lo passa alla prima curva; Hamilton sorpassa Robert Kubica. Sempre al primo giro un incidente tra Vettel e Sutil causa l'ingresso della safety car, che rimane in pista per 2 giri. Per il tedesco della Toro Rosso è il terzo ritiro consecutivo nel corso del primo giro. Nelsinho Piquet, dopo la miglior qualifica della sua ancor breve carriera, è protagonista di un inizio gara disastroso: prima finisce largo nella ghiaia mentre è decimo perdendo diverse posizioni, poi, nel tentativo di risalire, entra senza criterio all’interno di Bourdais provocando il contatto e il ritiro di entrambi.

Intanto in testa le Ferrari allungano con Räikkönen più veloce di Massa; seguono Alonso, Hamilton, Kubica, Kovalainen ed Heidfeld. Al 16º giro Alonso è, come previsto, il primo a fermarsi, lasciando pista libera ad Hamilton che abbassa i suoi tempi ma sempre più lento delle Ferrari. Sia l’inglese che Kubica si ritrovano dopo il pitstop davanti allo spagnolo della Renault.

Nel corso del 22º giro Kovalainen, che è momentaneamente in testa, rimane vittima di un preoccupante cedimento della sospensione sinistra, in curva ad oltre 200 km/h, che lo manda dritto contro le barriere, costringendo la safety car a tornare in pista per 6 giri. Il pilota non ha riportato danni, ma è stato comunque trasportato in ospedale con l'elicottero di servizio. In quello stesso frangente Heidfeld rifornisce, con la pitlane ancora chiusa, e questo gli costerà una penalità stop and go, che, scontata dopo la ripartenza, lo retrocederà in coda al gruppo. Stavolta Hamilton rimane nella scia della Ferrari di Massa per un paio di giri, ma il copione non cambia. Intanto Alonso ed è costretto al ritiro per cedimento del motore, dopo l'ottima prima fila in qualifica.

Nessuno riuscirà più ad avvicinare Räikkönen, anche se il distacco tra i primi quattro rimane sempre contenuto. Hamilton torna quindi sul podio, seguito da Kubica; quinto posto per un regolare Mark Webber, sesto Jenson Button, capace con la strategia di approfittare degli eventi come il settimo Kazuki Nakajima, ottavo Jarno Trulli.

In classifica Räikkönen allunga a 29 punti, con nove lunghezze di vantaggio su Hamilton, dieci su Kubica e undici su Massa.

I risultati del GP sono stati i seguenti[6]:

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos N Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 1 Finlandia Kimi Räikkönen Ferrari 66 1:38:19.051 1 10
2 2 Brasile Felipe Massa Ferrari 66 + 3.228 3 8
3 22 Regno Unito Lewis Hamilton McLaren-Mercedes 66 + 4.187 5 6
4 4 Polonia Robert Kubica BMW Sauber 66 + 5.694 4 5
5 10 Australia Mark Webber Red Bull-Renault 66 + 35.938 7 4
6 16 Regno Unito Jenson Button Honda 66 + 53.010 13 3
7 8 Giappone Kazuki Nakajima Williams-Toyota 66 + 58.244 12 2
8 11 Italia Jarno Trulli Toyota 66 + 59.435 8 1
9 3 Germania Nick Heidfeld BMW Sauber 66 + 1:03.073 9
10 21 Italia Giancarlo Fisichella Force India-Ferrari 65 + 1 giro 19
11 12 Germania Timo Glock Toyota 65 + 1 giro 14
12 9 Regno Unito David Coulthard Red Bull-Renault 65 + 1 giro 17
13 18 Giappone Takuma Satō Super Aguri-Honda 65 + 1 giro 22
Rit 7 Germania Nico Rosberg Williams-Toyota 41 Motore 15
Rit 5 Spagna Fernando Alonso Renault 34 Motore 2
Rit 17 Brasile Rubens Barrichello Honda 34 Rottura 11
Rit 23 Finlandia Heikki Kovalainen McLaren-Mercedes 21 Incidente 6
Rit 19 Regno Unito Anthony Davidson Super Aguri-Honda 8 Radiatore 21
Rit 14 Francia Sébastien Bourdais Toro Rosso-Ferrari 7 Collisione con N.Piquet Jr. 16
Rit 6 Brasile Nelson Piquet Jr. Renault 6 Collisione con S.Bourdais 10
Rit 20 Germania Adrian Sutil Force India-Ferrari 0 Collisione con S.Vettel 20
Rit 15 Germania Sebastian Vettel Toro Rosso-Ferrari 0 Collisione con A.Sutil 18

Classifiche Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2008
Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Bahrain.svg Flag of Spain.svg Flag of Turkey.svg Flag of Monaco.svg Flag of Canada.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Europe.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Brazil.svg
  Fairytale up blue-vector.svg

Edizione precedente:
2007
Gran Premio di Spagna Edizione successiva:
2009
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1