Fondachelli-Fantina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fondachelli Fantina
comune
Fondachelli Fantina – Stemma
Una veduta di Fondachelli-Fantina ai piedi della Rocca di Salvatesta
Una veduta di Fondachelli-Fantina ai piedi della Rocca di Salvatesta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Provincia Provincia di Messina-Stemma.png Messina
Amministrazione
Sindaco Marco Antonino Pettinato dal 10/06/2013
Territorio
Coordinate 37°59′00″N 15°10′00″E / 37.983333°N 15.166667°E37.983333; 15.166667 (Fondachelli Fantina)Coordinate: 37°59′00″N 15°10′00″E / 37.983333°N 15.166667°E37.983333; 15.166667 (Fondachelli Fantina)
Altitudine 628 m s.l.m.
Superficie 42,21[1] km²
Abitanti 1 117[2] (30-11-2011)
Densità 26,46 ab./km²
Frazioni Le due borgate componenti il paese sono a loro volta suddivise in frazioni; Fondachelli: Chiesa, Evangelisti, Figheri, Frascianida, Marcazzo, Pietragrossa, Raccuia, Rubino, San Martino, Sant'Antonio; Fantina: Carnale, Fantina-centro, Giarra, Ruzzolino
Comuni confinanti Antillo, Francavilla di Sicilia, Novara di Sicilia, Rodì Milici
Altre informazioni
Cod. postale 98050
Prefisso 0941
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 083023
Cod. catastale D661
Targa ME
Cl. sismica zona 2 (sismicità media)
Nome abitanti Fondachellesi e Fantinesi (fundaghjllottj, fantjisj)
Patrono SS. Angeli Custodi e S. Maria Assunta della Provvidenza
Giorno festivo 2 ottobre (festeggiati la seconda domenica di luglio); 8 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fondachelli Fantina
Fondachelli Fantina
Posizione del comune di Fondachelli-Fantina all'interno della provincia di Messina
Posizione del comune di Fondachelli-Fantina all'interno della provincia di Messina
Sito istituzionale

Fondachelli Fantina (Funnaghellu[3][4] in dialetto gallo-italico, Fundagheddu in siciliano) è un comune italiano di 1.117 abitanti della provincia di Messina in Sicilia.

Fondachelli-Fantina è un comune sparso e il capoluogo si trova nella frazione Rubino. Il territorio comunale è compreso tra le catene dei Monti Peloritani e dei Monti Nebrodi.

La vallata di Fondachelli Fantina
i Ritagli di Lecca dal quale scaturì la frana che travolse il quartiere Raiù
il quartiere "fantasma" Raiù

I vari quartieri sono abbarbicati, immersi nella natura, sulle pendici dei monti Peloritani che formano una conca circolare attorno all’alveo del torrente Patrì collegato  da numerose gole alle sue sorgenti. Nella valle si affacciano  le tre  vette più alte dei Peloritani: la Montagna Grande, la Rocca di Salvatesta e la Montagna di Vernà.

una gola del torrente Patrì a Fondachelli Fantina
il quartiere Frascianida, alle spalle fanno capolino le punte della Montagna di Vernà
il ponte sul Patrì che collega i quartieri di Chiesa e Rubino
selvaggia vegetazione mediterranea con liane, felci e rovi in una gola di Fondachelli Fantina

Sulla linea di cresta dei Peloritani che circondano la valle di Fondachelli Fantina  si sviluppano gli ultimi chilometri della Dorsale Peloritana, un’antica trazzera di circa 70 km che termina a Portella Mandrazzi, praticamente ai piedi della Rocca di Salvatesta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

In passato centro minerario, Fondachelli-Fantina è diventato comune autonomo nel 1950 per distacco da Novara di Sicilia da cui dista 13 km. Nel 1973 un'alluvione causò una frana dai Ritagli di Lecca (chiamati anche "Baata" dagli abitanti) che travolse gli abitati del quartiere di Raiù causando la morte di quattro persone, il quartiere venne di seguito abbandonato dai superstiti e ad oggi si è conservato quasi intatto. I Santi Patroni sono gli Angeli Custodi festeggiati la seconda domenica di Luglio e il 2 Ottobre e la Madonna della Provvidenza festeggiata l'8 settembre.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Chiamata anticamente Canneto, il nome di Fondachelli deriva da un fondaco, nome con il quale era indicato il quartiere Chiesa. Il fondaco (fondaco più il suffisso diminutivo -ello, fondachello, ovvero un piccolo fondaco,[5] pron. fóndaco[6], dal greco πάνδοκος[6][7], albergo, attraverso l'in arabo: فندق‎, funduq, letteralmente "casa-magazzino") era un edificio (o un complesso di edifici) di origine medievale, che nelle città di mare svolgeva funzioni di magazzino e, spesso, anche di alloggio per i mercanti stranieri. Mentre il toponimo Fantina sembra derivare da fantinia, a sua volta derivato da "infante" ("bambino") più il suffisso "-ina", o da fante ("soldato di fanteria").

Lingua[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dialetto gallo-italico di Sicilia e Lombardi di Sicilia.

È uno degli ultimi comuni di Sicilia in cui si parla la lingua gallo-italico di Sicilia, la cui diffusione è dovuta alle migrazioni medievali durante la dominazione normanna della Sicilia di soldati e coloni lombardi provenienti dai territori della marca Aleramica nell'Italia nordoccidentale. La posizione geografica isolata del paese ne ha favorito una migliore conservazione.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Fondachelli-Fantina è situato lungo la SP97A di Pietragrossa.

Il comune di Fondachelli-Fantina non è raggiungibile direttamente tramite autostrada, ma il casello autostradale più prossimo è quello di Barcellona Pozzo di Gotto sull'Autostrada A20, distante circa 21 km. Dal casello di Giardini Naxos sull'Autostrada A18 sono circa 40 km.

  • Casello autostradale A20 Messina-Palermo AB-AS-grün.svg Barcellona Pozzo di Gotto

Ferrovia[modifica | modifica wikitesto]

Fondachelli-Fantina, è servito dalla ferrovia Palermo-Messina. La stazione ferroviaria, è situata in Vigliatore, frazione, facente parte del comune di Terme Vigliatore, a 19 km circa dal centro abitato.

Autolinee[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[8]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Fondachelli-Fantina fa parte delle seguenti organizzazioni sovracomunali: regione agraria n.3 (Alto Fantina e Alto Mela)[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati Istat 2011. URL consultato il 22 maggio 2014.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  3. ^ Giuseppe Olivieri, Dizionario genovese-italiano, Giovanni Ferrando, Genova 1851, p. 198.
  4. ^ In dialetto genovese il fundeghè è un piccolo negozio di vino, un vinaio, mentre il fundegu è il magazzino dove si conservano le botti di vino. In dialetto lombardo è una drogheria.
  5. ^ Al plurale fondachi o, meno comunemente, fondaci: cfr. «fóndaco», Vocabolario Treccani on line
  6. ^ a b «fóndaco», Vocabolario Treccani on line
  7. ^ O πανδόκος (V. πάν-δοκος o παν-δόκος da A Greek-English Lexicon, on line su Perseus project
  8. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  9. ^ GURS Parte I n. 43 del 2008. URL consultato il 21 maggio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia