Santa Domenica Vittoria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Santa Domenica Vittoria
comune
Santa Domenica Vittoria – Stemma Santa Domenica Vittoria – Bandiera
Santa Domenica Vittoria – Veduta
Chiesa Madre di Santa Domenica Vittoria
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Sicily.svg Sicilia
Città metropolitanaProvincia di Messina-Stemma.png Messina
Amministrazione
SindacoGiuseppe Patorniti (lista civica Insieme per crescere Santa Domenica Vittoria) dal 2013
Territorio
Coordinate37°55′N 14°58′E / 37.916667°N 14.966667°E37.916667; 14.966667 (Santa Domenica Vittoria)Coordinate: 37°55′N 14°58′E / 37.916667°N 14.966667°E37.916667; 14.966667 (Santa Domenica Vittoria)
Altitudine1 027 m s.l.m.
Superficie20,16[1] km²
Abitanti901[2] (30-11-2019)
Densità44,69 ab./km²
Comuni confinantiFloresta, Montalbano Elicona, Randazzo (CT), Roccella Valdemone
Altre informazioni
Cod. postale98030
Prefisso095
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT083083
Cod. catastaleI184
TargaME
Cl. sismicazona 2 (sismicità media)
Nome abitantisandomenicesi
Patronosant'Antonio abate
Giorno festivoprima domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Santa Domenica Vittoria
Santa Domenica Vittoria
Santa Domenica Vittoria – Mappa
Posizione del comune di Santa Domenica Vittoria all'interno della città metropolitana di Messina
Sito istituzionale

Santa Domenica Vittoria (Santa Duminica in siciliano) è un comune italiano di 901 abitanti della città metropolitana di Messina in Sicilia. È uno dei comuni del Parco dei Nebrodi.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Santa Domenica Vittoria si trova al confine orientale del Parco dei Nebrodi, vicino a dove sorge il fiume Alcantara. Il paese è uno dei migliori punti di osservazione del versante settentrionale dell'Etna nella quale si versano le rare colate laviche del versante nord e nord-est del vulcano. Inoltre, lo scarso inquinamento luminoso rende la zona un punto di osservazione del cielo stellato per fotografi e astronomi amatoriali.

Il paese essendo molto vicino al confine con il lato orientale del Parco dei Nebrodi è uno dei punti di ingresso alle zone picnic è a svariati percorsi. Inoltre essendo attraversato dalla Strada statale 116 Randazzo-Capo d'Orlando un percorso che collega il versante settentrionale dell'Etna con la costa tirrenica del Messinese, attraverso i monti Nebrodi è uno dei percorsi usati dai ciclisti amatoriali e dalle organizzazioni sportive di ciclismo.

Il paese è costruito sulle colline argillose sud-orientali dei Nebrodi, zona soggetta a cedimenti del terreno causati dall'acqua. Un esempio storico di cedimento del terreno è del marzo 1996, quando a causa dell'acqua si verificò uno slittamento del terreno che distrusse parte del tracciato della SS116. A causa di questo tipo di terreno argilloso il paese sta sprofondando a valle. Infatti il paese si trovava a 1080 metri di altitudine, ma a oggi si trova a 1027 metri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è di origine feudale, risalente al XVII secolo. Cominciò ad esistere con il nome attuale a partire dal 1628, come feudo della famiglia Pagano che lo acquistò dal marchese di Roccella, Michele Spadafora Maniaci.[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa madre di Santa Domenica Vittoria[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito è presentata una tabella relativa alle amministrazioni che si sono succedute in questo comune.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
7 giugno 1985 26 maggio 1990 Salvatore Paolo Perdichizzi Democrazia Cristiana Sindaco [5]
26 maggio 1990 3 dicembre 1993 Salvatore Paolo Perdichizzi Democrazia Cristiana Sindaco [5]
3 dicembre 1993 31 gennaio 1994 Santi Sturniolo Comm. regionale [5]
31 gennaio 1994 25 maggio 1998 Antonietta Spartà - Sindaco [5]
25 maggio 1998 27 maggio 2003 Salvatore Campione lista civica Sindaco [5]
27 maggio 2003 17 giugno 2008 Costantino Antonio Pinzone Vecchio lista civica Sindaco [5]
17 giugno 2008 8 luglio 2013 Antonio Pinzone Vecchio Costantino lista civica Sindaco [5]
10 giugno 2013 in carica Giuseppe Patorniti Sindaco [5]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Santa Domenica Vittoria fa parte delle seguenti organizzazioni sovracomunali: regione agraria n.3 (Alto Fantina e Alto Mela)[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati Istat 2011, su istat.it. URL consultato il 22 maggio 2014.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2019.
  3. ^ Comune di Santa Domenica Vittoria: La Storia, su comunesantadomenicavittoria.gov.it. URL consultato il 28 maggio 2017 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2017).
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  5. ^ a b c d e f g h http://amministratori.interno.it/
  6. ^ GURS Parte I n. 43 del 2008, su gurs.regione.sicilia.it. URL consultato il 21 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Rosa Grillo, S. Domenica Vittoria un comune dei Nebrodi : tradizioni e testi di cultura popolare, Accademia delle scienze di Acireale, lettere e belle arti degli Zelanti e dei Dafnici, 1997.
  • Sebastiano Fresta, Santa Domenica Vittoria: Porta dei Nebrodi, Amministrazione Comunale di Santa Domenica Vittoria, 1994.
  • A. Gemmellaro, Il Culto di S. Antonio Abate in Santa Domenica Vittoria, Scuola Salesiana del Libro - Catania, 13 giugno 1958.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Sicilia