Sant'Alessio Siculo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sant'Alessio Siculo
comune
Sant'Alessio Siculo – Stemma Sant'Alessio Siculo – Bandiera
Sant'Alessio Siculo – Veduta
Vista di Sant'Alessio Siculo
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Sicily.svg Sicilia
Città metropolitana Provincia di Messina-Stemma.png Messina
Amministrazione
Sindaco Foti Nunzio Giovanni (lista civica "Vince Sant'Alessio") dall'11-06-2017
Data di istituzione 1º gennaio 1948
Territorio
Coordinate 37°55′18″N 15°20′49″E / 37.921667°N 15.346944°E37.921667; 15.346944 (Sant'Alessio Siculo)Coordinate: 37°55′18″N 15°20′49″E / 37.921667°N 15.346944°E37.921667; 15.346944 (Sant'Alessio Siculo)
Altitudine 15 m s.l.m.
Superficie 6,17[1] km²
Abitanti 1 536[2] (30-11-2011)
Densità 248,95 ab./km²
Frazioni Lacco
Comuni confinanti Casalvecchio Siculo, Forza d'Agrò, Santa Teresa di Riva, Savoca
Altre informazioni
Cod. postale 98030
Prefisso 0942
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 083085
Cod. catastale I215
Targa ME
Cl. sismica zona 1 (sismicità alta)
Nome abitanti santalessesi
Patrono Madonna del Carmelo
Giorno festivo 16 luglio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Sant'Alessio Siculo
Sant'Alessio Siculo
Sant'Alessio Siculo – Mappa
Posizione del comune di Sant'Alessio Siculo all'interno della provincia di Messina
Sito istituzionale

Sant'Alessio Siculo (Sànt'Alessi in siciliano) è un comune italiano di 1.536 abitanti della Città metropolitana di Messina in Sicilia.

Fa parte del comprensorio della Valle d'Agrò e aderisce all'Unione dei comuni delle Valli joniche dei Peloritani.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La regione costiera in cui si trova l'abitato di Sant'Alessio è stata scarsamente popolata in epoca medioevale, a causa dell'elevata esposizione di quell'area alle incursioni dei pirati saraceni. In questo periodo l'epicentro delle attività socio-economiche (prevalentemente agricoltura e pesca) che si svolgevano a Sant'Alessio era Forza d'Agrò, oggi comune contiguo e all'epoca città di primaria importanza. Di questo periodo storico rimangono alcune tracce nel quartiere vecchio, immediatamente sottostante il promontorio su cui sorge Forza d'Agrò.

La cessazione della minaccia di incursioni dal mare e lo sviluppo delle vie di comunicazione costiere hanno prodotto in tutta la regione un lento ed inesorabile flusso migratorio dalle località montane, un tempo unico rifugio sicuro, a quelle costiere, maggiormente integrate in un sistema economico non di pura sussistenza. Ciò ha comportato per Sant'Alessio un significativo incremento demografico associato alla crescita del nucleo urbano. In occasione della seconda guerra mondiale, il borgo di Sant'Alessio Siculo conobbe direttamente la ferocia nazista, il 14 agosto 1943, alcuni soldati delle SS massacrarono, senza motivo alcuno, l'arciprete del paese don Antonio Musumeci ed i coniugi Cosimo Scarcella e Letteria Melandri. Nel 1948 Sant'Alessio, precedentemente frazione di Forza d'Agrò, assunse lo status di comune.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Castello di Sant'Alessio Siculo.

All'interno del territorio comunale, sul promontorio noto come Capo Sant'Alessio sorge un castello di epoca normanna. Sulle pendici montuose del Capo sono ancora visibili i resti di fornaci utilizzate per il trattamento della calce.

Nel quartiere della Madonna del Carmelo si trova una chiesa risalente anch'essa al periodo normanno. Sempre nella stessa zona, come anche in altre, sono presenti edifici residenziali antichi, in parte abbandonati. Il paese ospita inoltre la Villa Genovesi.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Persone legate a Sant'Alessio[modifica | modifica wikitesto]

  • il castello di Sant'Alessio Siculo
    Luigi Quagliata (Sant'Alessio Siculo, 1899 – Roma, 1991), architetto e urbanista

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stazione di Sant'Alessio Siculo-Forza d'Agrò.

Sant'Alessio dispone di una stazione sulla linea ferroviaria Messina-Siracusa.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Sindaci di Sant'Alessio Siculo[modifica | modifica wikitesto]

Municipio

La seguente tabella contiene i nominativi dei sindaci delle amministrazioni comunali succedutesi dall'istituzione del comune di Sant'Alessio Siculo, nel 1948, ai giorni nostri,

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune di Sant'Alessio Siculo fa parte delle seguenti organizzazioni sovracomunali: regione agraria n.6 (Montagna litoranea dei Peloritani)[4].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati Istat 2011, istat.it. URL consultato il 22 maggio 2014.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 30 novembre 2011.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  4. ^ GURS Parte I n. 43 del 2008, gurs.regione.sicilia.it. URL consultato il 21 maggio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1948 1957 Giuseppe Fichera Sindaco
1957 1969 Antonino Fleres Partito Socialista Italiano Sindaco
1969 1972 Antonino Puliatti Democrazia Cristiana Sindaco
1972 1973 Antonino Gussio Sindaco
1973 1992 Pietro Pagano Partito Socialista Italiano Sindaco
1992 1993 Agatino Gussio Sindaco
1993 1993 Santo Carnabuci Sindaco
1993 2002 Agatino Gussio Sindaco
2002 2012 Nunzio Giovanni Foti Movimento per l'Autonomia Sindaco
2012 2017 Rosa Anna Fichera Sindaco
2017 in carica Nunzio Giovanni Foti Vince S. Alessio Sindaco
Sicilia · Comuni della città metropolitana di Messina
Provincia di Messina-Stemma.png Acquedolci · Alcara Li Fusi · Alì · Alì Terme · Antillo · Barcellona Pozzo di Gotto · Basicò · Brolo · Capizzi · Capo d'Orlando · Capri Leone · Caronia · Casalvecchio Siculo · Castel di Lucio · Castell'Umberto · Castelmola · Castroreale · Cesarò · Condrò · Falcone · Ficarra · Fiumedinisi · Floresta · Fondachelli-Fantina · Forza d'Agrò · Francavilla di Sicilia · Frazzanò · Furci Siculo · Furnari · Gaggi · Galati Mamertino · Gallodoro · Giardini-Naxos · Gioiosa Marea · Graniti · Gualtieri Sicaminò · Itala · Leni · Letojanni · Librizzi · Limina · Lipari · Longi · Malfa · Malvagna · Mandanici · Mazzarrà Sant'Andrea · Merì · Messina · Milazzo · Militello Rosmarino · Mirto · Mistretta · Mojo Alcantara · Monforte San Giorgio · Mongiuffi Melia · Montagnareale · Montalbano Elicona · Motta Camastra · Motta d'Affermo · Naso · Nizza di Sicilia · Novara di Sicilia · Oliveri · Pace del Mela · Pagliara · Patti · Pettineo · Piraino · Raccuja · Reitano · Roccafiorita · Roccalumera · Roccavaldina · Roccella Valdemone · Rodì Milici · Rometta · San Filippo del Mela · San Fratello · San Marco d'Alunzio · San Pier Niceto · San Piero Patti · San Salvatore di Fitalia · San Teodoro · Sant'Agata di Militello · Sant'Alessio Siculo · Sant'Angelo di Brolo · Santa Domenica Vittoria · Santa Lucia del Mela · Santa Marina Salina · Santa Teresa di Riva · Santo Stefano di Camastra · Saponara · Savoca · Scaletta Zanclea · Sinagra · Spadafora · Taormina · Terme Vigliatore · Torregrotta · Torrenova · Tortorici · Tripi · Tusa · Ucria · Valdina · Venetico · Villafranca Tirrena
Controllo di autorità VIAF: (EN257715366 · GND: (DE1025330919
Sicilia Portale Sicilia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sicilia