Porsche 356

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porsche 356
Porsche 356.jpg
Porsche 356 C
Descrizione generale
Costruttore Germania  Porsche
Tipo principale Coupé
Altre versioni Cabriolet
Roadster
Produzione dal 1948 al 1966
Sostituita da Porsche 911
Esemplari prodotti 76.303
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.001 mm
Larghezza 1.670 mm
Altezza 1.330 mm
Passo 2.100 mm
Massa da 680 a 900 kg

La Porsche 356 è un modello di automobile, sia coupé che roadster, prodotto dalla Porsche ininterrottamente dal 1948 al 1966. Può essere considerato il primo modello "di serie" prodotto dalla casa di Stoccarda.

In poco meno di un ventennio si sono succedute parecchie versioni, con differenti motorizzazioni. Il nome "Carrera" comparve per la prima volta proprio sulle versioni più potenti della 356, quelle con doppio albero a camme in testa:

1948-1951: 356, prodotta in 52 esemplari a Gmünd in Kärnten (situata in Carinzia, Austria, dove la Porsche si era trasferita in seguito ai bombardamenti alleati sulla Germania), conosciuta dagli appassionati con il nome di Superleggera, perché costruita in alluminio battuto a mano su matrice in legno sotto la supervisione di mastro Weber.

1952: America Roadster, rarissima e preziosissima versione, prodotta in solo 12 esemplari, destinati all'esportazione

1950-1955: Pre-A o T0,

1955-1957: A-T1

1957-1959: A-T2

1959-1961: B-T5

1961-1963: B-T6

1963-1966: C ed SC

Dal punto di vista telaistico, le vetture avevano carrozzeria coupé, cabriolet (356, Pre-A, A-T1, A-T2, C, SC), convertible D (A-T2), Speedster (Pre-A, A-T1, A-T2), Karmann hardtop coupé (B-T5 e B-T6) e roadster (B-T5 e B-T6).

Il motore, originariamente di 1,1 litri, poi portato nelle diverse versioni a 1,2 - 1,3 - 1,6 e 2,0 litri, aveva un range di potenze che spaziava dai 40  CV delle prime versioni agli oltre 110 delle versioni Carrera ed era direttamente derivato dal propulsore Volkswagen che equipaggiava il Volkswagen Maggiolino. L'architettura stessa della vettura era direttamente derivata da quest'ultimo, peraltro progettato dallo stesso Ferdinand Porsche: motore posteriore a sbalzo raffreddato ad aria (fatto salvo il primissimo esemplare avente motore centrale) e trazione posteriore.

Da questa vettura furono derivate molte versioni da competizione, tra cui la Carrera GTL "Abarth".

La 356 è una vettura che ha fatto epoca, vantando eccezionali livelli di maneggevolezza, leggerezza, affidabilità e tenuta di strada e spianando la strada alla futura Porsche 911. Ancora oggi è una vettura apprezzatissima dagli appassionati di auto storiche di tutto il mondo, ed alcuni esemplari (specie le versioni Speedster destinate al mercato USA) raggiungono quotazioni da capogiro.

La 356 nei media[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili