Carburante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: combustibile.

Formula di struttura chimica del butano, un idrocarburo utilizzato come carburante.

Carburante indica il combustibile utilizzato per l'alimentazione di alcuni motori a combustione interna, più precisamente quelli ad accensione comandata (ad esempio a ciclo Otto); lo stesso termine, per estensione, è spesso usato (seppure impropriamente) per indicare anche quei combustibili che alimentano i motori ad accensione per compressione (ad esempio il motore Diesel).

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il termine deriva dal fatto che nella maggior parte dei casi la capacità energetica dei combustibili dipende dall'apporto di carbonio non combinato con l'ossigeno.

Per questo motivo nel motore endotermico, ha preso il nome di carburatore l'organo che serve per dosare il carburante e l'aria comburente, prima della immissione in camera di combustione.

In senso figurato la parola carburante ha finito per indicare una sorgente preziosa di energia, adatta per scopi nobili. Si dice infatti "carburare bene" quando ci si trova nelle condizioni ideali per sfruttare al massimo le proprie energie fisiche e mentali.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Per essere correttamente utilizzato un carburante deve presentare particolari proprietà fisico-chimiche, adeguate al tipo di motore a cui è destinato, per ottenere una combustione completa e per ridurre al minimo gli effetti inquinanti degli scarichi nell'atmosfera. Ad esempio la benzina per i cosiddetti motori ad accensione comandata deve contenere additivi antidetonanti (una volta era usato il piombo tetraetile).

Alcuni comuni carburanti sono:

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]