Porsche 906

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porsche 906
Porsche 906 Carrera 6 front - Porsche Museum - Zuffenhausen - 19-06-2010.jpg
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Porsche
Categoria Sportprototipo
Produzione 1966
Sostituisce Porsche 904
Descrizione tecnica
Dimensioni e pesi
Peso 580 kg

La 906, conosciuta anche come Carrera 6 è un'autovettura da competizione della Porsche prodotta nel 1966 con carrozzeria berlinetta ed erede della Porsche 904.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Era dotata di un motore a sei cilindri boxer raffreddato ad aria di 1991 cm³ che sviluppava 220 cv di potenza. Era capace di raggiungere i 280 km/h. Fu anche prodotta in una versione potenziata, dotata di un motore boxer 8 cilindri da 270 cv, utilizzata esclusivamente dalla squadra ufficiale Porsche. La vettura pesava appena 580 kg grazie all'impiego di un telaio tubolare di tipo space-frame e di una carrozzeria realizzata in fibra di vetro. Allo scopo di favorire l'accesso all'abitacolo dei piloti, la carrozzeria della "906" prevede aperture che comprendono un'abbondante porzione della capote, quasi dando l'impressione che il lunotto posteriore sia contenuto da un semplice roll-bar. Per questa somiglianza e in onore alla vittoria conseguita nella prestigiosa Targa Florio, le versioni scoperte dei modelli Porsche 911 e Porsche 912 vennero denominate "Targa", così creando il neologismo entrato nell'uso comune per definire le vetture quel tipo.

Attività sportiva[modifica | modifica wikitesto]

L´anno in cui fece il suo debutto nelle corse, la 906 vinse, oltre a numerose gare in salita, sia in Italia che all'estero, la Targa Florio. Destinata in ogni caso soprattutto alle gare di durata del Campionato mondiale sportprototipi ben si comportò nelle competizioni di questo tipo, in particolare alla 24 Ore di Le Mans dove conquistò 5º, 6º e 7º posto nella edizione del 1966 alle spalle delle Ford GT40 di cilindrata ben maggiore.

Modelli derivati[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 l'elaboratore americano Patrick Motorsports ha restaurato 3 modelli di 906 originali. Oltre al restauro totale sono state aggiunte sospensioni più efficienti delle originali e nuovi materiali per migliorare il padiglione.[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo di motori.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]