Porsche 968

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Porsche 968
Porsche 968.jpg
Porsche 968
Descrizione generale
Costruttore Germania  Porsche
Tipo principale Coupé
Altre versioni Cabriolet
Produzione dal 1991 al 1995
Sostituisce la Porsche 944
Sostituita da Porsche Boxster
Esemplari prodotti 11.602
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4.320 mm
Larghezza 1.735 mm
Altezza 1.275 mm
Passo 2.400 mm
Massa 1.370 kg
Porsche 968 bl hl.jpg
Vista posteriore

La 968 è un'autovettura prodotta dalla Porsche tra il 1991 ed il 1995.

La 968 (che avrebbe dovuto chiamarsi 944 S3), altro non era che un'evoluzione tecnica e stilistica della 944 (a sua volta evoluzione della 924). Dal punto di vista estetico le novità maggiori si trovavano nel frontale, completamente ridisegnato in stile 928 e nella coda (anch'essa ampiamente modificata). Inoltre i parafanghi, sempre allargati, si raccordavano più dolcemente alla fiancata.

Dal punto di vista tecnico, confermata la meccanica transaxle della 944, le novità si concentravano sul motore (lo stesso 3 litri della 944 S2, ma con fasatura variabile Variocam) e sul cambio (ora manuale a 6 marce). Era disponibile anche il cambio automatico Triptronic. Grazie ad una potenza di 240cv, la 968, disponibile sia con carrozzeria coupé che cabriolet, era in grado di superare i 250km/h.

Nonostante un prezzo di listino più basso di quello della 944 S2, la 968 non ottenne successo. Emblematico fu il caso della versione Turbo S (con motore turbocompresso da 305cv) del 1993: avrebbe dovuto essere prodotta in 100 esemplari, ma ne furono venduti solo 17. Una sorte leggermente migliore toccò alla contemporanea 968 CS, versione alleggerita e sportiva della 968 coupé: alla fine risulterà la versione più gradita.

Tutte le 968 uscirono di listino nel 1995. Sono stati prodotti 11.602 esemplari 968.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili