Isoottano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isoottano
formula di struttura
struttura 3D
Nome IUPAC
2,2,4-trimetilpentano
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C8H18
Massa molecolare (u) 114,26
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [540-84-1]
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 0,69
Indice di rifrazione 1,3915 a 298 K
Solubilità in acqua 0,56 mg/l a 298 K
Temperatura di fusione −107 °C (166 K)
Temperatura di ebollizione 99 °C (372 K)
ΔebH0 (kJ·mol−1) 38,2
Tensione di vapore (Pa) a 293 K 5100
Proprietà termochimiche
ΔfH0 (kJ·mol−1) −259,2
C0p,m(J·K−1mol−1) 239,1
Indicazioni di sicurezza
Flash point 4,5 °C (277,7 K)
Limiti di esplosione 1% - 6% vol.
Temperatura di autoignizione 410 °C (683 K)
Simboli di rischio chimico
facilmente infiammabile tossico a lungo termine pericoloso per l'ambiente irritante

pericolo

Frasi H 225 - 304 - 315 - 336 - 410
Consigli P 210 - 273 - 301+330+331 - 302+352 - 240 [1]

Isoottano è il nome con cui generalmente e impropriamente si indica il 2,2,4-trimetilpentano, si tratta di un idrocarburo alifatico ramificato appartenente alla serie degli alcani.

A temperatura ambiente è un liquido incolore dal tipico odore di benzina, nella quale è presente; è moderatamente volatile e molto infiammabile.

Trova impiego come solvente e come idrocarburo di riferimento per la misura del numero di ottano; ad esso viene infatti attribuito convenzionalmente il numero di ottano 100. Questo perché da studi effettuati sui motori risulta che gli idrocarburi altamente ramificati abbiano una pre-detonazione (o battito di testa) molto inferiore agli idrocarburi alifatici lineari.

Viene ottenuto per idrogenazione di due isomeri (2,4,4-trimetil-2-pentene e 2,4,4-trimetil-1-pentene) che portano alla formazione dello stesso alcano. I due isomeri differiscono soltanto per la posizione del doppio legame. I due isomeri sono prodotti in miscela dopo una reazione con acido solforico o fosforico dell'isobutene. L'isoottano oggi è prodotto con un nuovo processo più economico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda dell'isoottano su IFA-GESTIS

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia