Gran Premio di Spagna 2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spagna Gran Premio di Spagna 2010
825º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 5 di 19 del Campionato 2010
Catalunya.svg
Data 9 maggio 2010
Nome ufficiale LII Gran Premio de España Telefónica
Circuito Barcellona
Percorso 4,655 km / 2,892 US mi
Pista permanente
Distanza 66 giri, 307,104 km/ 190,826 US mi
Risultati
Pole position Giro più veloce
Australia Mark Webber Regno Unito Lewis Hamilton
RBR-Renault in 1'19"995 McLaren-Mercedes in 1'24"357
(nel giro 59)
Podio
1. Australia Mark Webber
RBR-Renault
2. Spagna Fernando Alonso
Ferrari
3. Germania Sebastian Vettel
RBR-Renault

Il Gran Premio di Spagna 2010 è la quinta prova della stagione 2010 del Campionato mondiale di Formula 1, disputatasi domenica 9 maggio 2010 sul Circuito di Catalogna a Montmeló.

Vigilia[modifica | modifica wikitesto]

Aspetti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

La Bridgestone, fornitore unico degli pneumatici, annuncia per questa gara gomme morbide e dure.[1] La FIA dà il suo consenso alla Scuderia Ferrari per modificare il proprio motore, al fine di evitare il ripetersi delle rotture, che si sono verificate nei primi gran premi.[2] Da questo gran premio gli specchietti retrovisori devono essere montati esclusivamente ai lati dell'abitacolo. Non possono più essere fissati ai lati della vettura.[3]

La prima gara in Europa consente alle scuderie di presentare vetture molto modificate. I principali cambiamenti riguardano la Virgin VR-01, che viene dotata di un serbatoio sufficiente per concludere la gara. A causa delle difficoltà delle scuderie di rientrare nel vecchio continente in questa gara la vettura nuova è pronta solo per Timo Glock.[4] Altra importante novità è il nuovo cofano motore della Mercedes MGP W01,[5] oltre che una scocca e un passo allungati. La Scuderia Ferrari introduce una versione più avanzata del suo F-duct.[6]

Aspetti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Il fine settimana a Barcellona vede, oltre il tradizionale avvio della GP2, anche l'esordio assoluto per una nuova categoria propedeutica alla Formula 1, la GP3.

L'ex pilota britannico Derek Warwick è nominato nella commissione di gara, assieme ai tre steward.[7]

L'Hispania annuncia l'ingaggio del pilota austriaco Christian Klien quale pilota di riserva e collaudatore per la stagione. Affianca il già presente Sakon Yamamoto e debutta subito nella prima sessione del venerdì.[8]

Sviluppi oltre il 2010[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'annuncio dell'abbandono della Bridgestone quale fornitore unico degli pneumatici sono tre le proposte giunte alla FIA: Michelin, Avon e Pirelli.[9]

Viene deciso di abolire il condotto F-duct dalla prossima stagione.[10]

Prove[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima sessione del venerdì[11] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'21"134   21
2 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'21"672 0"538 14
3 3 Germania Michael Schumacher GermaniaMercedes GP 1'21"716 0"582 12

Nella seconda sessione del venerdì[12] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'19"965   24
2 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'20"175 0"210 35
3 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'20"757 0"792 28

Nella sessione del sabato[13] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Gap Giri
1 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'20"528   15
2 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'21"232 0"704 11
3 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'21"348 0"820 14

Nella prima sessione di prove del venerdì, Paul di Resta ha sostituito Adrian Sutil alla Force India e Christian Klien ha sostituito Karun Chandhok alla HRT.

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione di qualifica[14] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Q1 Q2 Q3 Griglia
1 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 1'21"412 1'20"655 1'19"995 1
2 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 1'21"680 1'20"772 1'20"101 2
3 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 1'21"723 1'21"415 1'20"829 3
4 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 1'21"957 1'21"549 1'20"937 4
5 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 1'21"915 1'21"168 1'20"991 5
6 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 1'22"528 1'21"557 1'21"294 6
7 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 1'22"488 1'21"599 1'21"353 7
8 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 1'22"419 1'21"867 1'21"408 8
9 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 1'22"564 1'21"841 1'21"585 9
10 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'22"577 1'21"725 1'21"984 10
11 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 1'22"628 1'21"985 11
12 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 1'22"211 1'22"026 12
13 10 Germania Nicolas Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 1'22"857 1'22"131 13
14 12 Russia Vitalij Petrov Francia Renault 1'22"976 1'22"139 19[15]
15 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 1'22"699 1'22"191 14
16 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 1'22"593 1'22"207 15
17 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 1'23"084 1'22"854 16
18 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 1'23"125 17
19 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 1'24"674 18
20 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 1'24"748 20
21 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 1'25"475 22[16]
22 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 1'25"556 23[16]
23 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 1'26"750 24[17]
24 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 1'27"122 21

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Kovalainen non prende parte alla gara per un problema al cambio; sulla griglia di partenza si schierano quindi solo 23 vetture. Al via Webber e Vettel mantengono la prima e la seconda posizione, resistendo agli attacchi di Hamilton e Alonso. Rosberg e Kubica retrocedono rispettivamente dall'8ª posizione alla 12ª e dalla 7ª alla 10ª, mentre De la Rosa rimane attardato a causa di un incidente con Buemi, che gli causa la foratura di uno pneumatico. Alla prima curva Bruno Senna esce di pista e pone fine alla sua gara.

La gara prosegue linearmente fino ai cambi gomme, durante i quali Hamilton riesce a sopravanzare Vettel, così come fa Schumacher nei confronti di Button; a questo punto il campione del mondo del 2009 tenta di superare il rivale della Mercedes, che però riesce a difendersi e a mantenere la propria posizione. Il Gran Premio procede senza variazioni fino al 54º giro, quando Vettel, la cui vettura ha dei problemi ai freni, finisce largo alla curva 7; il pilota tedesco torna ai box per un rapido controllo, decidendo di portare a termine la gara, seppure a ritmo ridotto.

Alonso sale così al terzo posto, guadagnando un'ulteriore posizione quando, nel corso del penultimo giro, Hamilton è costretto al ritiro a causa di un problema ad un cerchio, che provoca lo scoppio dello pneumatico anteriore sinistro; il pilota inglese esce di pista e finisce contro le barriere, rimanendo illeso. La gara viene vinta da Webber, con Alonso e Vettel che completano il podio; Schumacher raggiunge il risultato migliore delle prime 5 gare, chiudendo al 4º posto e precedendo sul traguardo Button, Massa, Sutil, Kubica, Barrichello e Alguersuari, ultimo dei piloti a punti.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 6 Australia Mark Webber Austria RBR-Renault 66 1h35'44"101 1 25
2 8 Spagna Fernando Alonso Italia Ferrari 66 +24"065 4 18
3 5 Germania Sebastian Vettel Austria RBR-Renault 66 +51"338 2 15
4 3 Germania Michael Schumacher Germania Mercedes GP 66 +1'02"195 6 12
5 1 Regno Unito Jenson Button Regno Unito McLaren-Mercedes 66 +1'03"728 5 10
6 7 Brasile Felipe Massa Italia Ferrari 66 +1'05"767 9 8
7 14 Germania Adrian Sutil India Force India-Mercedes 66 +1'12"941 11 6
8 11 Polonia Robert Kubica Francia Renault 66 +1'13"665 7 4
9 9 Brasile Rubens Barrichello Regno Unito Williams-Cosworth 65 +1 giro 17 2
10 17 Spagna Jaime Alguersuari Italia STR-Ferrari 65 +1 giro 15 1
11 12 Russia Vitalij Petrov Francia Renault 65 +1 giro 19
12 23 Giappone Kamui Kobayashi Svizzera BMW Sauber-Ferrari 65 +1 giro 10
13 4 Germania Nico Rosberg Germania Mercedes GP 65 +1 giro 8
14 2 Regno Unito Lewis Hamilton Regno Unito McLaren-Mercedes 64 Problema al cerchione 3
15 15 Italia Vitantonio Liuzzi India Force India-Mercedes 64 Ritirato 16
16 10 Germania Nicolas Hülkenberg Regno Unito Williams-Cosworth 64 +2 giri 13
17 18 Italia Jarno Trulli Malesia Lotus-Cosworth 63 +3 giri 18
18 24 Germania Timo Glock Regno Unito Virgin-Cosworth 63 +3 giri 22
19 25 Brasile Lucas Di Grassi Regno Unito Virgin-Cosworth 62 +4 giri 23
Rit 16 Svizzera Sébastien Buemi Italia STR-Ferrari 42 Problema idraulico 14
Rit 20 India Karun Chandhok Spagna HRT-Cosworth 27 Incidente 24
Rit 22 Spagna Pedro de la Rosa Svizzera BMW Sauber-Ferrari 18 Incidente 12
Rit 21 Brasile Bruno Senna Spagna HRT-Cosworth 0 Incidente 21
NP 19 Finlandia Heikki Kovalainen Malesia Lotus-Cosworth 0 20

Classifiche Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Costruttori[modifica | modifica wikitesto]

Pos Team Punti
1 Regno Unito McLaren-Mercedes 119
2 Italia Ferrari 116
3 Austria RBR-Renault 113
4 Germania Mercedes GP 72
5 Francia Renault 50
6 India Force India-Mercedes 24
7 Regno Unito Williams-Cosworth 8
8 Italia STR-Ferrari 3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bridgestone Motorsport announces 2010 F1 tyre specifications, bridgestonemotorsport.com, 23-3-2010. URL consultato il 4-4-2010.
  2. ^ (EN) Ferrari reliability engine changes approved in formula1.com, Formula One Administration Ltd, 5-5-2010. URL consultato il 5-5-2010.
  3. ^ FIA: rimandate a Barcellona le modifiche agli specchietti in f1grandprix.it, 3-4-2010. URL consultato il 6-5-2010.
  4. ^ La Virgin ha potuto modificare solo una vettura in f1.gpupdate.net, 3-5-2010. URL consultato l'8-5-2010.
  5. ^ Mercedes, nuovo cofano motore in f1.gpupdate.net, 6-5-2010. URL consultato l'8-5-2010.
  6. ^ (EN) Ferrari F10 - 'F-duct' system in formula1.com, Formula One Administration Ltd, 9-5-2010. URL consultato il 10-5-2010.
  7. ^ Toccherà a Warwick fare lo steward a Barcellona in f1.gpupdate.net, 5-5-2010. URL consultato il 6-5-2010.
  8. ^ (EN) Klien joins Hispania as test driver in pitpass.com, 5-5-2010. URL consultato il 5-5-2010.
  9. ^ (FR) Pneus F1 2011 : Pirelli pose ses conditions in f1-instinct.com, 8-5-2010. URL consultato l'8-5-2010.
  10. ^ Le squadre concordano nell'eliminare il condotto F in f1.gpupdate.net, 10-5-2010. URL consultato il 10-5-2010.
  11. ^ Prima sessione di prove libere del venerdì
  12. ^ Seconda sessione di prove libere del venerdì
  13. ^ Sessione di prove libere del sabato
  14. ^ Sessione di qualifica
  15. ^ Vitalij Petrov penalizzato di 5 posizioni per aver sostituito il cambio.
  16. ^ a b I piloti della Virgin, Timo Glock e Lucas Di Grassi sono stati penalizzati di 5 posizioni poiché la scuderia non ha dichiarato i rapporti utilizzati per il cambio nei tempi richiesti.
  17. ^ Karun Chandhok penalizzato di 5 posizioni per aver sostituito il cambio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 2010
Flag of Bahrain.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of Spain.svg Flag of Monaco.svg Flag of Turkey.svg Flag of Canada.svg Flag of Europe.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Hungary.svg Flag of Belgium.svg Flag of Italy.svg Flag of Singapore.svg Flag of Japan.svg Flag of South Korea.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Arab Emirates.svg
  Fairytale up blue.png

Edizione precedente:
2009
Gran Premio di Spagna
Edizione successiva:
2011
Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1